Jazzitalia - Tony Arco Trio : Rather Odd…
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Robert Vignola da Trivigno a Hollywood e ritorno con la musica di Zerorchestra: l'anteprima mondiale di "Beauty's Worth" è stato un autentico trionfo..

Brda Contemporary Music Festival: festival dedicato alla musica creativa e d'improvvisazione vede la sua ottava edizione tornare a Smartno, con la dir. artistica di Zlatko Kaučič.

XXXVIII Edizione di Roccella Jazz Festival 2018 - Rumori Mediterranei: Un omaggio all'Italia, al contributo italiano offerto alla musica di tutto il mondo.

Seconda edizione del Premio Internazionale "Pino Massara" per giovani compositori di musica pop e jazz. Premi per un totale di 25.000 euro.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            COLI Alessio (sax)
            DI VEROLI Angelo (batteria)
            FABBRINI Franco (contrabbasso)
            FUMO Marco (piano)
            GALATRO Francesco (contrabbasso)
            LI VOTI Dario (batteria)
            MENEGOTTO Mauro (batteria)
            MUZZU Manuel (basso elettrico)
            NASONE Antonio (chitarra)
            PANTALEO Gianluca (basso e contrabbasso)
            PANTIERI Filippo (piano)
            PILATO Frank (chitarra)
            PISANELLO Donatello (chitarra)
            RAVERA Leo (piano)
            RONCA Marco (piano)
            SPARTà Gaetano (pianoforte)
            VIGNALI Michele (sax)
Tony Arco Trio
Rather Odd…



Albóre 2009 ALBCD 002
Recorded and mixed in Bergamo, Italy, in December 2008
Mastered in Tokyo, Japan, in February 2009
Produced by Tony Arco


1. Secret Love (S. Fain)
2. Skylark (H. Carmichael)
3. Billie's Bounce (C. Parker)
4. Cissy Strut (The Meters)
5. Never Let Me Go (J. Livingstone)
6. What Is This Thing Called Love (C. Porter)
7. Lullaby For The Loved One (T. Arco)
8. One Finger Snap (H. Hancock)
9. Resolution (J. Coltrane)

Roberto Tarenzi - pianoforte
James Cammack - contrabbasso
Tony Arco - batteria



Classe 1967, milanese, Tony Arco è un valente batterista e didatta molto attivo nel suo campo, forte di un esperienza formativa di cinque anni negli States, che lo ha visto perfezionarsi sul suo strumento con maestri come Bob Moses e Alan Dawson, e suonare in gruppi di rilievo come quelli di Roy Hargrove, John Medesky e George Garzone. Di rientro in Italia il musicista è stato coinvolto in molteplici e disparate collaborazioni che spaziano dalle grandi formazioni, come la Montecarlo Nights Orchestra di Nick the Nightfly, ad ensemble più ridotti come il compatto piano trio che lo vede protagonista di questo disco.

Quest'ultima fatica discografica di Arco appartiene a quella serie di pubblicazioni sulla quale l'etichetta giapponese Albóre, diretta dal produttore Satoshi Toyoda, sta puntando la sua attenzione, e che promuove alcuni dei migliori musicisti italiani, figure sempre più richieste e in voga nella terra del Sol Levante.

"Rather Odd…" è il disco di un batterista, e si vede. Nei cinquantasei minuti che lo compongono il leader, coadiuvato dai suoi compagni di squadra, è impegnato a frammentare, scomporre e riassemblare ritmicamente i brani raccolti. Perfino la celebre "Skylark" di Carmichael, sottoposta al rimaneggiamento dei tre, acquista una nuova ed inaspettata veste ritmica.
E cosa dire della parkeriana "Billie's Bounce", al cui celebre tema vengono spostati e ridistribuiti gli accenti, o della coltraniana "Resolution" che sottoposta ad una inaspettata e brusca decelerazione metronomica si apre ad improvvisazioni di lunare bellezza.

"Cissy Strut", vecchio brano seventies del gruppo funky The Meters, è una vera e propria maratona ritmica per i tre, che si rincorrono attorno al poderoso riff principale arricchendolo di guizzanti idee e compiaciuta goliardia musicale.

Roberto Tarenzi, musicista intelligente ma schivo, si conferma come uno dei preziosi artefici per la buona riuscita di questo disco e tra i pianisti più interessanti della sua generazione, meritevole di una attenzione maggiore di quella solitamente attribuitagli. Da sottolineare, inoltre, l'ottima prova di Cammack al contrabbasso e la bella presa sonora del suo strumento, morbido nelle ballad e plastico nei brani più serrati.

"Rather Odd…"è un disco ricco, energico, intelligente, che giunge a ricordarci come anche gli standards più frequentati possano ancora nascondere nelle pieghe armoniche e ritmiche delle loro trame, infinite possibilità di interpretazione, lungi dal considerarsi esaurite.

Nico Conversano per Jazzitalia







Articoli correlati:
21/05/2016

Fabio Giachino & Guests: "Un lungo viaggio nell'essenza del jazz, compiuto alternando omaggi a Davis e Coltrane a lunghe sessioni improvvisate..." (Niccolò Lucarelli)

05/01/2015

Hope (Giovanni Scasciamacchia Trio with Fabrizio Bosso)- Alessandra Monaco

23/06/2014

Other Digressions (Roberto Tarenzi)- Alceste Ayroldi

17/03/2012

Seven Steps To Hendrix (Claudio Angeleri)- Gianni Montano

06/11/2011

Res Nova (Mattia Cigalini) - Alceste Ayroldi

20/03/2011

Nice One (Nick The Nightfly)- Alessandro Carabelli

04/10/2010

Castellana Music Festival: "Fresche serate di jazz nell'ultima settimana di agosto del sud-est barese. Si è appena concluso il Castellana Music Festival svoltosi nella città delle grotte che, già nella prima edizione ha visto un cartellone di tutto rispetto, ambientato nel caratteristico scenario delle piazze del borgo antico." (Angelo Ruggiero)

18/09/2010

The First One (Nicola Angelucci)- Vincenzo Fugaldi

24/04/2010

One Day I'll Fly Away (Roberto Tarenzi Trio)- Alessandro Carabelli

21/02/2010

A Quite Time (Ahmad Jamal) - Alceste Ayroldi

06/12/2009

Stefano Di Battista Quartet a Sacile per "Il Volo del Jazz": "...una esibizione in grado di lasciare una piacevole sensazione di musica viva e vitale." (Nico Furlan)

05/04/2009

Liebman Meets Intra Live (Enrico Intra)

02/11/2008

Appunti di Viaggio (Roberta Gambarini)

09/06/2008

Il "Day Off" di Soluzionimusicali, una serata di grande musica e di forte aggregazione: "Quando si dice "festa", si parla di gioia, di entusiasmo, del piacere di stare insieme a persone amiche con cui si condividono idee e passioni..." (Rossella Del Grande)

24/03/2008

Dave Liebman Quartet ad Arezzo: "Assistere ad un concerto di Dave Liebman spesso equivale ad un privilegio raro...la band ha dimostrato un ineccepibile grado di affiatamento, oltre che di capacità strumentali ed esecutive." (Alessandro Tempi)

01/04/2007

Ahmad Jamal Trio al Blue Note di Milano: "Ahmad Jamal è il leader indiscusso del proprio trio. Il suo stile sa essere nel contempo ricchissimo o minimalista. Ha una padronanza totale dello strumento e si percepisce tanta musica classica nel suo attuale modo di suonare. Ma vi è anche il blues. Un grandissimo contrasto di mondi, di stili, di sonorità ... Ha il carisma del capogruppo. Ha un suo modo di suonare che non assomiglia a nessuno. E' Ahmad Jamal. Con l'unicità dei grandi." (Rossella del Grande)







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 2.387 volte
Data pubblicazione: 17/07/2011

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti