Jazzitalia - Test Quintet: Saragolla
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Mimmo Langella pubblica "EAR TRAINING PER CHITARRA e non solo!", il primo manuale di Ear Training dedicato specificamente ai chitarristi.

Arriva l'Ancona Jazz Summer Festival con grandi artisti nazionali e internazionali .

Master della durata di 12 mesi in Music Industry Management. Direzione: Alceste Ayroldi. .

Anteprima della XX edizione del Multiculturita Summer Festival affidata a un'orchestra di giovanissimi:.

Prima edizione del Little Jazz Festival: il nuovo progetto degli studenti dell'indirizzo musicale della Scuola Secondaria di Primo Grado dell'Istituto Comprensivo di Fiesso Umbertiano..

Annunciati dal 16 al 20 luglio 2022 i prestigiosi Summer Camp del CEMM nella bella location toscana Poggio Cennina Resort con la distinzione tra jazz e pop-rock, entrambi con un team di altissimo profilo.

Annunciata la XX Edizione del Multiculturita Summer Festival che ospiterà Chiara Civello, Roberto Vecchioni e Raphael Gualazzi..

Alceste Ayroldi presenta al Conservatorio di Napoli il suo libro sulla legislazione dello spettacolo e il diritto d'autore in musica.

Pubblicato dalla Sher Music Co. un nuovo volume della collana Jazz Songbook dedicato alla musica di Steve Khan.

Blue Note Records e Universal Music Group Africa annunciano la creazione del nuovo marchio Blue Note Africa con la pubblicazione dell'album di Nduduzo Makhathini, "The Spirit Of NTU".

Grammy Award 2022: premi postumi (Chick Corea e Lyle Mays), la voce di Esperanza Spalding e i tre "nuovi talenti" Ron Carter, Jack DeJohnette, Gonzalo Rubalcaba.

Stage di Chitarra Flamenco di Manuel Montero nell'ambito del festival Arte in Vivo a San Lucido (Cosenza).

Esce anche in e-book il libro di Alceste Ayroldi sulla legislazione dello spettacolo e il diritto d'autore delle opere musicali.

Monopoli, sabato 12 marzo - Presentazione libro Alceste Ayroldi.

Nasce Pantuk, sinergia tra Pannonica e Tuk Music.

Alceste Ayroldi pubblica un libro sulla legislazione dello spettacolo e il diritto d'autore in musica .

Si è spento all'età di 95 anni la grande icona della chitarra jazz Franco Cerri..

Annunciato il San Severo Winter Jazz Festival 2021, 7 concerti internazionali dal 29 ottobre al 1 aprile 2022..

Ciao Paolo, musica e Jazzitalia in lutto per la scomparsa del sassofonista Pietro Paolo Mannelli. Aveva 84 anni..

Disponibile dal 2 dicembre per Adda Editore il libro "Paolo Lepore e la Jazz Studio Orchestra" curato da Alceste Ayroldi.

Pubblicato "Bass Way", il nuovo Metodo Didattico per contrabbasso classico e jazz di Marcello Sebastiani..

Esce Pentatonic Pyromania di Mimmo Langella, un manuale per arricchire tecniche e fraseggio per chitarra in ambito Pop, Rock, Jazz e Fusion.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Ultimi aggiunti:

            BELLADELLI Antonio (voce e contrabbasso)
            BLASIOLI Simone (sax)
            CAPORALE Giorgio (chitarra)
            CAPPI Andrea (piano, tastiere)
            CASSARA' Elio (chitarra)
            CRISPINO Luca (chitarra)
            CUOCO Ramon (tromba)
            GADDI Piero (pianoforte)
            GHIDONI Davide (tromba)
            LEPORE Fabio (voce)
            LUPI Benedetta (voce)
            MAZZA Cristina (sax)
            PELLEGRINO Vincenzo (batteria)
            ROSSINI Giorgio (voce)
            RUSSO Biagio (piano)
            TATONE Angelo (chitarra)
            THE JAZZ RUSSELL (gruppo)
            VARAVALLO Luca (contrabbasso)
Test Quintet
Saragolla



musica delle Sfere (2012)

1. Amaro
2. Pendolo
3. Petali
4. Seme 1
5. Saragolla
6. D.E.A.D.
7. Gardenia
8. Transiti
9. Seme 2
10. Continua tu
11. Seme amaro
12. Fixer

Stefano Tesei - Batteria
Silvia Bolognesi - Contrabbasso
Mauro Schiavone - Piano
Marco Colonna - Clarinetto basso
Tony Cattano - Trombone


Il titolo del secondo cd del Test Quintet fa riferimento alla saragolla, una pianta simile al frumento che dall'Egitto è arrivata in Italia dove conta una coltivazione specialistica ancora oggi nella terra d'Abruzzo. Come precisano le note allegate al disco, il tentativo è quello di coordinare e far convergere le differenti inseminazioni musicali dei componenti per dar vita ad un'insalata saporita, di gusto "modificato naturalmente". In questa misticanza si possono distinguere chiaramente, infatti, le varie voci strumentali, pur mescolate in un insieme di sicuro fascino perché comprendente richiami alla storia della musica jazz e contemporanea e spinte in avanti, oltre la semplice citazione e al di là della sintesi. Il Test quintet sottintende anche nel nome la leadership di Stefano Tesei.



Test è l'acronimo delle iniziali del batterista (cognome e nome), purtuttavia il gruppo viaggia in modo paritario. Ogni artista porta il suo contributo alla causa comune, sia in termini di idee, che in ragione di una scelta democratica nella scrittura e nell'organizzazione dei brani. Da questa intesa palpabile all'ascolto, da passioni provate e condivise o dalla valorizzazione di qualche materiale appartenente piuttosto a qualche elemento che alla totalità dei membri, da socializzare all'interno di un discorso comune, nasce una musica tanto ricca di spessore quanto gradevole nella fruizione, a saperla sentire. Si possono rinvenire nelle varie tracce, agevolmente, riferimenti a Ellington, transitando per Mingus, ma pure tutta una serie di rimandi al jazz post-postmoderno di oggi, in un "centrifugato" di stili, dentro o vicino al jazz, di una proposta fatta da chi vive l'attualità non dimenticando il passato più o meno recente. Il cd si sviluppa come una catena di pezzi collegati l'uno all'altro formalmente e anche per il contenuto: non potrebbe, cioè, essere montato diversamente.

Si passa da "Amaro", un'introduzione pregna di significati che si evolveranno in seguito, ad una mingusiana "Pendolo", dominata dal suono intenso del contrabbasso con le radici nella tradizione e nell'avanguardia nera. Si prosegue con il rumoristico "Petali", caratterizzato da un dialogo su note doppie e triple, discese nell'ultragrave e passaggi insistiti nel dissonante da parte dei due fiati. "Saragolla" è, invece, una beguine, dove Cattano e Colonna cantano a voce piena, mentre la ritmica accompagna con accenti vagamente mediorientali. Si arriva così al free bop di "D.E.A.D.", dove i solisti danno libero sfogo ad interventi tesi e aggrovigliati.
"Gardenia" è una riuscita ballad, un momento di pausa, di relax, nel rifulgere di idee, sviluppi e procedimenti non sempre omologhi (intenzionalmente) del resto dell'album. Qui Schiavone risalta in bella evidenza con un solo scintillante e discorsivo del suo pianoforte.
"Transiti" è architettonicamente elaborato, con quella frase semplice che punteggia il pezzo, va e torna. Il poderoso solo della Bolognesi in "Seme 2" è un intermezzo efficacissimo, incastonato a proposito all'interno delle tracce. Si scende o si sale ancora ad un free molto afroamericano, stile New Thing degli anni Sessanta, con "Continua tu". Ancora Schiavone è protagonista di "Seme amaro" con un solo che finisce dopo aver detto parecchio in un minuto scarso a disposizione. Si chiude con "Fixer", a suo modo melodica, almeno inizialmente su cui, poi, i solisti fanno succedere di tutto un po' negli spazi in cui i partners tacciono.

Sono tutti da apprezzare i musicisti coinvolti. Il clarinetto basso di Marco Colonna può definirsi dolphyano, ma non è un imitatore pedissequo. Prende le mosse da un modello illustre per costruire qualcosa di personale. Il trombone di Marco Cattano è pieno di calore, di tecnica; ricerca suoni sempre musicali, anche nell'apparente irregolarità. Il pianoforte di Mauro Schiavone opera, per contro, in cabina di regia, sottolineando adeguatamente l'atmosfera dei brani, calamitando l'energia dei partners e conducendo il gioco sapientemente, quando occorre. Stefano Tesei batte con giudizio su casse e tamburi, privilegiando un accompagnamento di ispirazione africana, usando al risparmio i piatti e il charleston. Silvia Bolognesi è un valore aggiunto in ogni incisione a cui partecipa: suona il contrabbasso con sentimento e cultura e, ormai, ha conseguito un timbro riconoscibile fra tanti altri. E' di pochi questa peculiarità.

Con "Saragolla" Stefano Tesei e i suoi compagni di avventura dimostrano di saper seminare con cura la loro musica, biologicamente e di poter raccogliere al momento giusto succosi frutti. Questo è un vero prodotto "di nicchia".

Gianni Montano per Jazzitalia







Articoli correlati:
22/01/2022

Ai Confini tra Sardegna e Jazz 2021 - XXXVI Edizione: "Il festival come lo ha voluto Basilio Sulis appare come una bella utopia realizzata, assieme al forte idealismo culturale, sociale, politico e civile che lo ha sempre sostenuto. Basilio lives!" (Aldo Gianolio)

06/09/2021

Südtirol Jazz Festival 2021: "Dopo una forzata interruzione nel 2020, lo storico festival altoatesino ha ripreso le proprie attività con un'edizione intitolata "Going Upstream". Andare controcorrente..." (Vincenzo Fugaldi)

30/01/2021

alive Shouts - An homage to Bessie Jones (Silvia Bolognesi Young Shouts)- Alceste Ayroldi

17/01/2021

Pierino e il Lupo in jazz (Ettore Fioravanti - Silvana Kühtz)- Gianni Montano

18/11/2018

Jazz&Wine of Peace 2018: "XXI Edizione del festival friulano in cui il ricco cartellone dei concerti è affiancato da un altrettanto ricco calendario di eventi collaterali, musicali e gastronomici" (Aldo Gianolio)

18/09/2016

Oltremente Festival. Itinerari di Jazz Contemporaneo: "La terza edizione del festival si è svolta in tre serate al Molo di Levante, affiancata da un laboratorio musicale sull'improvvisazione e la musica d'insieme condotto da Giancarlo Schiaffini." (Vincenzo Fugaldi)

07/08/2016

Vittoria Jazz Festival: "Il festival diretto da Francesco Cafiso, giunto alla nona edizione, ha cambiato formula: nove giorni consecutivi presso la consueta cornice di Piazza Enriquez ma anche presso altri suggestivi spazi della cittadina in provincia di Ragusa." (Vincenzo Fugaldi)

24/07/2016

L'uomo poco distante (Toni Cattano Ottetto)- Gianni Montano

26/01/2015

Dialogo (Silvia Bolognesi - Angelo Olivieri)- Nicola Barin

05/01/2015

A World Apart (Stefano Maltese Open Sound Ensemble)- Francesco Favano

12/10/2014

Minianimali (Lino Costa Hypnotic Trio)- Gianni Montano

12/10/2014

(In)Obediens (Fabio Sartori, Marco Colonna, Cristiano Calcagnile)- Nina Molica Franco

28/09/2014

Almost Jazz (Jocopo Pierazzuoli & The Kings Of Fire)- Nina Molica Franco

08/06/2014

Young Jazz Festival 14: "Dieci anni di Young Jazz a Foligno, celebrati con un'edizione densa di appuntamenti, che ha puntato a valorizzare il centro storico della cittadina umbra con una serie di momenti musicali di notevole spessore." (Vincenzo Fugaldi)

02/06/2014

Suoni dal carcere (Maria Pia De Vito, Silvia Bolognesi)- Alceste Ayroldi

19/05/2014

Il Mandorlo (Silvia Bolognesi Almond Tree)- Monica Mazzitelli

04/05/2014

MC3 - Marco Colonna Trio: "Marco Colonna, Fabio Sartori e Stefano Cupellini sanno perfettamente come trascinare il pubblico nel vortice intenso della loro frenesia musicale." (Nina Molica Franco)

28/10/2013

Faces And Tales (Daniele Cavallanti & The Brotherhood Creative Trance Music Ensemble)- Marco Buttafuoco

13/10/2013

Roccella Jazz Festival 2013: Trentatreesima edizione per il festival calabrese che, con una nuova direzione artistica, e' stato dedicato quest'anno alla tema della pace. (Vincenzo Fugaldi)

15/10/2012

If Not - Omaggio A Mario Schiano (Angelo Olivieri, Alipio C Neto, Doppio Trio Progetto Guzman)- Gianni Montano

02/09/2012

Domino's Tales (Domino Trio)- Gianni Montano

16/08/2012

Hear In Now (Mazz Swift, Tomeka Reid, Silvia Bolognesi)- Gianni Montano

14/05/2012

Vocione (Toni Cattano - Marta Raviglia)- Gianni Montano

10/03/2012

Sweet Dream Baby (Baap!)- Rossella del Grande

26/02/2012

Sempre per la attenta direzione artistica di Paolo Damiani, il festival ha portato nel profondo sud dell'Italia continentale una nutrita serie di validissimi musicisti. (Vincenzo Fugaldi)

06/11/2011

Holidays In Siena (Sabei Mateen - Silvia Bolognesi)- Enzo Fugaldi

27/11/2010

Large (Silvia Bolognesi Open Combo)- Vincenzo Fugaldi

13/05/2010

Supuesto Blue (Marcello Benetti)- Rossella Del Grande

06/03/2010

This Floating Space Suite (Stefano Maltese as Sikilli) - Giuseppe Mavilla

01/02/2010

The Spiritual Man (Open Orchestra Featuring John Tchicai) - Giuseppe Mavilla

06/01/2010

Nineteen Plus One (Colours Jazz Orchestra & Kenny Wheeler) - Alceste Ayroldi

26/12/2009

Live at Mikalsa Vol. 1 (O.I.D.) - Cinzia Guidetti

08/11/2009

Effetto Ludico (Alessandro Sacha Caiani) - Alceste Ayroldi

18/10/2009

L'arte della Guerra (Francesco Cusa "Skrunch") - Giuseppe Mavilla

28/06/2009

Guitto Gargle (Guitto Gargle) - Enzo Fugaldi

27/12/2008

VARIi (Silvia Bolognesi Living Quartet)

29/06/2008

si è concluso il Vittoria Jazz Festival - Music & Cerasuolo Wine: "...una prima edizione ben riuscita, tanto sotto l'aspetto musicale che per il buon seguito di pubblico, giunto anche dalle province limitrofe, il cui successo ha indotto già le realtà organizzatrici, Comune di Vittoria in testa, a dare appuntamento all'anno prossimo per l'edizione numero due..." (Antonio Terzo)

13/06/2007

La Scomparsa di Majorana (Luca Lo Bianco)

17/03/2007

Improvised music for imaginary films (Nursery Four)

07/06/2006

Beatles Jazz Tribute (Giuseppe Milici & Mauro Schiavone)

25/01/2006

Blue flat (Sergio Munafò)







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 1.365 volte
Data pubblicazione: 23/12/2012

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti