Jazzitalia - Recensioni - Zlatko Kaucic Kombo & Orkester Rara Roza: Sound Fields For T.s.
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Multiculturita Summer Fest 2020!! Annunciata anche nel 2020 un'edizione del famoso e longevo festival capursese: aLa musica del crooner Nick The NightFly Quintet e il Brasile di Rosalia de Souza..

12.500 euro destinati per una Borsa di Studio "Giorgia Mileto". promossa dalla famiglia e dal Saint Louis College of Music per i Corsi accademici di Jazz & Popular Music..

Corso in Rebranding e Self-Promotion nel Music Business. A cura di Fiorenza Gherardi De Candei e Alceste Ayroldi.

E' morto Jimmy Cobb.

Solo un arrivederci per Umbria Jazz. Costretti ad annullare l'edizione del 2020, sono già riprogrammati alcuni concerti esclusivi per l'edizione 2021!.

Aldo Bassi, trombettista, direttore d'orchestra, insegnante e leader di varie band, è venuto a mancare a Latina..

Saint Louis Club House, il nuovo salotto musicale ideato dal Saint Louis per ascoltare, vedere e degustare la musica comodamente dal divano di casa, in tempi di emergenza Covid-19. .

McCoy Tyner, icona del pianismo e del jazz, se ne è andato. Aveva 81 anni. .

Esce Pentatonic Pyromania di Mimmo Langella, un manuale per arricchire tecniche e fraseggio per chitarra in ambito Pop, Rock, Jazz e Fusion.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            ADJÀ QUINTET (gruppo)
            ALESSI Piero (batteria)
            CAGNETTA Mariangela (voce)
            CAPRARESE Cristian (pianoforte)
            CRISTOFARO Gaetano (sax e clarinetto)
            DIMONTE Pippi (contrabbasso)
            FINOCCHIARO Franco (contrabbasso)
            INDRA (gruppo)
            LAVIANO Alfredo (batteria e percussioni)
            LEPORE Fabio (voce)
            MECENERO Maurizio (chitarra)
            RICCIU Daniele (sax)
            RIVA Marco (polistrumentista)
            ROBERTO Davide (percussioni)
            ROSSINI Giorgio (voce)
            SILVA JOLY Raquel (chitarra)
            TATONE Angelo (chitarra)
            VARAVALLO Luca (contrabbasso)
Zlatko Kaucic Kombo & Orkester Rara Roza
Sound Fields For T.s.



RTS (2012)

1. Zvocni Pasnik n.1 (Sound Pasture n.1)
2. Zvocni Pasnik n.2
3. Zvocni Pasnik n.3
4. Zvocni Pasnik n.4
5. Zvocni Pasnik n.5
6. Zvocni Pansnik n.6
7. Zvocni Pasnik n.7
8. Zarja (Dawn)
9. Rara Roza (Rare Flower)

Marko Lasic - batteria/percussioni
Vid Dreasler - batteria/percussioni
Gal Furlan - djembè/percussioni
Vitja Barzalorsky - chitarra elettrica
Jan Jarni - chitarra elettrica
Peter Savli - chitarra elettrica
Andrej Franceskin - tastiere
Jost Drasler - contrabbasso
Herb Robertson - tromba
Bruno Cesselli - piano

Archi diretti ed arrangiati dalla Orkester Rara Roza


Questo nuovo lavoro del percussionista sloveno Zlatko Kaucic è un sentito tributo allo scrittore e giornalista Tomaz Simon che viene manifestato in una continua esplorazione di suoni eclettici e ricchi di continue sorprese. Fiati, archi, chitarre, piano e percussioni partecipano a questa armoniosa unione di suoni e atmosfere all'insegna di una musica imprevedibile e in grado di scuotere e sconvolgere l'ascoltatore. Ospiti di eccezione il nostro Bruno Cesselli e il trombettista Herb Robertson.

L'Orkester Rara Roza conferisce momenti di magia in "Zvocni Pasnik n.4" facendo viaggiare l'ascoltatore in mete sconosciute, mentre "Zvocni Pasnik n.5" sfoggia una teatralità notevole grazie al connubio tra i fiati e i violini e a sorperndenti accelerazioni ritmiche. Stupisce anche "Zarjia" morbida all'inizio ma che prende successivamente un incedere vagamente rock, mentre la lunga suite finale "Rara Roza" spicca per le alternanze tra chitarra elettrica ed archi oltre che per le sperimentazioni tra rock, classica e jazz.

In Zvocna Polja Za T.S. Zlatko Kaucic e il suo ensemble riescono a rendere un più che degno omaggio all'arte di Tomaz Simon il tutto in una fluente successione di note in una specie di "dialogo" tra vari strumenti. Tutti i musicisti suonano senza una struttura predefinita, creando lì per lì nuove strutture oltre che sperimentare le formule più disparate.

E', sicuramente, un disco di non facile assimilazione, in quanto la varietà di stili proposti potrebbe disorientare chi non è avvezzo ad un certo tipo di jazz, ma la sostanza e la passione dei musicisti ci sono e tutto questo rende Zvocna Polja Za T.S. un'opera compiuta che raccoglie differenti sonorità senza risultare per questo discontinuo.

Francesco Favano per Jazzitalia







Articoli correlati:
06/07/2014

Trilemma (Massimo De Mattia)- Alessandra Monaco

20/01/2013

Black Novel (Massimo De Mattia)- Gianni Montano

23/04/2011

Endrigo in jazz (Barbara Errico)- Gianni B. Montano

24/12/2010

Attodi Dolore/Duel 2 (Massimo De Mattia / Denis Biason)- Franco Bergoglio







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 286 volte
Data pubblicazione: 14/10/2013

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti