Jazzitalia - Recensioni - Faden Piano Trio: Seducendo
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Arriva l'Ancona Jazz Summer Festival con grandi artisti nazionali e internazionali .

Master della durata di 12 mesi in Music Industry Management. Direzione: Alceste Ayroldi. .

Anteprima della XX edizione del Multiculturita Summer Festival affidata a un'orchestra di giovanissimi:.

Prima edizione del Little Jazz Festival: il nuovo progetto degli studenti dell'indirizzo musicale della Scuola Secondaria di Primo Grado dell'Istituto Comprensivo di Fiesso Umbertiano..

Annunciati dal 16 al 20 luglio 2022 i prestigiosi Summer Camp del CEMM nella bella location toscana Poggio Cennina Resort con la distinzione tra jazz e pop-rock, entrambi con un team di altissimo profilo.

Annunciata la XX Edizione del Multiculturita Summer Festival che ospiterà Chiara Civello, Roberto Vecchioni e Raphael Gualazzi..

Alceste Ayroldi presenta al Conservatorio di Napoli il suo libro sulla legislazione dello spettacolo e il diritto d'autore in musica.

Pubblicato dalla Sher Music Co. un nuovo volume della collana Jazz Songbook dedicato alla musica di Steve Khan.

Blue Note Records e Universal Music Group Africa annunciano la creazione del nuovo marchio Blue Note Africa con la pubblicazione dell'album di Nduduzo Makhathini, "The Spirit Of NTU".

Grammy Award 2022: premi postumi (Chick Corea e Lyle Mays), la voce di Esperanza Spalding e i tre "nuovi talenti" Ron Carter, Jack DeJohnette, Gonzalo Rubalcaba.

Stage di Chitarra Flamenco di Manuel Montero nell'ambito del festival Arte in Vivo a San Lucido (Cosenza).

Esce anche in e-book il libro di Alceste Ayroldi sulla legislazione dello spettacolo e il diritto d'autore delle opere musicali.

Monopoli, sabato 12 marzo - Presentazione libro Alceste Ayroldi.

Nasce Pantuk, sinergia tra Pannonica e Tuk Music.

Alceste Ayroldi pubblica un libro sulla legislazione dello spettacolo e il diritto d'autore in musica .

Si è spento all'età di 95 anni la grande icona della chitarra jazz Franco Cerri..

Annunciato il San Severo Winter Jazz Festival 2021, 7 concerti internazionali dal 29 ottobre al 1 aprile 2022..

Ciao Paolo, musica e Jazzitalia in lutto per la scomparsa del sassofonista Pietro Paolo Mannelli. Aveva 84 anni..

Disponibile dal 2 dicembre per Adda Editore il libro "Paolo Lepore e la Jazz Studio Orchestra" curato da Alceste Ayroldi.

Pubblicato "Bass Way", il nuovo Metodo Didattico per contrabbasso classico e jazz di Marcello Sebastiani..

Esce Pentatonic Pyromania di Mimmo Langella, un manuale per arricchire tecniche e fraseggio per chitarra in ambito Pop, Rock, Jazz e Fusion.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Ultimi aggiunti:

            BELLADELLI Antonio (voce e contrabbasso)
            BLASIOLI Simone (sax)
            CAPORALE Giorgio (chitarra)
            CAPPI Andrea (piano, tastiere)
            CAPRARESE Cristian (pianoforte)
            CASSARA' Elio (chitarra)
            CRISPINO Luca (chitarra)
            CUOCO Ramon (tromba)
            GADDI Piero (pianoforte)
            GHIDONI Davide (tromba)
            LEPORE Fabio (voce)
            LUPI Benedetta (voce)
            MAZZA Cristina (sax)
            PELLEGRINO Vincenzo (batteria)
            ROSSINI Giorgio (voce)
            TATONE Angelo (chitarra)
            THE JAZZ RUSSELL (gruppo)
            VARAVALLO Luca (contrabbasso)
Faden Piano Trio
Seducendo



Jazz Tone Records (2013)

1. Evocazione della lontananza
2. Seducendo
3. Avithai
4. Schneebett
5. I corvi di Warthestrasse
6. Piano Baby Freeze
7. Zenofania
8. Per Eris

Pier Marco Turchetti - pianoforte e tastiere
Adriano Rugiadi - basso fretless
Stefano Calvano - batteria e percussioni


Gli psicologi della comunicazione consigliano di non iniziare discorsi scritti o parlati con l'avverbio negativo (per non apparire troppo spoetizzanti). E' qui il caso di disattendere il consiglio, perché per meglio comprendere Faden Piano Trio è da dire cosa non sono: non sono scontati, non fanno un disco ogni due mesi, non si preoccupano di mettere in mostra i muscoli e darsi ad attività ginnico-musicali, non fanno pubblicità massiva, non si svendono al miglior offerente. In pratica, fanno quello che i musicisti seri di ogni parte del mondo fanno (o dovrebbero fare): studiano, ricercano, si confrontano e, quindi, i risultati non possono che essere illuminanti.

Purtroppo, tra i vari "non" c'è da dire che non suonano molto in giro, non primeggiano nei cartelloni italiani come qualche musicista nostrano che suona in ogni dove e ogni situazione. Ma questa non è una loro scelta, è un effetto collaterale di non essere pronti al commercio-mercimonio e, soprattutto, della miopia di molti organizzatori. "Seducendo" arriva dopo tre anni dalla precedente opera prima "Mehr Als Leben" e ne segue la scia, liberando aria fresca e rugiadosa.

Le composizioni sono tutte della triade, non c'è spazio per un leader. Si parte da una cellula melodica di matrice classica costruita dal pianoforte di Turchetti che, come in un labirinto, trova una forma e percorso diversi: si dilata, si restringe e si arricchisce delle tornite onde sonore del basso senza tasti e delle pennellate di Calvano. "Evocazione della lontananza" cita "My Favorite Things" con delicatezza, la destruttura, Turchetti la istoria con il suo tocco solo apparentemente delicato, forbito senza ostentare. Il pianista di Faenza non mette mai in cantina il suo alter ego alla musica: è un filosofo e germanista di vaglia e, manco a farlo apposta, l'evocazione arriva dal filosofo e scrittore berlinese Walter Benjamin.
L'ostinato ripetersi degli accordi impressi dal pianoforte in "Avitahi" apre a un susseguirsi di cromatismi sullo stesso pattern che, d'emblée, cambia passo. In verità ogni brano è una mini-suite e l'incedere, il cambio ritmico è dettato dalle avvolgenti corde di Rugiadi in combine con la creativa puntualità di Calvano.

E anche l'onirico può diventare nerboruto, così nel loop naturale (senza macchinari elettronici!) di "Schneebett". Turchetti padroneggia l'irruenza e il suo tempestoso pianismo, sembra sollevare i momenti di pausa, di stasi e metterli su di un piedistallo in movimento ("I corvi di Warthestrasse", "Piano Baby Freeze"). E tutto è naturale, senza artifizi e con grande divertimento dei tre. E anche di chi ascolta, o dovrebbe ascoltare: perché da questo disco le sferzate arrivano e sono belle, rinvigorenti.

Alceste Ayroldi per Jazzitalia







Articoli correlati:
02/09/2012

Mehr Als Leben (Faden Piano Trio) - Alceste Ayroldi







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 973 volte
Data pubblicazione: 31/08/2014

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti