Jazzitalia - Recensioni - Ramon Valle: Take Off
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novità

Benny Benack III dagli Stati Uniti e il suo Italian Quartet incontrano il salento con i Bija per la seconda edizione di OdA Music Fest..

Pat Metheny cita Pasquale Grasso come "il più significativo nuovo chitarrista che abbia ascoltato in molti, molti anni... ".

2016 senza tregua, Alphonse Mouzon non c'è più! Muore a 68 anni il grande batterista americano..

Il crooner e trombettista statunitense Benny Benack III con il suo Italian Quartet al The Empty Space di Molfetta .

VI edizione per il Multiculturita Black Music Contest per solisti e gruppi di giovani musicisti e per promuovere la cultura e la pratica della musica afroamericana sul territorio .

14 grandi concerti con star internazionali, live performance, incontri divulgativi per il festival di produzioni originali Special Guest presso il Teatro Eliseo di Roma.

Proposta di legge per erogare 1 Milione di euro l'anno al Festival Umbria Jazz..

Spettacolarità, coinvolgimento, creatività, originalità: sono i tratti che contraddistinguono ancora una volta la rassegna musicale "Aperitivo in Concerto" 2016-2017.

Cartellone internazionale per la settima edizione del San Severo Winter Jazz Festival che apre ad ottobre con Luis Perdomo.

Fabrizio Bosso, Incognito, Falzone, Rosario Giuliani, Fresu, Petrella, Billy Cobham fra i concerti di gennaio e febbraio 2017 al Blue Note Milano.

Il Saint Louis, Istituzione di Alta Formazione Artistica Musicale autorizzata dal Miur a rilasciare titoli accademici di I e II livello, apre le iscrizioni al prossimo anno accademico 2016/2017.

Click QUI per fare pubblicita' su Jazzitalia
Jazzitalia sbarca in Russia! Tradotti in cirillico alcuni articoli esclusivi.
Ultimi aggiunti:

            ASCANI Riccardo (chitarra)
            BALLANTI Marco (chitarra)
            BOCCIA Marco (contrabbasso)
            CHECCHINI Igor (batteria)
            CIUFFREDA Daniele (chitarra)
            DEL PEZZO Massimo (batteria)
            ESPOSITO Gianluca (sax)
            FRASCAROLI Andrea (piano)
            JESSIE & THE HOT NUTS (gruppo)
            MORONE Franco (chitarra)
            PAISSA Roberto (chitarra)
            PIOVESAN Sebastian (basso e contrabbasso)
            SANTANGELO Giuseppe (sax)
            VENDRAMIN Graziella (voce)
            VERGALITO Gianluca (chitarra)
            VOLPICELLI Lucia (voce)
Ramon Valle
Take Off



In and Out (2015)

1. All The Things You Are
2. Steps In The Night
3. Es una historia
4. Trance Dance In Blue
5. Hallelujah
6. Principe enano
7. Y si volviera
8. Levitando
9. Cinco hermanas
10. What Are You Doing / The Rest Of Your Life
11. Kimbara pa' Nico

Ramón Valle - pianoforte
Omar Rodriguez Calvo - contrabbasso
Ernesto Simpson - batteria


Quando si pensa e parla di un musicista cubano, la mente fa il suo pavloviano salto nell'universo del ritmo creolo. E a parlar di jazzisti, si svolta l'angolo nel cubop di Dizzy Gillespie e accoliti. Ramón Valle parla un idioma differente: di strada ne ha già percorsa parecchia, con i suoi dieci album all'attivo, e forse solo in Italia non si è ricavato la sua fetta di successo, non essendo transitato per festival jazz blasonati quanto lo sono X Factor o Amici per la musica leggera. "Take Off" ricorda ai più attenti quanto il pianista di Holguín sia bravo e sappia mescolare i geni musicali scritti nel suo dna con il suo sapere jazzistico ad ampio spettro. Mette la quarta nell'interpretare la classicissima "All the things you are", lasciando singhiozzare l'armonia e spiegando la melodia su fraseggi rapidi e tempestosi. Dialoga a meraviglia con i suoi sodali, guardando in faccia Omar Rodriguez Calvo (ben conosciuto per far parte del trio di Martin Tingvall) che rimpalla ogni singola nota con un suono tondo e grasso, pastoso e invitante. Fa quasi tutto da solo Valle, fatta eccezione per il classico di Jerome Kern, "Es una historia" brano tra i meno battuti e conosciuti di Stevie Wonder – peraltro non da strapparsi i capelli – donandogli un senso di orchestralità e un ritmo latin variegato dalle esplicitazioni ritmiche di Ernestro Simpson; c'è Hallelujah di Leonard Cohen, qui travolta dal lirismo misurato della tastiera di Valle; e c'è Michel Legrand con un medley tra "What Are You Doing" e "The Rest Of Your Life", dove prevale il gran senso per la melodia. Il resto, come si diceva, è tutta farina del sacco di Valle, che declina il suo variegato stile, affermando una piena padronanza delle dinamiche, controllo della sonorità e una buona fermezza nelle linee di basso. "Steps In The Night" recupera la via del modern mainstream da denominazione d'origine controllata. Con Trance Dance In Blue si naviga in un blues che sguazza in laghetto dove soffia un venticello di son. Il fraseggio ritmico e percussivo è una costante di Valle, tra alti e bassi del volume sonoro, caratterizza le folate di "Principe enano".

Un lavoro che non dà pause e rifugge l'omogeneizzazione.

Alceste Ayroldi per Jazzitalia






Articoli correlati:
30/09/2013

In Concert (Tingvall Trio)- Alceste Ayroldi

18/03/2012

Vägen (Tingvall Trio) - Alceste Ayroldi

26/02/2011

Camino Al Barrio (Nelson Riveros)- Marco Angelini







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 381 volte
Data pubblicazione: 22/02/2016

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti