Jazzitalia - Joe Locke Quartet: Sticks and Strings
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Jazzeyes003 - 2007
Joe Locke Quartet
Sticks and Strings


1. Time like the Present
2. The Rosario Material
3. Sword of Whispers
4. Terzani
5. All Of You
6. A Word Before You Go
7. Appointment in Orvieto
8. I Fall In Love Too Easily
9. Sixth Sense

Joe Locke - vibes
Jonathan Kreisberg - electric & Acoustic guitars
Jay Anderson - bass
Joe La Barbera - drums




Siculiana srl
via Ammiraglio Rizzo, 39
90142 Palermo
email: pressoffice@musiceyes.com
web: www.musiceyes.com


E' lodevole e degna di nota, pur nel suo limitato effetto simbolico, la scelta operata dall'etichetta discografica palermitana, Jazz Eyes, di pubblicare il nuovo album del raffinatissimo quartetto di Joe Locke, stampando il supporto digitale nell'inusuale colore nero. Naturalmente nero lucido nella facciata incisa ma ancor più nero, color vinile nell'altra, riproducendo addirittura i tradizionali solchi di un normale 33 giri con l'etichetta circolare. Il tutto racchiuso in un'elegantissima confezione digipack che ricorda nella sua miniatura il tanto amato e mai dimenticato LP, ancora oggi accudito e usato con assoluta, ma compiacente delicatezza, da tanti audiofili. E mi piace pensare che tale scelta possa per un attimo incuriosire qualche adepto all'ormai ampiamente diffuso mp3 e fare in modo che questi sia tentato di provare l'ascolto di un supporto veramente musicale in grado di restituire la musica senza tagli di sorta.



Quello oggetto di questa recensione ha peraltro anche nel suo contenuto i presupposti per essere apprezzato dai più e per fungere da veicolo di avvicinamento al jazz per chi di solito non l'ascolta per scelta passionale. Scrivevo prima di un raffinatissimo quartetto: Joe Locke valente vibrafonista di livello internazionale che ha raccolto riconoscimenti prestigiosi come quello del Downbeat Magazine che nel 2003 ha votato il suo 4 Walls of freedom come uno dei dieci cd dell'anno, mentre nel giugno 2006 la Jazz Journalist Association (JJA) lo ha premiato come "Mallet Player of the Year". Con lui in questa produzione ci sono un chitarrista newyorkese Jonathan Kreisberg dotato di grande senso armonico e sensibilità musicale, le cui qualità sono già ampiamente note negli Stati Uniti, un contenutissimo ma essenziale contrabbassista Jay Anderson ed un geniale, ma discreto, nella circostanza, batterista Joe Labarbera.

La musica si sviluppa sull'asse Locke-Kreisberg ma è il gruppo nel suo insieme che crea le migliori condizione per le delicate e dotate sonorità di uno strumento come il vibrafono.

Ci si muove, è vero, in ambiti mainstream ed il tutto è reso con una cura certosina, è un jazz d'atmosfera, di gran classe, attraverso due standard, cinque composizioni dello stesso Locke, e una a testa per il bassista Jay Anderson e il batterista Joe La Barbera.

La struttura dei brani è quella tradizionale in questi ambiti, l'esposizione del tema precede sempre le parti dedicate all'improvvisazione che comunque è sempre contenuta e condizionata dal mantenimento di un equilibrio armonico che non deve mai venir meno perché costituisce l'essenza dell'intero lavoro.

Kreisber e Locke si dividono le parti solistiche e in tal senso bisogna sottolineare il contributo determinante del chitarrista newyorkese che concorre non poco con i suoi solo e con i suoi interventi, anche di supporto, sia alla sei corde elettrica che a quella acustica, alla riuscita dell'album, una produzione che si fa ascoltare con piacere evidenziando una certa omogeneità, non solo di suoni, ma anche di soluzioni musicali. Le melodie scandite dal vibrafono di Locke o dalla chitarra di Kreisberg si assimilano facilmente e può capitare di trovarsi a canticchiarle in un momento spensierato della propria giornata, mentre l'ascolto attento da l'opportunità di apprezzare trame sonore indubbiamente eleganti che non potrebbero essere tali senza l'ausilio della sezione ritmica la quale svolge il suo compito in modo esemplare sia quando è necessario dare ritmo e brio come in The Rosario Material, Terzani, Appointment in Orvieto e Sixth Sense, sia quando bisogna creare atmosfere più intime come accade per il resto dei brani. Fra tutte le nove tracce se ne evidenziano due caratterizzate da soluzioni un tantino più eclettiche, le già citate Terzani, con un bel solo di Locke, che nell'occasione arriva a spingersi anche un po' oltre i limiti, e Sixth Sense con un interessante e inusuale dialogo tra chitarra e batteria nella parte finale del brano. Sticks and Strings mette ancora una volta in evidenza le grandi doti di un musicista come Joe Locke e quindi può essere l'occasione propizia per accostarsi alla sua musica e ai suoni di uno strumento dal grande fascino come il vibrafono.
Giuseppe Mavilla per Jazzitalia







Articoli correlati:
17/07/2020

Love In Translation (Rosario Giuliani)- Alceste Ayroldi

19/01/2020

Umbria Jazz Winter #27: "Molta musica, come al solito, a Orvieto, con parecchi concerti sempre con il "tutto esaurito". L'edizione #27 è anche dedicata alla meomria del manager umbro Mario Guidi." (Aldo Gianolio)

18/03/2012

Il jazz diventa un pretesto per improvvisare, il criterio per dialogare con gli altri strumenti è "la libertà in funzione della spontaneità". (Viviana Falcioni)

10/09/2011

IX Edizione del Multiculturita Summer Jazz Festival: Apertura con Angiuli-Di Turi-Angiuli, Attolini J.E.P. Quartet e la Municipale Balcanica, poi Stefano Di Battista "Woman's Land", Pino Mazzarano - Gianni Lenoci, la giovane Orchestra del Saint Louis e Stefano Bollani con i suoi Visionari: "...un festival dove la qualità della musica, unita ad una oramai altissima e collaudata cura organizzativa, lo portano ad essere una delle rassegne maggiormente rappresentative della regione Puglia." (Marco Losavio)

19/08/2011

Shadowless (Jonathan Kreisberg)- Stefano Clemente

19/08/2011

Intervista con Jonathan Kreisberg: "Il momento che stiamo vivendo è molto stimolante. Dopo il jazz classico è stato il momento della fusion ma da allora le cose sono cambiate. L'idea di fusion è cambiata. All'inizio si pensava che la fusion dovesse essere aggressiva e con la dinamica sempre al massimo. Il linguaggio era differente. Adesso con i ritmi di tutto il mondo e la tradizione Swing e Bebop, c'è più bilanciamento." (Stefano Clemente)

17/06/2011

Stepping On Stars (Locke, Giuliani, Moroni) - Alceste Ayroldi

06/03/2011

As You Like (BANN (Blake, Anderson, Noy, Nussbaum)) - Alceste Ayroldi

20/12/2010

In and Out of Love (Jay Clayton)- Eva Simontacchi

23/10/2010

La vita è bella (Mintzer / Moroni / Fioravanti /La Barbera)- Alessandro Carabelli

27/08/2010

Lennie's Pennies (Rosario Giuliani)- Franco Bergoglio

15/08/2010

Südtirol Jazz Festival Altoadige: "Il festival altoatesino prosegue nella sua tendenza all'ampliamento territoriale e quest'anno, oltre al capoluogo Bolzano, ha portato le note del jazz in rifugi e cantine, nelle banche, a Bressanone, Brunico, Merano e in Val Venosta. Uno dei maggiori pregi di questa mastodontica iniziativa, che coinvolge in dieci intense giornate centinaia di artisti, è quello, importantissimo, di far conoscere in Italia nuovi talenti europei. La posizione di frontiera e il bilinguismo rendono l'Altoadige il luogo ideale per svolgere questo fondamentale servizio..." (Vincenzo Fugaldi)

16/12/2006

Easy To Love (Roberta Gambarini)





Video:
Joe Locke - Dado Moroni - Rosario Giuliani @ Umbria Jazz Winter # 18
Joe Locke - Dado Moroni - Rosario Giuliani...
inserito il 01/01/2011  da umbriajazz10 - visualizzazioni: 5513
Stepping on stars - Joe Locke Rosario Giuliani Dado Moroni (Egea Records-Umbria Jazz)
Spot nuova uscita discografica 2011 "STEPPING ON STARS" J.LOCKE-R.GIULIANI-D.MORONI(EGEA RECORDS-UMBRIAJAZZ) www.egeamusic.comRegistarto dur...
inserito il 24/12/2010  da EgeaRecordsMusic - visualizzazioni: 5530
JOE LOCKE QUARTET (Robert Rodriguez piano solo) Ueffilo Jazz Club Gioia del Colle - Ba 2010 (2b/2)
Joe Locke Quartet, presenta l'ultimo cd ""Force of Four" . Robert Rodriguez nel suo coinvolgente assolo di piano , al Ueffilo Jazz Club...
inserito il 18/04/2010  da nickingos - visualizzazioni: 3731
JOE LOCKE QUARTET - Ueffilo Jazz Club Gioia del Colle - Ba 2010 (1a/2)
Joe Locke Quartet, presenta l'ultimo cd ""Force of Four" al Ueffilo Jazz Club di Gioia del Colle (Ba) 18/04/10., , Joe Locke vibes,, Ro...
inserito il 18/04/2010  da nickingos - visualizzazioni: 4065
JOE LOCKE QUARTET (Terreon Gully drum solo) Ueffilo Jazz Club Gioia del Colle - Ba 2010 (1b/2)
Joe Locke Quartet, presenta l'ultimo cd ""Force of Four" . Il coinvolgente drum solo di Terreon Gully, al Ueffilo Jazz Club di Gioia de...
inserito il 18/04/2010  da nickingos - visualizzazioni: 4131
Joe Locke "Force of Four"
Joe Locke "Force of Four" official eCard., The album is out now - get it on http://www.shop.joelocke.com., , Featuring Joe Locke (vibes), Ro...
inserito il 23/09/2008  da nadworks - visualizzazioni: 3154
Joe Locke Quartet "The Rosario Material" live
The Joe Locke Quartet, live at A-Trane, Berlin (Nov. 05, 2007) — "The Rosario Material", featuring Joe Locke (vibes), Jonathan Kreisbe...
inserito il 01/02/2008  da nadworks - visualizzazioni: 2116
Bill Evans Trio - My Romance (tune3)
Iowa 1979. With Marc Johnson - bass & Joe Labarbera - drums....
inserito il 29/10/2006  da fopstra - visualizzazioni: 3577


Invia un commento


Questa pagina è stata visitata 2.780 volte
Data pubblicazione: 17/11/2007

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti