Jazzitalia - Giancarlo Mazzù – Luciano Troja: Seven Tales About Standards vol. 2
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Splasc(H) Records CDH1544.2
Reg. il 2 ottobre 2008 a Scordia (Ct), Sonora Studio Rec.
Giancarlo Mazzù – Luciano Troja
Seven Tales About Standards vol. 2


1. Bye Bye Blackbird (Ray Henderson-Mort Dixon, 1926)
2. Cheek to Cheek (Irving Berlin, 1935)
3. Softly as in a Morning Sunrise (Oscar Hammerstein II-Sigmund Romberg, 1928)
4. East of the Sun (and West of the Moon) (Brooks Bowman, 1934
5. Autumn Leaves (Les Feuilles Mortes) (Jacques Prevert-Joseph Kosma, 1945)
6. Everything Happens To Me (Tom Adair-Matt Dennis, 1941)
7. Bye Bye Blackbird (alternate take)
8. All the things you are (Oscar Hammerstein II-Jerome Kern, 1939)
9. Cheek to Cheek (alternate take)
10. Softly as in a Morning Sunrise (alternate take)

Giancarlo Mazzù - chitarra
Luciano Troja - pianoforte





Q
uesto secondo volume che testimonia la collaborazione tra il chitarrista calabrese Giancarlo Mazzù e il pianista siciliano Luciano Troja è stato registrato in studio a tre anni di distanza dal primo. Peculiare la scelta dei brani, come nel precedente cd: tutti standard conosciutissimi, con i titoli riportati citando gli autori, le date e i musical di provenienza. E vincente la formula: più che al duo di Bill Evans e Jim Hall, è leggermente più vicina a un altro celebre incontro tra Hall e un grande pianista, Michel Petrucciani, con la complicità di Wayne Shorter, nel mitico Power of Three. Ma è l'atteggiamento nei confronti degli standard che è particolare: più rispettoso e canonico che nel primo volume, ma ricco di fantasia, verve, gioia di suonare, di mettere a confronto questi brani leggeri americani con la formazione dei musicisti, con le loro multiformi esperienze in campo classico per Mazzù e jazzistico per Troja. Ed eccoli allora tirar fuori ancora qualcosa di nuovo, di inascoltato, da questi usatissimi canovacci, come in una sorprendente Autumn Leaves, preziosamente arrangiata con l'accompagnamento affidato alla chitarra e in una dilatata All the things you are.

Da citare, infine, l'ottima qualità della registrazione di questo ottimo cd, che restituisce alla perfezione i suoni del pianoforte e della chitarra semiacustica Greg Bennett di Mazzù.

Vincenzo Fugaldi per Jazzitalia







Articoli correlati:
29/11/2014

Oltremente Festival 2014 : "Jazz d'avanguardia e rivisitazione del passato, improvvisazione istantanea e composizione contemporanea (ma molto altro ancora)..." (Gianmichele Taormina)

12/08/2013

Quattro chiacchiere con...Giancarlo Mazzu' e Luciano Troja: "...quando suoniamo, tratteniamo rigorosamente in mente il significato musicale di questi temi, cosi' sono essi stessi a suggerirci le varie strade da seguire." (Alceste Ayroldi)

27/08/2010

Among the Waves of Light (Giancarlo Mazzù Trio meets Salvatore Bonafede)- Alessandro Carabelli

06/03/2010

"At home with Zindars" di Luciano Troja. La scoperta di un compositore amato da Bill Evans (Rossella del Grande)

06/03/2010

At Home With Zindars (Luciano Troja)- Francesco Martinelli

15/08/2008

Pure Landscapes (Giancarlo Mazz�)







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 2.093 volte
Data pubblicazione: 28/06/2009

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti