Jazzitalia - Mastropirro Ermitage Ensemble: Songs
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Musica Di Vincenzo Mastropirro
Poesie Di Vittorino Curci
Edizioni Terresommerse 2008
Mastropirro Ermitage Ensemble
Songs


1. Che Fatica
2. Bianca e Spaurita
3. Amore, non bevo più veleni
4. Già prima che tu nascessi
5. Il Vegliante
6. Avremo anche meno
7. Al bivacco degli stranieri
8. L'Ospite
9. Perché fossi meno sola
10. Domeniche di Avvento

Vincenzo Mastropirro - direzione, flauti
Patrizia Nasini - voce
Gianni Coscia - fisarmonica
Roberto Ottaviano - sax soprano
Vittorino Curci - sax alto
Antonino Maddonni - chitarra
Antonio Piccialli - pianoforte
Paolo Montaruli - basso elettrico
Antonio Dambrosio - batteria, percussioni

Quintetto d'Archi:
Flavio Maddonni
Giuseppe Amatulli
Rita Iacobelli
Francesco Capuano
Elia Ranieri





S
incretismo senza tracce. Musica, poesia, letteratura e Storia, intesa quest'ultima nell'accezione più ampia del termine. Con impareggiabile nonchalance si fondono le liriche di Vittorino Curci e le note di Vincenzo Mastropirro. Un sodalizio ben consolidato, ma mai ovvio o desueto. Corroborante è, poi, l'ensemble aperto che accompagna, elabora ed interpreta. Tra questi spiccano i nomi di Roberto Ottaviano, policromo sassofonista barese che, da sempre, sposa i progetti artistici più interessanti marcandoli con il suo inconfondibile suono; l'esperienza consolidata e la verve interpretativa del fisarmonicista Gianni Coscia; la ricercata voce di Patrizia Nasini; il fluido periodare del batterista Antonio Dambrosio, navigato musicista e compositore pugliese.

Mastropirro è un ricercatore, sperimenta modelli in una sua personale declinazione del verbo. Unisce la sua cultura classica con la passione per le "musiche diverse".

Vittorino Curci è poeta da sempre. Ed essendo anche un musicista, i suoi versi già suonano, per definizione.

Palpabile è l'affiatamento dell'ensemble in ogni tema grazie anche agli arrangiamenti e composizioni trasversali che navigano tra il jazz, la tradizione popolare e la canzone d'autore.

La varietà dei suoni, delle melodie, la rendono un'opera oltremodo interessante, di gran pregio per la solidità del lavoro di ricerca, di composizione, direzione ed arrangiamento.

L'inserimento del quintetto d'archi nel tessuto melodico-armonico, conferisce quel giusto valore epico alle liriche, ben supportate anche dalle sagaci punteggiature del pianoforte di Antonio Piccialli.

La natura classica di Mastropirro pervade l'intero lavoro colorando anche le altre influenze che sono in alcuni casi evidenti, in altri accennate.
Alceste Ayroldi per Jazzitalia







Articoli correlati:
03/08/2018

Beat Onto Jazz Festival 2018: Terzo appuntamento con il quartetto italo-asiatico-americano Fratello Joseph Family Affair e la prima assoluta de "Il Duca e il Bardo" con Orchestra del conservatorio Niccolò Piccinni diretta da Vito Andrea Morra e il gruppo teatrale VoxMedia

24/06/2018

Correggio Jazz 2018: "Un programma basato sulle produzioni più innovative della musica improvvisata italiana dando spazio anche a ospiti internazionali di alto livello, scelti impostando un indirizzo o un minimo comun denominatore" (Aldo Gianolio)

27/05/2018

Sideralis (Roberto Ottaviano QuarkTet)- Enzo Fugaldi

23/09/2017

Talos Festival 2017: "Un esempio virtuoso di politica culturale che trae la propria forza dalla competenza, dalla volontà e dalla passione del direttore artistico..." (Vincenzo Fugaldi)

20/08/2017

Minafric (Pino Minafra)- Gianni Montano

22/02/2016

L'astrolabio (Roberto Ottaviano)- Alceste Ayroldi

03/01/2016

Sarah Jane Morris Quintet: "La cantante e i suoi sodali hanno dato prova di quanto la professionalità, la grinta e la motivazione sociale possano andare d'accordo con tutta la musica: quella senza barriere..." (Alceste Ayroldi)

25/10/2015

Forgotten Matches. The Worlds of Steve Lacy (Roberto Ottaviano)- Gianni Montano

19/10/2015

Ai Confini tra Sardegna e Jazz - Conduction: ben tornato Butch: Un'edizione dedicata alla figura di Butch Morris, "Genio, visionario, profeta, musicista che fu di questa terra e che pare non tornerà più..." (Gianmichele Taormina)

25/05/2015

NovaraJazz , intervista a Corrado Beldì: "Crediamo sia nostro dovere non solo presentare realtà esistenti ma anche stimolare progetti nuovi e favorire scambi culturali tra musicisti di paesi diversi." (Nina Molica Franco)

05/10/2014

Il giro d'Italia a bordo di un disco. Gabriele Rampino, Dodicilune: "La vera difficoltà è la bastardizzazione del senso del jazz, sia nella sua deriva verso la mediocrità, sia nella creazione di cartelloni di festival e rassegne, sempre meno progettuali e troppo ruffiani, con troppi nomi che nulla c'entrano col jazz..." (Alceste Ayroldi)

28/09/2014

Talos Festival 2014, "La melodia, la ricerca, la follia": "...il Talos è ben più che un semplice festival: intorno a questo evento si raccoglie un intero territorio con le sue eccellenze paesaggistiche, monumentali ed enogastronomiche, e l'amministrazione comunale si impegna attivamente grazie anche al supporto di numerosi sponsor e di un gran numero di giovani volontari, costituendo un modello da seguire." (Vincenzo Fugaldi)

28/10/2013

Arcthetics - Soffio Primitivo (Roberto Ottaviano)- Alceste Ayroldi

20/10/2013

Talos Festival 2013: Dopo una sosta forzata, rinasce nel 2012 grazie al formidabile agitatore culturale Pino Minafra e giunge quest'anno al ventennale con un grande successo di pubblico. (Vincenzo Fugaldi)

08/06/2013

Quattro chiacchiere con...Gianna Montecalvo: "...voglio tornare a salire sul palco in maniera più incisiva per dire: "ci sono anche io"." (Alceste Ayroldi)

20/01/2013

Musica ai Frari 2012 - Duets: La voglia di suonare di Gianluigi Trovesi & Gianni Coscia e l'unicità auditiva di Paolo Fresu & Daniele di Bonaventura ai Frari per la serie "Duets"

16/08/2012

"...una finestra aperta alle novità europee, senza preclusioni nei confronti di quanto di interessante si muove in Italia in campo jazzistico, ma anche con una doverosa attenzione al panorama statunitense." (Vincenzo Fugaldi)

01/05/2012

Where The West Begins: Voicing Ornette Coleman (Lisa Manosperti)- Gianni Montano

22/10/2011

"Il jazz raffinato": è questo il titolo della serata che si svolge nella chiesa parrocchiale di Bosio, organizzata dall'associazione "Oltregiogo". Protagonista assoluto è Gianni Coscia in ottima forma, che fa sfoggio della sua abilità concertistica e pure della sua grande capacità di intrattenitore, di showman nel senso migliore del termine.

21/08/2011

Bari in Jazz VII Edizione - Miles Lives: "...sono già passati sette anni da quando Bari ha cercato, mercè il pioniere Roberto Ottaviano, di istituzionalizzare una consistente parentesi jazzistica all'interno delle proprie attività culturali. Tra mille difficoltà e qualche punta di amarezza, le cinque giornate di Bari in Jazz hanno tratto la loro essenza nel tema "Miles Lives" tributando il "Dark Magus" a vent'anni dalla scomparsa. Tomasz Stanko, James Taylor Quartet, Michael Blake con Ben Allison e Hamid Drake i concerti di punta della rassegna." (Alceste Ayroldi)

17/10/2010

Tempus Transit (Pierluigi Villani Group)- Vincenzo Fugaldi

24/04/2010

Current Views (Roberto Magris & The Europlane Orchestra)- Alessandro Carabelli

22/03/2010

sings Cole Porter& the beat of yearning desire (Giuseppe Delre) - Cinzia Guidetti

09/01/2010

It's Time To Make A Change (Maurizio Quintavalle) - Luca Labrini

05/09/2009

My Foolish Harp (Angelo Adamo) - Giuseppe Mavilla

12/01/2009

Da qui passano i venti (Diego Morga)

11/12/2008

Un Dio Clandestino (Roberto Ottaviano & Pinturas )

11/12/2008

Intervista a Roberto Ottaviano: "Io aspiro a fare in modo che nel mio suono, nella musica che produco, ci siano movimento, storie, evocazioni, e quindi mi sembra naturale trovarne un ideale luogo di proliferazione laddove registi, attori, danzatori, scultori, ecc. nutrono le mie stesse ambizioni. Il sax è un veicolo ed il jazz è oggi più che mai un mezzo per contattare altre realtà e comunicare delle cose." (Alceste Ayroldi)

02/04/2008

La Foule - Voyage dans les lieux d'Edith Piaf (Lisa Manosperti)

30/09/2007

Bari in Jazz 2007: "La rassegna, che si è avvalsa della direzione artistica di Roberto Ottaviano, si è sviluppata per il secondo anno consecutivo lungo gli affascinanti vicoli del Borgo Antico, permettendo ad un pubblico allargato di godere delle esibizioni dei musicisti chiamati in quest'occasione." (Alberto Francavilla)

03/09/2006

Dedicato alle big band, l'edizione 2006 del Multiculturita Summer Jazz Festival ha offerto tre serate durante le quali il pubblico ha potuto applaudire l'Orchestra Zero...e lode del Conservatorio di Bari, il Mimmo Campanale Quartet, i Good Fellas e la Montecarlo Night Orchestra con Nick the Nightfly e Sarah Jane Morris. (A. Augenti, A. Francavilla)

01/04/2006

Steve's Mirror (Gianna Montecalvo)

04/06/2005

Gianni Coscia & Gianluigi Trovesi per il Brass di Palermo: "...Due favolosi affabulatori di fiabe, suoni, fiati, tasti ed atmosfere… Ed anche di spettatori, attentissimi nel seguire le spiegazioni che di volta in volta introducono ogni brano prima dell'esecuzione..." (Antonio Terzo)

27/12/2004

Galleria del Corso (Renato Sellani - Gianni Coscia)

28/06/2004

Gianni Coscia a Metrònome, Perugia, incanta la platea ricordando anche la figura di Gorni Kramer: "...Gianni Coscia era sull'orlo della commozione nel ricordare il maestro della fisarmonica..." (Marcello Migliosi)

16/04/2003

La Bancarella (Gianni Coscia)

12/09/2002

L'Archiliuto (Gianni Coscia)

14/06/2001

Racconti Controvento (Max De Aloe Quartet & Gianni Coscia)







Invia un commento


Questa pagina è stata visitata 2.980 volte
Data pubblicazione: 23/08/2008

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti