Jazzitalia - Simone Faliva: Sordità Selettive
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Nominations dei 63° Grammy Awards. Gerald Clayton, Joshua Redman, Regina Carter, Maria Schneider, Goznalo Rubalcaba, Kurt Elling, il "solito" Chick Corea, e poi Carmen Lundy, Ambrose Akinmusire, Kenny Washington.....

La Musica Italiana a sostegno del Rosetta Jazz Club di Matera.

Pubblicato "Bass Way", il nuovo Metodo Didattico per contrabbasso classico e jazz di Marcello Sebastiani..

Riparte il San Severo Winter Jazz Festival. Annunciata la XI^ Edizione 2020/21 a cura del direttore artistico Antonio Tarantino.

Il Saint Louis College Of Music presenta Master di I Livello in Music Business & Management (60 CFA).

Arduino Jazz 2020. Al Parco Archeologico dell'Appia Antica il grande jazz tra nomi internazionali e sperimentazione con la rassegna ‘Dal Tramonto all'Appia: Around Jazz'.

Corso in Rebranding e Self-Promotion nel Music Business. A cura di Fiorenza Gherardi De Candei e Alceste Ayroldi.

Solo un arrivederci per Umbria Jazz. Costretti ad annullare l'edizione del 2020, sono già riprogrammati alcuni concerti esclusivi per l'edizione 2021!.

Saint Louis Club House, il nuovo salotto musicale ideato dal Saint Louis per ascoltare, vedere e degustare la musica comodamente dal divano di casa, in tempi di emergenza Covid-19. .

McCoy Tyner, icona del pianismo e del jazz, se ne è andato. Aveva 81 anni. .

Esce Pentatonic Pyromania di Mimmo Langella, un manuale per arricchire tecniche e fraseggio per chitarra in ambito Pop, Rock, Jazz e Fusion.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            ADJÀ QUINTET (gruppo)
            ALESSI Piero (batteria)
            BELLADELLI Antonio (voce e contrabbasso)
            CAGNETTA Mariangela (voce)
            CAPRARESE Cristian (pianoforte)
            CASSARA' Elio (chitarra)
            CRISTOFARO Gaetano (sax e clarinetto)
            GADDI Piero (pianoforte)
            INDRA (gruppo)
            LAVIANO Alfredo (batteria e percussioni)
            LEPORE Fabio (voce)
            MECENERO Maurizio (chitarra)
            RICCIU Daniele (sax)
            RIVA Marco (polistrumentista)
            ROBERTO Davide (percussioni)
            ROSSINI Giorgio (voce)
            TATONE Angelo (chitarra)
            VARAVALLO Luca (contrabbasso)
Simone Faliva
Sordità Selettive



Believe - SM Records (2012)

1. Invocazione
2. La vergine in prova
3. Il sogno di Maria
4. Buongiorno!
5. Canzone d'autunno
6. Il mangiasassi
7. L'inverno dei canarini
8. Torri omozigote
9. Tata
10. L'acqua
11. La sabbia

Simone Faliva - electroacoustic composer & sound designer
Claudio Scannavini & Andrea Massarotto -
composers
Paolo Canova, Claudia Scapolo, Olga Scalone e Patrizia Zarpellon - voices


Il terzo cd di Simone Faliva conferma gli aspetti positivi del precedente "Il quinto chicco del melograno". Il disco è, infatti, pieno di intuizioni e di trovate. Sovente si tratta di brevi folgorazioni, di flash inattesi. Altre volte le idee musicali vengono iterate in brani dall'andamento uniforme, ma non piatto. Si aprono all'improvviso scenari inconsueti e contrastanti che si chiudono repentinamente per tornare ad ambienti sonori prevalentemente elettronici. Faliva ribadisce la sua abilità nell'organizzare i vari pezzi, sembra tutto studiato nei dettagli, da cima a fondo. L'estemporaneità è limitata al minimo indispensabile. A dar man forte al titolare del cd sono stati chiamati Claudio Scannavini e Andrea Massarotto responsabili ciascuno di una traccia.

Si comincia con un'"Invocazione" un po' disarmante che contiene un invito di basso profilo, a spegnere i cellulari, espresso in maniera ampollosa e aulica. Non se ne sentiva l'urgenza. Si prosegue con "La vergine in prova", titolo vagamente alla Carmelo Bene, corredata da versi in francese, da un subisso di effetti elettronici e da un frammento cantato in stile musical di Broadway. "Il sogno di Maria" è una delle punte del cd ed è dovuta a Scannavini. Qui si incontrano e scontrano canto lirico, accenti tardo-romantici, sospiri inquietanti, riff di ottoni insistiti, cigolii sinistri, aperture classiche degli archi. Una complessità esibita che si amalgama incredibilmente. "Buongiorno" è giocata, invece, su un dialogo fra metallofoni ripetitivo o ossessivo, ma efficace.
"Canzone d'autuno" è rumoristica e tende a rappresentare i suoni di un bosco parecchio animato, alternati alla voce, velata da un filtro, di Patrizia Zarpellon.
"Il mangiasassi" di Massarotto si carattterizza per le parole che sembrano prese pari da un'enciclopedia, nascoste o coperte da fischi e variazioni irregolari provenienti dalle macchine.
Gli episodi meno convincenti sono "L'inverno dei canarini" e "Torri omozigote", costituiti da sequenze elettroniche piuttosto monotone che racchiudono la pretesa, da parte dell'autore, di descrivere un preciso e definito quadro ambientale. In "Tata" si scopre un brandello melodico, interrotto periodicamente da un solo di batteria. C'è pure un piccolo intermezzo jazzistico(più unico che raro), una fisarmonica "musette" e un'armonica a bocca capitata lì non per caso. Un campionario di voci opposte, ma non in opposizione.
"L'acqua" è solcata da un lungo solo di pianoforte liquido, non poteva essere altrimenti, molto ritmico e incisivo. Infine "La sabbia" è connotato da una tastiera percussiva e da turbolenze tecnologiche conseguenti.

Succede un po' di tutto in queste "Sordità selettive". Si apprezzano, a conti fatti, il coraggio o l'audacia di Simone Faliva, ma non ancora la capacità di governare pienamente le sue tante invenzioni. Sovente, infatti, si lascia trasportare da tanti spunti, tutti interessanti, senza riuscire a coordinarli in un discorso unitario e coerente.

Gianni Montano per Jazzitalia







Articoli correlati:
16/08/2019

Intervista a Simone Faliva: "...un artista di difficile catalogazione. La sua musica è ricca di significati e di stranezze, non certo adatta a chi ascolta proposte tranquille e non perturbanti."

26/08/2018

Non disperdere nell'ambiente (Simone Faliva)- Gianni Montano

07/01/2014

Bertibello (Simone Faliva)- Francesco Favano

17/06/2011

Il quinto chicco del melograno (Simone Faliva)- Gianni Montano

17/11/2004

LEZIONI (Organo Hammond): Settaggi e controlli: Drawbar part. II (Simone Faliva)

30/01/2004

LEZIONI (Organo Hammond): Settaggi e controlli: Drawbar part. I (Simone Faliva)

01/11/2003

LEZIONI (Organo Hammond): Nuovo spazio didattico dedicato all'organo hammond. Il primo articolo racconta la storia del mito di questo strumento. (Simone Faliva)







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 2.221 volte
Data pubblicazione: 02/02/2013

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti