Jazzitalia - Moreno D'Onofrio: Standards for four
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

(Music Center, 2008)
Moreno D'Onofrio
Standards for four


1. Easy To Love (C. Porter)
2. I'm Thru With Love (G. Kahn/ M. Malneck/ B. Livingston)
3. That Old Feeling (L. Brown/ S. Fain)
4. Yesterdays (J. Kern/ O. Harbach)
5. Ev'rything I Love? (C. Porter)
6. O Grande Amor (A.C. Jobim/ V. De Moraes)
7. I'm Old Fashioned (J. Kern/ J. Mercer)
8. You'd Be So Nice To Come Home To (C. Porter)
9. The Touch Of Your Lips (R. Noble)
10. Embraceable You (G. & I. Gershwin)

Moreno D'Onofrio - guitar
Luigi Ferrara - harmonica
Ivano Sabatini - double bass
Pierluigi Esposito - drums





G
ershwin, Porter e Mercer vivono nuove vibrazioni grazie al connubio squisitamente blues tra chitarra ed armonica. Tanti anni eppure non li dimostrano, questi pezzi immortali puntualmente rivisitati e rielaborati, spesso in maniera piuttosto sbiadita ed anonima. Non è il nostro caso: il quartetto composto da Moreno D'Onofrio, Luigi Ferrara, Ivano Sabatini e Pierluigi Esposito punta alla musica come possibilità di esternare le proprie emozioni, come vuole la miglior tradizione blues e come sottolinea lo stesso D'Onofrio nelle note di copertina.

Grande lirismo, quindi, che i quattro artisti rendono al meglio. D'Onofrio pizzica la sei corde con un tocco maturo, frutto di un continuo evolversi dovuto a più di trent'anni di chitarra. Gli assolo sono invece il risultato di una certa ricerca dell'espressività e non risultano mai invadenti, mai inclini al semplice virtuosismo tecnico. Il suo minuto su "Ev'rything I Love?", tra le tracce meglio riuscite dell'album, ne dimostra tutta la poesia. Bravo anche nel non essere mai del tutto assente nei pezzi grazie all'utilizzo della chitarra come terzo componente della sezione ritmica (si veda la merceriana "I'am Old Fashioned").

Ampio spazio lasciato al quotato Luigi Ferrara e alla sua armonica, strumento fin troppo sottovalutato dai jazzisti, e che invece, come dimostra Ferrara, sa sostituire in espressività molti suoi più quotati "colleghi". L'armonica del Toots marchigiano ha il suono del passato, quel suono dell'anima che gente come Mingus cercava tra i suoi musicisti.

Non ultima la sezione ritmica, con Pierluigi Esposito a mantenere la ritmica ed Ivano Sabatini, collaboratore di vecchia data di D'Onofrio. (I due avevano già registrato un disco in duo nel 2007, un "Laverne Walk" basato su pezzi di Carter, Desmond ed altri maestri). Sabatini si snoda su assoli degni della situazione ("I'm Thru With Love"), dettati dalla voce profonda del contrabbasso.

Un lavoro a quattro basato sì su composizioni conosciutissime, ma raffinato e poetico al punto giusto.
Giuseppe Andrea Liberti per JazzItalia







Articoli correlati:
17/10/2010

Dream Dancing (Special Jazz Duo) - Pierfrancesco Falbo

10/07/2007

Laverne Walk (Moreno D'Onofrio & Ivano Sabatini)

22/06/2006

Love Letters (Moreno D'Onofrio)







Invia un commento


Questa pagina è stata visitata 2.498 volte
Data pubblicazione: 18/05/2008

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti