Jazzitalia - Jamie Baum Septet : Solace
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Sunnyside SSC 1193 - 2008
Jamie Baum Septet
Solace


1. Solace
2. Wheeler of Fortune (for Kenny Wheeler)
3. Far Side
4. Ives Suite part.1 Time Traveler
5. Ives Suite part.2 Time Traveler
6. Ives Suite part.3 Questions Unanswered
7. Ives Suite part.4 Answers Unquestioned
8. In Passing
9. Pine Creek
10. Dave’s Idea

Jamie Baum - flute, alto flute
Ralph Alessi - trumpet, flugelhorn
Shane Endsley - trumpet
Douglas Yates - alto saxophone, bass clarinet
Vincent Chancey - french horn
Chris Komer - french horn
George Colligan - piano, fender Rhodes
Johannes Weidenmueller - bass
Jeff Hirshfield - drums
Kyoko Kitamura - voice



E' un album dalle geometrie sonore tracciate con intelligenza ed equilibrio questo Solace del Jamie Baum Septet, un album che mette d'accordo innovatori e conservatori e che di fatto realizza una sintesi perfettamente concepita tra modern jazz e mainstream.



L
a Baum è una musicista non molto conosciuta fuori dall'ambiente newyorkese dove si muove con maggiore frequenza. I suo ensemble è composto da ben sette elementi ed ha un suono caratterizzato da impasti sonori di grande effetto e da un'alternanza ben calibrata tra esposizione di temi ed improvvisazione. La sezione dei fiati è l'elemento predominante con la stessa Baum al flauto traverso che intesse variegati interplay con i suoi comprimari. Il tessuto sonoro risulta così composto di intrecci sonori caratterizzati da un'intensità e una completezza notevole e tutta l'album mostra una rotondità e un'armonia di strutture di grande valore stilistico con sconfinamenti inaspettati in ambiti cameristici e in territori più propriamente da jazz-rock.

Il cuore di tutta la produzione, a parte la seconda traccia A Wheeler of Fortune dedicata al trombettista Kenny Wheeler, è certamente la suite in quattro parti intitolata al compositore americano Charles Ives, all'interno della quale, e più precisamente nella terza parte della stessa, si consuma l'unica porzione più insolita di tutto il programma musicale del disco. E' lì infatti che la Baum si produce in una sequenza sperimentale che la vede duettare al flauto con i gorgheggi della vocalist Kioto Kitamura, in un brano che registra successivamente l'innesto di alcuni frammenti originali tratti da un discorso del mai dimenticato presidente americano John Fitzgerald Kennedy.

Un album indubbiamente pregevole questo Solace alla cui riuscita contribuisce anche l'esclusiva presenza di musicisti del calibro di Ralph Alessi alla tromba e Douglas Yates all'alto sax e al clarinetto basso e di un pianista come Gorge Colligan che interpreta al meglio il suo ruolo anche quando si propone al piano elettrico. Una produzione che non può passare inosservata per il valore intrinseco che la contraddistingue e per le intriganti trame musicali che esprime.

Giuseppe Mavilla per Jazzitalia







Articoli correlati:
13/10/2018

39th International Jazz Festival Saalfelden 2018: "Il festival jazz di Saalfelden, nel Salisburghese, è un festival diventato punto di riferimento mondiale per il jazz di sperimentazione, d'avanguardia o, comunque, fuori dagli schemi del maistream." (Aldo Gianolio)

14/01/2018

I primi due giorni di Umbria Jazz Winter 2017/2018: "Per i suoi venticinque anni Umbria Jazz Winter si è voluta trattare bene: a Orvieto: un sacco di musicisti, molti dei quali "resident artist" che grazie a questo si sono esibiti in più concerti." (Aldo Gianolio)

08/08/2016

Newswok (Giancarlo Tossani Synapser + Ralph Alessi)- Enzo Fugaldi

29/03/2015

Only Man (Ralph Alessi - Fred Hersch)- Valeria Loprieno

11/05/2014

Ralph Alessi "Baida" Quartet: "...i quattro musicisti si sono integrati alla perfezione dando vita ad un jazz equilibrato, elegante e a tratti pensieroso..." (Viviana Falcioni)

12/05/2013

Jazz Groove Ia Parte : Lo "stile contrassegnato dal ritmo" di Omar Sosa, il "dissacrante" Marc Ribot Ceramic Dog, il "pianismo percussivo, a tratti free" del New Quintet di Giovanni Guidi. (Giovanni Greto)

21/08/2011

Bari in Jazz VII Edizione - Miles Lives: "...sono già passati sette anni da quando Bari ha cercato, mercè il pioniere Roberto Ottaviano, di istituzionalizzare una consistente parentesi jazzistica all'interno delle proprie attività culturali. Tra mille difficoltà e qualche punta di amarezza, le cinque giornate di Bari in Jazz hanno tratto la loro essenza nel tema "Miles Lives" tributando il "Dark Magus" a vent'anni dalla scomparsa. Tomasz Stanko, James Taylor Quartet, Michael Blake con Ben Allison e Hamid Drake i concerti di punta della rassegna." (Alceste Ayroldi)

11/07/2011

Newsreel (Ohad Talmor)- Enzo Fugaldi

02/04/2011

Wrecks (The Angle)- Rossella del Grande

01/06/2010

Green Factor (Ada Rovatti)- Roberto Biasco

01/01/2010

Come Together (George Colligan)- Alessandro Carabelli

06/06/2009

Human Activity Suite (Brad Shepik)

15/06/2008

A New Conversations - Vicenza Jazz 2008 si distingue, tra gli altri, Ariel, un pianista di soli dieci anni: "Se si ascolta e si guarda allo stesso tempo, puo' prevalere a volte la tenerezza e lo stupore per le capacita' tecniche di un bambino. Ma se si chiudono gli occhi si capisce che non c'e' alcuna differenza con un pianista maturo. Padronanza ritmica, gradevolezza melodica, capacita' improvvisativa e soprattutto di scrittura..." (Giovanni Greto)

11/11/2007

Sightunheard (Jamie Baum )

11/11/2007

Moving forward, standing still (Jamie Baum Septet)







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 1.567 volte
Data pubblicazione: 09/04/2009

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti