Jazzitalia - Recensioni - Faden Piano Trio: Seducendo
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Rinvio al 2021 per la XX Edizione del Beat Onto Jazz Festival.

Multiculturita Summer Fest 2020!! Annunciata anche nel 2020 un'edizione del famoso e longevo festival capursese: aLa musica del crooner Nick The NightFly Quintet e il Brasile di Rosalia de Souza..

12.500 euro destinati per una Borsa di Studio "Giorgia Mileto". promossa dalla famiglia e dal Saint Louis College of Music per i Corsi accademici di Jazz & Popular Music..

Corso in Rebranding e Self-Promotion nel Music Business. A cura di Fiorenza Gherardi De Candei e Alceste Ayroldi.

E' morto Jimmy Cobb.

Solo un arrivederci per Umbria Jazz. Costretti ad annullare l'edizione del 2020, sono già riprogrammati alcuni concerti esclusivi per l'edizione 2021!.

Aldo Bassi, trombettista, direttore d'orchestra, insegnante e leader di varie band, è venuto a mancare a Latina..

Saint Louis Club House, il nuovo salotto musicale ideato dal Saint Louis per ascoltare, vedere e degustare la musica comodamente dal divano di casa, in tempi di emergenza Covid-19. .

McCoy Tyner, icona del pianismo e del jazz, se ne è andato. Aveva 81 anni. .

Esce Pentatonic Pyromania di Mimmo Langella, un manuale per arricchire tecniche e fraseggio per chitarra in ambito Pop, Rock, Jazz e Fusion.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            ADJÀ QUINTET (gruppo)
            ALESSI Piero (batteria)
            CAGNETTA Mariangela (voce)
            CAPRARESE Cristian (pianoforte)
            CRISTOFARO Gaetano (sax e clarinetto)
            DIMONTE Pippi (contrabbasso)
            FINOCCHIARO Franco (contrabbasso)
            INDRA (gruppo)
            LAVIANO Alfredo (batteria e percussioni)
            LEPORE Fabio (voce)
            MECENERO Maurizio (chitarra)
            RICCIU Daniele (sax)
            RIVA Marco (polistrumentista)
            ROBERTO Davide (percussioni)
            ROSSINI Giorgio (voce)
            SILVA JOLY Raquel (chitarra)
            TATONE Angelo (chitarra)
            VARAVALLO Luca (contrabbasso)
Faden Piano Trio
Seducendo



Jazz Tone Records (2013)

1. Evocazione della lontananza
2. Seducendo
3. Avithai
4. Schneebett
5. I corvi di Warthestrasse
6. Piano Baby Freeze
7. Zenofania
8. Per Eris

Pier Marco Turchetti - pianoforte e tastiere
Adriano Rugiadi - basso fretless
Stefano Calvano - batteria e percussioni


Gli psicologi della comunicazione consigliano di non iniziare discorsi scritti o parlati con l'avverbio negativo (per non apparire troppo spoetizzanti). E' qui il caso di disattendere il consiglio, perché per meglio comprendere Faden Piano Trio è da dire cosa non sono: non sono scontati, non fanno un disco ogni due mesi, non si preoccupano di mettere in mostra i muscoli e darsi ad attività ginnico-musicali, non fanno pubblicità massiva, non si svendono al miglior offerente. In pratica, fanno quello che i musicisti seri di ogni parte del mondo fanno (o dovrebbero fare): studiano, ricercano, si confrontano e, quindi, i risultati non possono che essere illuminanti.

Purtroppo, tra i vari "non" c'è da dire che non suonano molto in giro, non primeggiano nei cartelloni italiani come qualche musicista nostrano che suona in ogni dove e ogni situazione. Ma questa non è una loro scelta, è un effetto collaterale di non essere pronti al commercio-mercimonio e, soprattutto, della miopia di molti organizzatori. "Seducendo" arriva dopo tre anni dalla precedente opera prima "Mehr Als Leben" e ne segue la scia, liberando aria fresca e rugiadosa.

Le composizioni sono tutte della triade, non c'è spazio per un leader. Si parte da una cellula melodica di matrice classica costruita dal pianoforte di Turchetti che, come in un labirinto, trova una forma e percorso diversi: si dilata, si restringe e si arricchisce delle tornite onde sonore del basso senza tasti e delle pennellate di Calvano. "Evocazione della lontananza" cita "My Favorite Things" con delicatezza, la destruttura, Turchetti la istoria con il suo tocco solo apparentemente delicato, forbito senza ostentare. Il pianista di Faenza non mette mai in cantina il suo alter ego alla musica: è un filosofo e germanista di vaglia e, manco a farlo apposta, l'evocazione arriva dal filosofo e scrittore berlinese Walter Benjamin.
L'ostinato ripetersi degli accordi impressi dal pianoforte in "Avitahi" apre a un susseguirsi di cromatismi sullo stesso pattern che, d'emblée, cambia passo. In verità ogni brano è una mini-suite e l'incedere, il cambio ritmico è dettato dalle avvolgenti corde di Rugiadi in combine con la creativa puntualità di Calvano.

E anche l'onirico può diventare nerboruto, così nel loop naturale (senza macchinari elettronici!) di "Schneebett". Turchetti padroneggia l'irruenza e il suo tempestoso pianismo, sembra sollevare i momenti di pausa, di stasi e metterli su di un piedistallo in movimento ("I corvi di Warthestrasse", "Piano Baby Freeze"). E tutto è naturale, senza artifizi e con grande divertimento dei tre. E anche di chi ascolta, o dovrebbe ascoltare: perché da questo disco le sferzate arrivano e sono belle, rinvigorenti.

Alceste Ayroldi per Jazzitalia







Articoli correlati:
02/09/2012

Mehr Als Leben (Faden Piano Trio) - Alceste Ayroldi







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 896 volte
Data pubblicazione: 31/08/2014

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti