Jazzitalia - Jonathan Kreisberg: Shadowless
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Edizione Speciale, il nuovo album di Enrico Rava.

Si è spento all'età di 95 anni la grande icona della chitarra jazz Franco Cerri..

Annunciato il San Severo Winter Jazz Festival 2021, 7 concerti internazionali dal 29 ottobre al 1 aprile 2022..

Pubblicato "The Rising Sun" il nuovo e quarto album del chitarrista modern jazz Fabrizio Savino.

ECM: le novità in uscita della prestigiosa casa discografica tedesca. .

Open Day del Saint Louis Music School dedicato al Master in I livello in Music Business & Management. .

Al via il Premio Rota 2021. Un'edizione dove accanto alla consegna dei riconoscimenti vi sarà tanta musica dal vivo. .

Morto Don Marquis (4 maggio 1933 - 29 luglio 2021) indimenticabile storico del jazz e autore del volume “In search of Buddy Bolden: first man of jazz".

Ciao Paolo, musica e Jazzitalia in lutto per la scomparsa del sassofonista Pietro Paolo Mannelli. Aveva 84 anni..

Disponibile dal 2 dicembre per Adda Editore il libro "Paolo Lepore e la Jazz Studio Orchestra" curato da Alceste Ayroldi.

Pubblicato "Bass Way", il nuovo Metodo Didattico per contrabbasso classico e jazz di Marcello Sebastiani..

Esce Pentatonic Pyromania di Mimmo Langella, un manuale per arricchire tecniche e fraseggio per chitarra in ambito Pop, Rock, Jazz e Fusion.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            ADJÀ QUINTET (gruppo)
            BELLADELLI Antonio (voce e contrabbasso)
            BLASIOLI Simone (sax)
            CAGNETTA Mariangela (voce)
            CAPRARESE Cristian (pianoforte)
            CASSARA' Elio (chitarra)
            CRISPINO Luca (chitarra)
            CRISTOFARO Gaetano (sax e clarinetto)
            CUOCO Ramon (tromba)
            GADDI Piero (pianoforte)
            GHIDONI Davide (tromba)
            INDRA (gruppo)
            LAVIANO Alfredo (batteria e percussioni)
            LEPORE Fabio (voce)
            MAZZA Cristina (sax)
            ROSSINI Giorgio (voce)
            TATONE Angelo (chitarra)
            VARAVALLO Luca (contrabbasso)
Jonathan Kreisberg
Shadowless



NEW FOR NOW MUSIC (2011)

1. Twenty One (7:57)
2. Stir the Stars (5:50)
3. Shadowless (5:47)
4. Zembekiko* (7:07)
5. Long, Like a Mercury Day (7:04)
6. The Common Climb (8:40)
7. Defying Gravity (3:27)
8. Nice Work If You Can Get It (8:26)

Jonathan Kreisberg - Guitar
Will Vinson - Saxophone
Henry Hey - Piano
Matt Penman - bass
Mark Ferber - drums


Le otto tracce del disco di Jonathan Kreisberg e soci, evidenziano una visione moderna e carica di "energia jazz". L'ascoltatore è immerso in un viaggio sonoro in cui la melodia e la ricerca armonica si fondono con ritmi diversi in un'esplorazione di territori sempre nuovi. Le dinamiche sono sempre in movimento ed il timbro del chitarrista evidenzia un'analisi acuta delle possibilità che lo strumento può offrire ed alterna suoni acustici morbidi e rotondi a energiche distorsioni (The common Climb) o ad accordi che ricordano il suono dell'organo (Long Like a Mercuri Day) o a linee più flautistiche (Defying Gravity).

Will Vinson al sax infuoca l'atmosfera con soli di notevole spessore, la sezione ritmica ormai consolidata è affidata a Matt Penman al contrabbasso e Mark Ferber alla batteria ed il pianista Henry Hey svolge un ruolo non secondario nel supporto armonico della band ed è all'altezza dei suoi colleghi per gusto e maestria dei soli.

L'album si apre con Twenty One in cui un breve intro di chitarra è seguito da un tema in 7/4 eseguito all'unisono con il sax di Vinson. Nonostante il tempo irregolare il brano è caratterizzato da un liricismo invidiabile ed un'energia superba. Stir The Stars è un up-tempo funambolico mentre Shadowless presenta dei toni più morbidi e riflessivi. Interessante la rivisitazione di una melodia appartenente alla tradizione greca come Zembèkiko con un suono di chitarra e delle linee esotiche. Chiude l'album l'unica cover: Nice Work If You Can Get It di Gershwin che ci riporta allo swing ed alla tradizione, ottima chiusura di un lavoro di Jazz contemporaneo per non dimenticare le radici.

Il talento di Jonathan Kreisberg viene esplorato in tutte le sue forme in questo suo nuovo lavoro. La scrittura matura e la capacità di raccontare sempre una storia nei suoi soli, lo rendono ormai una stella affermata nel firmamento del jazz. Un album opera di un chitarrista, destinato non soltanto ai chitarristi.

Stefano Clemente per Jazzitalia


Intervista a Jonathan Kreisberg







Articoli correlati:
29/11/2015

James Farm Quartet (J. Redman, A. Parks, M. Penman, E. Harland): "...un collettivo che esprime una forma di hard bop contemporaneo, che alla raffinatezza formale unisce interessanti considerazioni di stampo sociologico." (Niccolò Lucarelli)

18/03/2012

Il jazz diventa un pretesto per improvvisare, il criterio per dialogare con gli altri strumenti è "la libertà in funzione della spontaneità". (Viviana Falcioni)

10/09/2011

IX Edizione del Multiculturita Summer Jazz Festival: Apertura con Angiuli-Di Turi-Angiuli, Attolini J.E.P. Quartet e la Municipale Balcanica, poi Stefano Di Battista "Woman's Land", Pino Mazzarano - Gianni Lenoci, la giovane Orchestra del Saint Louis e Stefano Bollani con i suoi Visionari: "...un festival dove la qualità della musica, unita ad una oramai altissima e collaudata cura organizzativa, lo portano ad essere una delle rassegne maggiormente rappresentative della regione Puglia." (Marco Losavio)

19/08/2011

Intervista con Jonathan Kreisberg: "Il momento che stiamo vivendo è molto stimolante. Dopo il jazz classico è stato il momento della fusion ma da allora le cose sono cambiate. L'idea di fusion è cambiata. All'inizio si pensava che la fusion dovesse essere aggressiva e con la dinamica sempre al massimo. Il linguaggio era differente. Adesso con i ritmi di tutto il mondo e la tradizione Swing e Bebop, c'è più bilanciamento." (Stefano Clemente)

06/03/2010

So Rise Up (The Rory Stuart Quartet)- Roberto Biasco

04/07/2009

Introducing (Joris Roelofs) - Luca Labrini

15/06/2008

A New Conversations - Vicenza Jazz 2008 si distingue, tra gli altri, Ariel, un pianista di soli dieci anni: "Se si ascolta e si guarda allo stesso tempo, puo' prevalere a volte la tenerezza e lo stupore per le capacita' tecniche di un bambino. Ma se si chiudono gli occhi si capisce che non c'e' alcuna differenza con un pianista maturo. Padronanza ritmica, gradevolezza melodica, capacita' improvvisativa e soprattutto di scrittura..." (Giovanni Greto)





Video:
Joshua Redman Trio
The Joshua Redman Trio live at the 2008 Iowa City Jazz Festival., , Joshua Redman-saxophones, Matt Penman-bass, Bill Stewart-drums, , 7-6-08...
inserito il 07/07/2008  da SlickJitsu - visualizzazioni: 3478
Joe Locke Quartet "The Rosario Material" live
The Joe Locke Quartet, live at A-Trane, Berlin (Nov. 05, 2007) — "The Rosario Material", featuring Joe Locke (vibes), Jonathan Kreisbe...
inserito il 01/02/2008  da nadworks - visualizzazioni: 2133


Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 1.894 volte
Data pubblicazione: 19/08/2011

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti