Jazzitalia - Eugenio Colombo: Sorgente Sonora
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Zonedimusica (ZDM0504)
Eugenio Colombo
Sorgente Sonora


Disco 1 anno 1988:
1. Bashraf 8.46
2. Papere Perverse 13.44
3. A.M. Blues 4.44
4. P.M. Blues 12.37
5. Nel cuore e negli occhi degli uomini 7.06
6. Lupo 8.22

Disco 2 anno 2006:
1. L'osso del moro 8.12
2. Tradimenti 10.09
3. Animali in marcia 7.17
4. Cadice 9.49
5. Circo 7.39
6. Melograno 2 8.10
7. Alla fine della notte 7.50
8. Blues March 4.37

Disco 1:
Banda Cittadina Giovanni Legrenzi
di Clusone (BG)


Andrea Legrenzi - direttore
Pino Minafra - Tromba e Flicorno
Giancarlo Schiaffini - Trombone e Tuba
Antonio Balsamo - Sax Alto
Eugenio Colombo - Sax Soprano e flauto
Luca Spagnoletti - Flauto e elettronica
Ettore Fioravanti - Batteria

Disco 2:

Banda Cittadina Giovanni Legrenzi di Clusone (BG)

Angelo Benzoni - direttore
Pino Minafra - Tromba e Flicorno
Beppe Caruso - Trombone
Gianluigi Trovesi - Clarinetti
Eugenio Colombo - Sax Alto e flauto
Carlo Rizzo - Tamburelli e voce



La banda musicale apre all'informalità. Suona una musica che si sente anche se non si ascolta.



Eugenio Colombo ha incontrato una banda, una banda jazz del paese di Clusone, città che sempre più nel panorama italiano fa rima con jazz. L'incontro ha generato esibizioni e registrazioni, ne è nato un doppio cd, che dall'informalità bandistica conduce alla radicalità del jazz. Ti viene voglia di camminare, di attraversare gli anni dal 1988 al 2005, date delle due registrazioni, in un percorso che è continua partenza e arrivo in un percorso che è sorgente: Sorgente Sonora.

Le parole di Eugenio Colombo raccontano i 17 anni trascorsi tra i due lavori: "in questo periodo l'organico è mutato moltissimo, della formazione del 1987 sono rimasti solo uno sparuto, ma vigoroso gruppetto: uno dei clarinettisti ora fa il direttore, quello che faceva il direttore suona il saxofono baritono, quello che suonava la cassa aveva i calzoni corti e adesso ce li ha lunghi, suona la tromba e non l'ho neanche riconosciuto, non c'è da stupirsi, anche io sono cambiato". Il tempo e il ritmo di Sorgente Sonora incalzano tra un disco e l'altro, ma le sensazioni sono spesso le medesime, la musica avanza, cresca come quando la banda del paese, nel giorno della festa, si avvicina alla tua finestra e senti che sta arrivando qualcosa di inaspettato ma conosciuto. La musica di Colombo ti fa muovere le labbra strappando un sorriso, quanto è bello e inusuale ridere su un disco di jazz.

Le mani di Andrea Legrenzi (direttore nel 1988) e di Angelo Benzoni (direttore nel 2005) guidano la musica dei musicisti di Clusone anche attraverso passaggi, assoli e improvvisazioni di grande levatura jazzistica, la "sorgente" naturale delle composizione e soprattutto degli arrangiamenti di Eugenio Colombo resta il jazz con i suoi caratteri più profondi. I numerosi solisti-jazz tracciano infatti l'ossatura dei due dischi, tra loro Pino Minafra e lo stesso Colombo condividono entrambe le esperienze. L'ascolto si radicalizza e si fa più impegnativo in particolare nel disco del 2005, il già citato Pino Minafra (Tromba Flicorno), con Beppe Caruso (Trombone), Gianluigi Trovesi (Clarinetti), Eugenio Colombo (Sax Alto e flauto), Carlo Rizzo (Tamburelli e voce) sono non solo solisti, ma un vero e proprio quintetto che spesso si stacca dalla banda per dialogare con essa. Questo secondo momento di Sorgente Sonora è si più articolato, ma allo stesso tempo più omogeneo: i brani hanno una durata piuttosto ampia, ma costante e sono introdotti dalle percussioni di Carlo Rizzo e da accenni di fiati capaci di essere il l'elemento narrante tra le diverse composizioni. Il 1988 è invece caratterizzato da un blocco centrale diviso in due sezioni: A.M. Blues del quale fanno parte Good Morning blues di Rushing e Cannonball Blues di J.R. Morton e P.M. Blues formata dalla composizione di Colombo Mingus'Jump, da See See Rider di Rainey e da Blues March di Golson.

La potenza bandistica di Sorgente Sonora è frutto non solo di un semplice incontro, ma soprattutto della ripetizioni di questo avvenimento voluto dai musicisti di Clusone, dalle presenze significative di solisti eccezionali e dalla sensibilità di arrangiamento e "incisione" di Eugenio Colombo.
Alessandro Armando per Jazzitalia







Articoli correlati:
23/09/2018

Talos Festival 2018: "Il festival pugliese muta, evolve, si trasforma, e assume negli anni recenti la connotazione di uno straordinario esempio di politica culturale." (Vincenzo Fugaldi)

23/09/2017

Talos Festival 2017: "Un esempio virtuoso di politica culturale che trae la propria forza dalla competenza, dalla volontà e dalla passione del direttore artistico..." (Vincenzo Fugaldi)

20/08/2017

Minafric (Pino Minafra)- Gianni Montano

04/06/2016

Torino Jazz Festival 2016: "...un'ampia panoramica della condizione attuale del jazz, con una enorme quantità di concerti ed eventi che si sono svolti in un gran numero di spazi del capoluogo piemontese." (Vincenzo Fugaldi)

04/05/2016

Mezza Milzow Project (Vittorio Mezza- David Milzow - Ettore Fioravanti)- Niccolò Lucarelli

22/02/2016

L'astrolabio (Roberto Ottaviano)- Alceste Ayroldi

08/11/2015

Talos Festival 2015: "Il Talos edizione 2015 ha visto dei momenti nei quali l'arte dell'improvvisazione ha raggiunto livelli di creatività ineguagliabile." (Vincenzo Fugaldi)

28/09/2014

Talos Festival 2014, "La melodia, la ricerca, la follia": "...il Talos è ben più che un semplice festival: intorno a questo evento si raccoglie un intero territorio con le sue eccellenze paesaggistiche, monumentali ed enogastronomiche, e l'amministrazione comunale si impegna attivamente grazie anche al supporto di numerosi sponsor e di un gran numero di giovani volontari, costituendo un modello da seguire." (Vincenzo Fugaldi)

21/09/2014

Gianluigi Trovesi, il risotto allo zafferano ed il suono del melograno: "E' il mio piatto preferito in assoluto perchè fin da bambino era il piatto domenicale per antonomasia, servito prima del bollito misto" (Davide Ielmini)

26/01/2014

The Complete Remastered Recordings on Dischi della Quercia (Giorgio Gaslini)- Marco Losavio

28/10/2013

Faces And Tales (Daniele Cavallanti & The Brotherhood Creative Trance Music Ensemble)- Marco Buttafuoco

20/10/2013

Talos Festival 2013: Dopo una sosta forzata, rinasce nel 2012 grazie al formidabile agitatore culturale Pino Minafra e giunge quest'anno al ventennale con un grande successo di pubblico. (Vincenzo Fugaldi)

30/09/2013

Danza Gialla (Terre Di Mezzo)- Francesco Favano

14/08/2013

Voices (Sabino De Bari)- Francesco Favano

27/01/2013

Parma Jazz Frontiere 2012: Intitolata "Non tacciono i canti" la XVII Edizione del festival diretto da Roberto Bonati sui "canti" di Molvaer, Sclavis, Trovesi (Nina Molica Franco)

20/01/2013

Musica ai Frari 2012 - Duets: La voglia di suonare di Gianluigi Trovesi & Gianni Coscia e l'unicità auditiva di Paolo Fresu & Daniele di Bonaventura ai Frari per la serie "Duets"

15/10/2012

If Not - Omaggio A Mario Schiano (Angelo Olivieri, Alipio C Neto, Doppio Trio Progetto Guzman)- Gianni Montano

07/10/2012

Quiet Journey (Antonio Jasevoli Chamber Project) - Alceste Ayroldi

16/08/2012

"...una finestra aperta alle novità europee, senza preclusioni nei confronti di quanto di interessante si muove in Italia in campo jazzistico, ma anche con una doverosa attenzione al panorama statunitense." (Vincenzo Fugaldi)

01/05/2012

Shadows (Nico Gori Millenovecento Feat. Tom Harrell)- Enzo Fugaldi

25/03/2012

Intervista con Pino Minafra: "...generosità nel suonare, duttilità, saper leggere, saper sporcare, saper pulire la musica, ma soprattutto avere un sacro fuoco..." (Vincenzo Fugaldi)

22/10/2011

Le Vie Del Pane E Del Fuoco (Ettore Fioravanti) - Andrea Gaggero

18/10/2011

Body & Soul (Gianmarco Scaglia Feat Joe Diorio E Ettore Fioravanti) - Alceste Ayroldi

21/11/2010

The Blue Note Years (Paolo Fresu)- Vincenzo Fugaldi

01/11/2010

Le tre trombe Enrico Rava, Paolo Fresu, Dave Douglas e il "Megalitico" di Gavino Murgia al festival Jazz di Nuoro. (Cinzia Guidetti)

17/10/2010

Sud America (Colombo-Bozzolan Duo)- Gianni B. Montano

17/10/2010

I grandi pianisti Jazz: Un mini festival per celebrare il jazz pianistico. Di sicuro si è sentita bella musica, molto varia, essendosi avvicendati sul palco due nuovi giovanissimi talenti (Vincenzo Danise ed Enrico Zanisi) e due solidi jazzisti (Dave Kikoski e Antonio Farao'). Prima della musica un'ardita introduzione del critico d'arte Vittorio Sgarbi con un parallelismo tra il jazz e una certa arte figurativa contemporanea passando dal cubismo per arrivare alla "action painting". (Daniela Floris)

11/08/2010

Songlines / Night & Blue (Paolo Fresu Quintet) - Alceste Ayroldi

31/07/2010

Directly From Heart (Massimo Pirone) - Marco Buttafuoco

30/05/2010

Vittorio Mezza trio (Vittorio Mezza trio)- Gianni Montano

17/04/2010

Bergamo Jazz 2010: "Tocca sempre a Bergamo il compito di inaugurare la nuova stagione del jazz in Italia, dall'alto di una tradizione di scintillante fattura, impreziosita dalla seconda conduzione artistica di Paolo Fresu, il cui obiettivo quest'anno è stato quello di concentrarsi su alcune delle correnti che attribuiscono al genere nuova linfa." (Vittorio Pio)

13/03/2010

14ma edizione di Parma Jazz Frontiere 2009, "A viva voce": "E' una rassegna piena di coraggio. L' artista oggi si trova davanti tante porte. Magari dietro molte di queste porte non ci sono percorsi da seguire. Ma bisogna aprirle ugualmente e rischiare, perchè senza ricerca e senza rischio c' è la cristallizzazione, che è nemica dell'arte. Un festival non deve far solo ascoltare il noto ed il già sentito. Non deve invitare solo i musicisti più che conosciuti, o invitarli solo perchè americani e-o afro-americani." (Marco Buttafuoco)

13/02/2010

Quasi Troppo Serio (Enrico Zanisi Trio)- Enzo Fugaldi

06/01/2010

L'Opera va/Carmen (Enrico Rava)- Marco Buttafuoco

25/10/2009

Fires 'n Pyres (Federica Zammarchi) - Luca Labrini

28/06/2009

Magique (Hot Tune) - Roberto Biasco

07/04/2009

Orchestra (Bolzano Creative) 2007 (Anthony Braxton + Italian Instabile Orchestra)

12/01/2009

Profumo di Violetta (Gianluigi Trovesi all'Opera)

05/01/2009

XXIIIa Edizione di "Ai Confini tra Sardegna e Jazz" a Sant'Anna Arresi: "Dedicata alla suggestiva figura ed all'indiscutibile genialità musicale di Don Cherry, la manifestazione sarda, giunta oramai alla sua ventitreesima edizione, ha offerto diversificate sfaccettature del caleidoscopico animo artistico impresso nel tempo dal grande trombettista di Oklahoma City." (Gianmichele Taormina)

30/10/2008

Panta Rei (Roberto Spadoni Nine )

11/02/2008

European Jazz Expo. International Talent Showcase, 25° Jazz in Sardegna: "Sono impressionanti i numeri dell'expo cagliaritana: 7 sale affollate in 4 giorni da oltre 400 artisti e oltre 20.000 spettatori, in una Città della musica allestita appositamente all'interno della Fiera internazionale della Sardegna. Quest'anno si festeggiavano i 25 anni dell'esistenza di questo celebre evento e...Orientarsi all'interno della pantagruelica offerta musicale cagliaritana è arduo." (Enzo Fugaldi)

15/09/2007

Vaghissimo Ritratto (G. Trovesi - U. Petrin - F. Maras)

08/07/2007

Rosso, Verde, Giallo e Blu (Paolo Fresu Quintet)

30/03/2007

Fòua (Municipale Balcanica)

25/02/2007

Love Songs (Alberto Mandarini/Phoebus Quartet + Strings)

05/02/2007

Terronia (Pino Minafra)

05/01/2007

JAZZin': a photografic story by Luca Buti

14/11/2006

Zumertsayt – Summertime (Lee Colbert)

09/04/2006

Ottetto di Gianluigi Trovesi + Stefano Bollani al Piacenza Jazz fest: "Il semplice simbolo matematico ha trasformato un dimenticabile lunedì sera in un qualcosa che si deve tentare di raccontare..." (Alessandro Armando)

11/03/2006

Il Paolo Fresu Quintet alla Maison Musique

03/09/2005

Intervista a Gianluigi Trovesi: "...Dico sempre che se non vado dall'analista è perché soffio in un tubo! Penso solo ed unicamente a soffiare nel tubo e quindi alla nota che emetto e non penso a vincere un concorso oppure ad avere un posto fisso, oppure alle realtà della vita..." (Alceste Ayroldi)

28/08/2005

24 luglio, prima giornata di Siena Jazz 2005: la straordinaria Piazza del Campo, i concerti di Pietro Tonolo Quartet e Gianluigi Trovesi Ottetto (Alceste Ayroldi)

20/12/2004

Faro (Terre di Mezzo Quartet)

02/04/2004

Gianluigi Trovesi Ottetto special guest Louis Sclavis: "...la contaminazione tra generi musicali così diversi non diventa mai provocazione sonora, anzi ogni brano sembra costruito in modo che l'amalgama non risulti mai forzata, né tanto meno kitsch..." (Dario Gentili)





Video:
Enrico Rava "Rapsodia in Blu" PM Jazz Lab Tentet con Petrella & Trovesi - Umbria Jazz Winter 17(2/2)
Enrico Rava "Parco della Musica" Jazz Lab Tentet ed il suo ultimo progetto, che lo porta a rileggere le partiture di George Gershwin. Lo fa ...
inserito il 09/01/2010  da nickingos - visualizzazioni: 4183
Enrico Rava "Rapsodia in Blu" PM Jazz Lab Tentet con Petrella & Trovesi - Umbria Jazz Winter 17(1/2)
Enrico Rava "Parco della Musica" Jazz Lab Tentet ed il suo ultimo progetto, che lo porta a rileggere le partiture di George Gershwin. Lo fa ...
inserito il 08/01/2010  da nickingos - visualizzazioni: 3718
Gianluigi Trovesi e Dave Douglas al Roccella jazz festival 2008
"DEDALO" BJO BRUSSELS JAZZ ORCHESTRA con il grande Gianluigi Trovesi, il percussionista Fulvio Maras e con special guest Dave Douglas al Roc...
inserito il 28/11/2008  da ipazia99 - visualizzazioni: 3182
Paolo Fresu Quintet backstage 2007
Il backstage del Paolo Fresu Quintet al Vasto festival 2007...
inserito il 06/12/2007  da jazzconvention - visualizzazioni: 3714


Invia un commento


Questa pagina è stata visitata 5.423 volte
Data pubblicazione: 10/05/2007

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti