Jazzitalia - Recensioni - Alessandro Fedrigo: Secondo Solitario
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Arduino Jazz 2020. Al Parco Archeologico dell'Appia Antica il grande jazz tra nomi internazionali e sperimentazione con la rassegna ‘Dal Tramonto all'Appia: Around Jazz'.

Corso in Rebranding e Self-Promotion nel Music Business. A cura di Fiorenza Gherardi De Candei e Alceste Ayroldi.

Solo un arrivederci per Umbria Jazz. Costretti ad annullare l'edizione del 2020, sono già riprogrammati alcuni concerti esclusivi per l'edizione 2021!.

Saint Louis Club House, il nuovo salotto musicale ideato dal Saint Louis per ascoltare, vedere e degustare la musica comodamente dal divano di casa, in tempi di emergenza Covid-19. .

McCoy Tyner, icona del pianismo e del jazz, se ne è andato. Aveva 81 anni. .

Esce Pentatonic Pyromania di Mimmo Langella, un manuale per arricchire tecniche e fraseggio per chitarra in ambito Pop, Rock, Jazz e Fusion.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            ADJÀ QUINTET (gruppo)
            ALESSI Piero (batteria)
            BELLADELLI Antonio (voce e contrabbasso)
            CAGNETTA Mariangela (voce)
            CAPRARESE Cristian (pianoforte)
            CRISTOFARO Gaetano (sax e clarinetto)
            DIMONTE Pippi (contrabbasso)
            FINOCCHIARO Franco (contrabbasso)
            INDRA (gruppo)
            LAVIANO Alfredo (batteria e percussioni)
            LEPORE Fabio (voce)
            MECENERO Maurizio (chitarra)
            RICCIU Daniele (sax)
            RIVA Marco (polistrumentista)
            ROBERTO Davide (percussioni)
            ROSSINI Giorgio (voce)
            SILVA JOLY Raquel (chitarra)
            TATONE Angelo (chitarra)
            VARAVALLO Luca (contrabbasso)
Alessandro Fedrigo
Secondo Solitario



Nusica.org (2018)

1. Nel vuoto
2. Marziana
3. Felita
4. Hypersteps
5. Improvvisazione n.4
6. Futuritmi
7. Obscurio
8. Nautilus
9. Improvvisazione n.5
10. Hans
11. Due lune

Alessandro Fedrigo - basso acustico


E' la tredicesima uscita per la casa discografica veneta, frutto di un lavoro collettivo di alcuni tra i più interessanti musicisti del panorama musicale nazionale. L'avventura discografica di Alessandro Fedrigo, invece, è iniziata lungo tempo orsono (oramai), perché risale alla metà degli anni Novanta. E di acqua sotto i ponti del musicista veneto ne è passata in abbondanza: tutta, però, sotto un unico denominatore, quello della ricerca musicale, dei suoni, per dare un bel calcio alla banalità. Il consolidato sodalizio XY Quartet ha dato eccellenti risultati, così come il duo con Roberto Gemo e l'ensemble di Luigi Vitale, fino ad arrivare al recentissimo Ar-Men Trio (con Gemo e Max Trabucco alla batteria). Qui Fedrigo ripercorre quella stretta e sinuosa via già intrapresa nel 2011 con " Solitario": una strada fatta di tagliole aguzze, che spinge l'ancora inconsapevole – e futuro – ascoltatore ad aspettarsi un disco dal gusto già passato e riverito. Bene, se questo è la tentazione all'approccio, ci si tenga alla larga da questo lavoro, perché il bassista e compositore di Treviso ha ordito, ancora una volta, un disco da far accapponare la pelle: dalle sinistre e meccaniche (industrial) sonorità "strofinate" di "Nel vuoto", con tanto di abbrivio finale di un treno fantasma (forse), agli accordi polposi e i sussulti ritmici – con armonie composte – che mettono in chiaro tutta l'eleganza e la classe del Nostro ("Marziana"); formato che si ripete, arricchite da sbreghi crepuscolari, in "Felita". Note elaborate, accordi rimpallanti in "Hypersteps", unico brano apocrifo, che echeggia di sassofono, tanto quanto il suo compositore (Nicola Fazzini). A fronte di undici brani, Fedrigo dedica due episodi ad altrettante improvvisazioni che schiumano avanguardia e gentilizie passioni bassistiche.
 
In "Obscurio" e " Nautilus", salgono in cattedra due motivi da scena rock-pop con un lavoro teso e scuro sulle corde che li rende ancor più appetibili. Si chiude con le pause e le sospensioni cariche di humus fecondo, note luminose che spianano la strada al futuro di un Terzo Solitario.

Alceste Ayroldi per Jazzitalia







Articoli correlati:
06/09/2020

Vortex (Itaca 4et)- Gianni Montano

27/05/2018

Orbite (XY Quartet)- Alceste Ayroldi

11/09/2016

Saadif (Hyper+ & Amir Elsaffar)- Alceste Ayroldi

11/08/2015

Corde alterne (Roberto Gemo & Alessandro Fedrigo)- Alceste Ayroldi

14/06/2015

Intervista ad Alessandro Fedrigo e Nicola Fazzini: "...il problema che rilevo è una scarsa professionalità nel nostro settore, in senso generale, e questo non vale solo per i musicisti ma, anche per organizzatori, discografici, giornalisti e uffici stampa." (Alceste Ayroldi)

25/01/2015

Il giro d'Italia a bordo di un disco - Alessandro Fedrigo, Nusica.org: "...siamo interessati a progetti di musica originale e innovativa, con contenuti artistici che meritino di essere veicolati." (Alceste Ayroldi)

09/08/2014

XY (Fazzini Fedrigo XY Quartet)- Alceste Ayroldi

17/10/2010

Echoes (Alessia Obino) - Marco Buttafuoco







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 453 volte
Data pubblicazione: 27/01/2019

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti