Jazzitalia - Recensioni - Trio Medieval & Arve Henriksen: Rimur
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Roccella Jazz Festival 2017 - Rumori Mediterranei. Dedicato a Rino Gaetano, la XXXVII edizione del noto festival calabrese.

Brda Contemporary, festival dedicato alla musica creativa e d'improvvisazione vede la sua settima edizione tornare a Smartno, nel cuore della Brda, il meraviglioso collio sloveno. .

Joe Lovano Plays John Coltrane. A Palermo il sassofonista americano, accompagnato dal trio di Salvatore Bonafede, eseguirà alcune delle composizioni più memorabili di Coltrane..

Todd Barkan, Pat Metheny, Diane Reeves e Joanne Brackeen riceveranno il prestigioso National Endowment For The Arts 2018 Jazz Masters.

Il Saint Louis, Istituzione di Alta Formazione Artistica Musicale autorizzata dal Miur a rilasciare titoli accademici di I e II livello, apre le iscrizioni al prossimo anno accademico 2016/2017.

Click QUI per fare pubblicita' su Jazzitalia
Jazzitalia sbarca in Russia! Tradotti in cirillico alcuni articoli esclusivi.
Ultimi aggiunti:

            AMELIA SMOOTH JAZZ (gruppo)
            BOTTALICO Roberto (sax)
            CHIOZZI Alberto (batteria)
            DESIDERI Fabrizio (sax e clarinetto)
            DI IENNO Gianluca (piano)
            ESPOSITO Sergio (chitarra)
            GIOLLI Marco (batteria)
            MINI Elisa (voce)
            MOON WALKER JAZZ BAND (gruppo)
            PAVIGNANO Daniele (batteria e percussioni)
            PELLITTERI Marcello (batteria)
            PIRAINO Alessandro (chitarra)
            SALVADORI Mattia (tromba)
            SILVESTRI Vittorio (chitarra)
            VENTUROLI Danilo R. (piano)
            ZORZI Riccardo (batteria)
Trio Medieval & Arve Henriksen
Rimur



ECM (2017)

1. St Birgitta Hymn – Rosa rorans bonitatem
2. O Jesu dulcissime
3. Om ödet skulle skicka mig
4. Morgunstjarna
5. Risp upp, drottini dyro
6. St Magnus Hymn – Nobilis humilis
7. Láta gjalla létt ogg hátt
8. Brureslått
9. St Sunniva Hymn – Eterna Christi munera
10. Krummi
11. Anda þinn guo mér gef þú vist
12. Sulla lulla
13. Du är den första
14. Alma Redemptoris Mater
15. Bíum bíum bambaló
16. Jag haver ingen kärare
17. Gammelkjerringvalsen

Anna Maria Friman - voce, hardanger fiddle
Linn Andrea Fuglseth - voce, shruti box
Berit Opheim - voce
Arve Henriksen - tromba


Cosa ci fa un trio di musica medievale con un improvvisatore? La risposta è semplice: sana e buona musica; di quelle attinte a un carniere storico, fatto di musiche tradizionali, folcloriche, di canti e brani attinti da un innario senza tempo proveniente dall'Islanda, dalla Norvegia e dalla Svezia.

La terna di cantori utilizza, con parsimonia, piccoli strumenti che arricchiscono la tessitura armonica, già resa irreale e soave dalle voci della triade: l'hardanger, un violino della tradizione norvegese e lo shruti box, simile a un harmonium, è tipico della tradizione classica indiana.

Le voci sono illuminanti, chiare come l'acqua e sanno dosare tutta l'ampia tavolozza di colori di cui dispongono. La tromba di Henriksen è pura ricchezza e segue con passo attento tutte le evoluzioni dei brani con un timbro arrochito, fluido, vellutato. I temi sembrano aprirsi perfettamente alle improvvisazioni ordinate e meticolose del trombettista norvegese. La ricerca filologica del repertorio, poi, rimarca la bontà del titolo (Rimur, poema epico appartenente alla letteratura islandese). E la musica che qui fluisce, di epica e di lirismo ne ha da vendere.

Alceste Ayroldi per Jazzitalia






Articoli correlati:
23/07/2017

Südtirol Jazz Festival Altoadige 2017: "Dedicata agli artisti del Benelux la XXXV edizione del festival altoatesino che sempre più si caratterizza come una finestra sulla vasta scena del jazz europeo, e si svolge in alcune delle località più incantevoli." (Vincenzo Fugaldi)

16/06/2013

Young Jazz Festival 13: Artisti italiani della nuova frontiera jazz con una felice incursione norvegese e gran finale con la Liberorchestra, progetto di grande rilevanza sociale. (Vincenzo Fugaldi)

18/08/2012

Liberetto (Lars Danielsson) - Alceste Ayroldi

24/12/2011

Parma Jazz Frontiere - XVI Edizione: Il profumo di Norvegia dell'Arve Henriksen Trio, l'ensemble pieno di suono e solarità di John Surman con la Big Band di Bergen, l'omaggio a Graham Collier di Roberto Bonati e l'ensemble "Ruvido Insieme", la contaminazione fra arte contemporanea e musica del duo chitarra & tela di Luca Perciballi e Mattia Scappini in "Fragile" e poi del Pollock Project, il Bobo Stenson trio a chiudere magnificamente la XVI edizione del Parma Jazz Frontiere festival. (Margot Frank, Nina Molica)

13/07/2008

Moonstruck (Barbara Buchholz)

18/05/2008

Bergamo Jazz 2008, Arve Henriksen Trio e Roy Hargrove Quintet: "Giunto alla sua trentesima edizione, il longevo e felice Bergamo Jazz vede esibirsi sul palco, per la serata conclusiva, due fra i più eloquenti trombettisti attualmente in circolazione, in un concerto che sembra voler sondare le potenzialità espressive di questo strumento nei più diversi contesti, tradizionali o sperimentali." (Achille Zoni)

26/01/2008

3 x Supersilent al BLÅ di Oslo: "Supersilent non è una formazione che fa Jazz (se per Jazz si intende BeBop o swing), ma ha nel DNA la filosofia più alta del Jazz, e una capacità e voglia di improvvisare e rischiare uniche nel suo genere...Supersilent è un punto di arrivo, un luogo di ritrovo, un ritorno a casa per tutti i suoi componenti." (Luca Vitali)

17/09/2007

Intervista con Arve Henriksen: "...sono sempre stato molto aperto da quando ho cominciato a suonare la tromba e fare il musicista. Sono stato più interessato a lavorare con diversi tipi di musica, folk, jazz, contemporanea, rock pop. Io trovo davvero interessanti molti stili diversi...in ogni situazione in cui mi trovo, mi sforzo di trovare qualcosa da imparare..." (Luca Vitali)

19/08/2007

Nattjazz 2007 in Norvegia: "...qui si percepisce una cultura musicale molto diversa da quella che c'è nel nostro paese, gli organizzatori rischiano e propongono una miscela di stelle e di giovani totalmente sconosciuti, il pubblico da parte sua si fida del direttore artistico e non è vittima del grande nome. Gli artisti sperimentano e produco dei veri "workshop" spontanei. Il risultato è unico, la cornice straordinaria per cui di giorno c'è davvero la possibilità di trascorrere delle splendide giornate tra i Fiordi in attesa dei concerti serali." (Luca Vitali)

11/05/2007

Strjon (Arve Henriksen)







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 281 volte
Data pubblicazione: 08/06/2017

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti