Jazzitalia - ;auro Ottolini - Beppe Calamosca: Slide Family
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

2007 SPLASC(H) RECORDS.
Mauro Ottolini - Beppe Calamosca
Slide Family


1. Lester Fantasy
2. Mood Indigo
3. Zerozerootto
4. Hi Gary
5. Ecologic Island
6. Recuerdo
7. Quattro Situazioni Incresciose
8. Teen Town
9. Muddy In The Bank
10. Requiem
11. Zeppelin Suite

Mauro Ottolini - trombone, tuba, slide tumpet, loop machine, didjeridoo, rock effects
Beppe Calamosca - trombone, accordion.
Giancarlo Schiaffini - trombone, live electronics
Rudy Migliardi - trombone, euphonium.
Giancarlo Roberti - Trombone.
Massimo Zanotti - trombone, euphonium.
Simone Pederzoli - trombone
Peter Cazzanelli - trombone basso
Luca Moresco - trombone, euphonium
Mauro Carollo - trombone, euphonium
U.t Gandhi - drums And percussin
Dj Thief - rumori
Special Guest
Gary Valente - trombone





P
oesia surreale, colori di pittura naif, echi di banda paesana e di corte rinascimentale, di New Orleans: è questo il collage, meglio dire l' impasto, sonoro, creato da questo stravagante ensemble. Nel quale peraltro suonano, oltre ai leader Mauro Ottolini, solisti del calibro di Rudy Migliardi, Giancarlo Schiaffini, Beppe Calamosca, U.T Gandhi.

Pensate: un gruppo di soli tromboni (che diventano all'occorrenza bassi tuba, bombardini, didjeridoo, slide trumpet, con l'intervento in qualche caso della fisarmonica) e batteria. Niente ritmica tradizionale o sax. Effetti elettronici vari, invece, e voci di ottoni elaborate e "massacrate" fino a che assumono sonorità di chitarre elettriche. Un progetto luminoso e lunare, immerso tanto nel free jazz quanto nella tradizione. Capace di confrontarsi con Ellington e i Wheater Report, con Lester Bowie e con Mozart, fino ai Led Zeppelin. Una scrittura piena di danza e di divertimento, con lo scopo dichiarato di "contrapporre a blocchi di musica ben suonata e intonata, macchie di imperfezione, momenti di forzatura, di disturbo, giochi, scherzi, rumori", come dice lo stesso Ottolini. Esempio di questa stralunata poetica è la sequenza mozartiana dal Requiem. Un trombone classico attacca la meravigliosa melodia del "Tuba Mirum": austero, intenso. Un dj gioca contro di lui, quasi punzecchiando, con effetti irriverenti, tanta magnificenza. Poi la scena cambia, sul ritmo pesante di una fanfara di paese il trombone di Gary Valente fotografa una specie di sgangherato funerale campestre, popolato da personaggi surreali. Se pittura e musica non fossero arti tanto diverse fra loro verrebbero in mente certi quadri di Ligabue. Ma anche le scatenate fantasie poetiche di uno scrittore come Ermanno Cavazzoni ("Il poema dei lunatici" ad esempio).

Questo non è modo di fare critica musicale. Me ne rendo conto. Ma con questo disco è possibile anche lasciarsi andare a queste suggestioni che vanno oltre le righe del pentagramma. Anche perché, se queste righe vi inducessero a comprare il disco potreste contare sulle bellissime, più austere ed approfondite, note di copertina di Luigi Onori.
Marco Buttafuoco per Jazzitalia







Articoli correlati:
15/09/2018

Intervals I (Franco D'Andrea Octet)- Gianni Montano

29/07/2018

Multiculturita Summer Jazz Festival 2018: Grande successo di pubblico per la XVI edizione che ha visto in scena Tosca, Mauro Ottolini Ottovolante e Peppino Di Capri con tre eccellenti jazzisti di fama internazionale.

18/03/2018

Tenco: Come ti vedono gli altri? (Mauro Ottolini)- Gianni Montano

27/01/2018

Piacenza Jazz Fest 2018: XV Edizione: Più di 50 eventi in 40 giorni nei più bei teatri e location di Piacenza e provincia. Grande attesa per Toquinho Dave Douglas, Uri Caine, Lee Konitz, Michel Portal, Mauro Ottolini e Vjay Iyer

14/01/2018

I primi due giorni di Umbria Jazz Winter 2017/2018: "Per i suoi venticinque anni Umbria Jazz Winter si è voluta trattare bene: a Orvieto: un sacco di musicisti, molti dei quali "resident artist" che grazie a questo si sono esibiti in più concerti." (Aldo Gianolio)

08/01/2017

Il mondo che verrà (Raffaello Pareti "The Roar at the Door")- Gianni Montano

18/09/2016

Oltremente Festival. Itinerari di Jazz Contemporaneo: "La terza edizione del festival si è svolta in tre serate al Molo di Levante, affiancata da un laboratorio musicale sull'improvvisazione e la musica d'insieme condotto da Giancarlo Schiaffini." (Vincenzo Fugaldi)

02/11/2015

Mauro Ottolini Sousaphonix - Musica per una società senza pensieri: "Noi vogliamo una musica che aiuti ad ascoltare quello che è diverso da noi, con un atteggiamento di interesse e curiosità..." (Andrea Gaggero)

19/10/2015

Ai Confini tra Sardegna e Jazz - Conduction: ben tornato Butch: Un'edizione dedicata alla figura di Butch Morris, "Genio, visionario, profeta, musicista che fu di questa terra e che pare non tornerà più..." (Gianmichele Taormina)

21/12/2014

Alessandria Jazz Club - Rassegna Musica Jazz dedicata a Piero Brancolini: "Una più che discreta rassegna con una punta di eccellenza e l'apprezzabilissima volontà di dare spazio a promesse locali." (Andrea Gaggero)

21/12/2014

Enrico Rava & Parco della Musica Jazz Lab: "Se il nome è un pezzo sacro della storia del jazz italiano, le aspettative schizzano su alle stelle in un baleno. Il problema delle aspettative è che quando vengono tradite, l'amaro in bocca fatica ad andare via." (Nina Molica Franco)

02/02/2014

Intervista a Franco D'Andrea: "Il bop ci ha dato l'apertura mentale per andare avanti. Non è superato, ma acquisito. Non è un punto di arrivo. E' lo spirito che ci fa cercare il nuovo." (Marco Buttafuoco)

29/12/2013

Shibui (Enrico Fazio Critical Mass)- Gianni Montano

15/09/2013

Castroreale Jazz Festival 2013: L'inedito duo tra Cristina Zavalloni e Alfonso Santimone e il "Trio Campato in Aria" di Mauro Ottolini per la tredicesima edizione di Castroreale Jazz. (Vincenzo Fugaldi)

25/08/2013

Jazz Groove Parte 2: Joyce in 'Femina', Maurizio Brunod & Miroslav Vitous in 'Duets', Claudio Fasoli Four in 'Patchwork', Ambrosetti, Caine, Di Castri in 'From Bach to Miles and Trane' e l'omaggio a Lester Bowie di Enrico Rava & PMJL. (Giovanni Greto)

16/06/2013

Young Jazz Festival 13: Artisti italiani della nuova frontiera jazz con una felice incursione norvegese e gran finale con la Liberorchestra, progetto di grande rilevanza sociale. (Vincenzo Fugaldi)

08/06/2013

Mauro Ottolini Sousaphonix: "Bix Factor": "Mauro Ottolini riesce a coniugare ricerca musicale, impegno artistico e capacità di divertire non solo il pubblico, ma anche e soprattutto sè stesso e la band che lo circonda." (Roberto Biasco)

10/03/2013

Rava On The Dancefloor (Enrico Rava and The Parco della Musica Jazz Lab)- Alceste Ayroldi

17/02/2013

Acrobats (Tino Tracanna)- Alceste Ayroldi

09/02/2013

XV Padova Jazz Festival: "Ad un deludente David Murray and The Black Saint Quartet si contrappone l'interessante e godibile Rava on the Dance Floor" (Giovanni Greto)

02/02/2013

E non chiamatelo Jazz (Giancarlo Schiaffini)- Gianni Montano

20/01/2013

Live In Ventotene (Salis, Schiaffini, Kasirissafar)- Gianni Montano

29/12/2012

I Separatisti Bassi (Mauro Ottolini)- Roberto Biasco

30/11/2012

E(x)stinzione (Enten Eller Orkestra)- Gianni Montano

15/10/2012

If Not - Omaggio A Mario Schiano (Angelo Olivieri, Alipio C Neto, Doppio Trio Progetto Guzman)- Gianni Montano

22/07/2012

Franco d'Andrea Sextet in "Monk e la Macchina del Tempo" e il trio di piano composto da Kenny Barron, Mulgrew Miller e Dado Moroni in "3 Monkish Pianos. (Gabriele Prevato)

13/05/2012

"Massimo Barbiero e soci confermano che le buone idee possono trovare gambe per marciare quando a sostenerle sono la passione e la capacità di organizzare e coordinare i vari eventi, anche in tempi di "vacche magre" come questi." (Gianni Montano)

16/01/2012

The Roar At The Door (Raffaello Pareti)- Alessandro Carabelli

11/09/2011

Wind & Slap (Giancarlo Schiaffini Sebi Tramontana)- Gianni Montano

28/05/2011

Enrico Rava & Parco della Musica Jazz Lab "Gershwin & more": "Nonostante il repertorio di uno dei maggiori classici che il jazz possa annoverare, appare stimolante l'ascolto della grande abilità strumentale e l'eclettico universo musical-sperimentale dei giovani componenti della band, in una stupefacente "modernità". E Rava si conferma, ancora una volta, grande e storico scopritore di talenti..." (Viviana Falcioni)

02/05/2011

Slaves (Gianluca Petrella Tubolibre)- Enzo Fugaldi

29/01/2011

Giovanni Guidi & The Unknown Rebel Band feat. Gianluca Petrella: "Un'interessante progetto proposto da una band che si impone a giusto merito come una delle realtà più gradite ed originali del panorama jazzistico italiano. Eccellente il lavoro del giovane leader nella guida dell'ensemble e nella costruzione delle strutture armoniche, dimostrando di avere tutte le carte in regola per poter diventare, in un futuro potenzialmente prossimo, un jazzista di livello internazionale." (Andrea Valiante e Francesco Tromba)

07/11/2010

Mare su chiglia (Maurizio Nizzetto) - Cinzia Guidetti

01/11/2010

Forever And a Day (Tempo Permettendo featuring Jeff Gardner) - Fabrizio Ciccarelli e Andrea Valiante

05/04/2010

Neapolitan Heart (Fabio Morgera)- Roberto Biasco

06/01/2010

Nineteen Plus One (Colours Jazz Orchestra & Kenny Wheeler) - Alceste Ayroldi

02/01/2010

Exotica Domestica (Daniele D'Agaro Adriatics Orchestra) - Giuseppe Mavilla

01/11/2009

The Unknown Rebel Band (Giovanni Guidi) - Vincenzo Fugaldi

04/07/2009

Dario Cecchini Four Winds: "I quattro sono riusciti a catturare l'attenzione di un pubblico folto accorso probabilmente per ascoltare il secondo set della serata, l'esplosiva proposta delle cinque batterie rockeggianti del gruppo "La drummeria". Un pubblico quindi poco a suo agio con la tradizione afro-americana." (Marco Buttafuoco)

07/04/2009

Orchestra (Bolzano Creative) 2007 (Anthony Braxton + Italian Instabile Orchestra)

13/08/2008

Clusone Jazz Festival: "La ventottesima edizione del festival ha avuto come sempre la sua conclusione con una tre giorni finale ambientata a Clusone e dintorni. Un festival che presta attenzione nei confronti delle nuove tendenze e dei giovani musicisti." (Roberto dell'Ava)

06/07/2008

Comeglians (Daniele D'agaro Adriatic Orchestra)

16/03/2008

Uncrying Sky (Stefano Pastor)

15/11/2007

Morrocoy (Ascanio Scano )

20/11/2006

Ecologic Island (Mauro Ottolini)







Invia un commento


Questa pagina è stata visitata 2.685 volte
Data pubblicazione: 03/11/2008

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti