Jazzitalia - Recensioni - Sam Reed Meets Roberto Magris: Ready For Reed
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

12.500 euro destinati per una Borsa di Studio "Giorgia Mileto". promossa dalla famiglia e dal Saint Louis College of Music per i Corsi accademici di Jazz & Popular Music..

Corso in Rebranding e Self-Promotion nel Music Business. A cura di Fiorenza Gherardi De Candei e Alceste Ayroldi.

E' morto Jimmy Cobb.

Solo un arrivederci per Umbria Jazz. Costretti ad annullare l'edizione del 2020, sono già riprogrammati alcuni concerti esclusivi per l'edizione 2021!.

Aldo Bassi, trombettista, direttore d'orchestra, insegnante e leader di varie band, è venuto a mancare a Latina..

Saint Louis Club House, il nuovo salotto musicale ideato dal Saint Louis per ascoltare, vedere e degustare la musica comodamente dal divano di casa, in tempi di emergenza Covid-19. .

McCoy Tyner, icona del pianismo e del jazz, se ne è andato. Aveva 81 anni. .

Esce Pentatonic Pyromania di Mimmo Langella, un manuale per arricchire tecniche e fraseggio per chitarra in ambito Pop, Rock, Jazz e Fusion.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            ADJÀ QUINTET (gruppo)
            ALESSI Piero (batteria)
            CAGNETTA Mariangela (voce)
            CAPRARESE Cristian (pianoforte)
            CRISTOFARO Gaetano (sax e clarinetto)
            DIMONTE Pippi (contrabbasso)
            FINOCCHIARO Franco (contrabbasso)
            INDRA (gruppo)
            LAVIANO Alfredo (batteria e percussioni)
            LEPORE Fabio (voce)
            MECENERO Maurizio (chitarra)
            RICCIU Daniele (sax)
            RIVA Marco (polistrumentista)
            ROBERTO Davide (percussioni)
            ROSSINI Giorgio (voce)
            SILVA JOLY Raquel (chitarra)
            TATONE Angelo (chitarra)
            VARAVALLO Luca (contrabbasso)
Sam Reed Meets Roberto Magris
Ready For Reed



JMood Records (2013)

1. Jungle Strut
2. The Swagger
3. Love You Madly
4. Paris Blues Revisited
5. Quasimodo
6. I Married an Angel
7. Ready for Reed
8. Sweet Jenny Lou
9. Be my Love
10. Stopstart
11. Audio Notebook

Sam Reed - sax alto
Roberto Magris - pianoforte, hammond
Kendall Moore - trombone
Steve Lambert - sax tenore
Dominique Sanders - contrabbasso
Brian Steever - batteria
Pablo Sanhueza - congas


Che Sam Reed, tra alti e bassi, sia stato e sia un grande sassofonista è sicuramente un dato certo. Che Roberto Magris sia altrettanto un pianista degno di nota e capace di reinterpretare in modo personale ma sempre in linea con lo stile dell'originale uno standard, è un punto altrettanto certo. Insomma, Sam Reeds incontra Roberto Magris e il risultato non può che essere coincidente con quanto ci si aspetti. "Ready For Reed" è una miscellanea di standard e di composizioni originali dello stesso Magris, che coesistono all'interno dello stesso habitat in perfetta armonia. Tra i grandi classici reinterpretati "Jungle Strut" di Gene Ammons, "Love you madly" di Duke Ellington, "Quasimodo" di Charlie Parker, "Stopstart" di Lee Morgan, artista al quale Magris è particolarmente legato. Insomma nomi che hanno fatto grande il genere e verso i quali probabilmente il pianista tende. Le sue composizioni originali, "The Swagger" e "Ready for Reed", si incastrano bene all'interno di questa linea musicale che passa per i punti focali di quelli che per molti sono gli anni d'oro del jazz. In conclusione ci sarebbe da chiedersi se Magris sia realmente pronto per incontrare Sam Reed e percorrere insieme questa via scandita da importanti tappe. Decisamente si. Il pianista è dotato di un grande senso del ritmo, probabilmente lo swing scorre davvero nelle sue vene e si trasforma in nota, semplice, fruibile e densa di emozione. Allo stesso modo, i suoi compagni di avventura – Kendall Moore al trombone, Steve Lambert al tenore, Dominique Sanders al contrabbasso, Brian Steever alla batteria e Pablo Sanhueza alle congas – si dimostrano parte fondamentale di questo viaggio intorno al jazz.

Nina Molica Franco per Jazzitalia







Articoli correlati:
23/09/2017

Prague After Dark (The Muh Trio)- Gianni Montano

08/11/2015

Morgan Rewind: a tribute to Lee Morgan Vol. 2 (Roberto Magris Septet)- Niccolò Lucarelli

23/08/2015

One Night in with Hope And More...vol. 2 (Roberto Magris Trio)- Niccolò Lucarelli

10/03/2014

Aliens in a bebop Planet (Roberto Magris Space Trek)- Valeria Loprieno

02/02/2013

One night in with hope and more...vol. 1 (Roberto Magris Trio)- Francesco Favano

10/12/2011

Morgan Rewind: A Tribute To Lee Morgan 1 (Roberto Magris Quintet)- Enzo Fugaldi

18/09/2010

Mating Call (Roberto Magris Quintet) - Fabrizio Ciccarelli

24/04/2010

Current Views (Roberto Magris & The Europlane Orchestra)- Alessandro Carabelli

01/02/2010

Plays The Music Of Roberto Magris / Restless Spirit (Big Band Ritmo Sinfonica Citta' di Verona) - Fabrizio Ciccarelli e Andrea Valiante

08/11/2009

Kansas City Outbound (Roberto Magris Trio) - Giuseppe Mavilla

28/10/2007

Stones (Alfabeats Nu Jazz)

07/10/2006

Il bello del Jazz (Roberto Magris Europlane)

04/12/2005

Check-In (Roberto Magris Europlane Feat. Tony Lakatos)







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 392 volte
Data pubblicazione: 29/03/2015

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti