Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

2005 Platea Records
Alberto Traversi Quartet
The art of swing


1. Fly me to the moon
2. I’ve got you under my skin
3. Blue moon
4. The lady is a tramp
5. When I fall in love
6. Night and day
7. Mr. Bojangles
8. Theme from “New York New York”
9. Beyond the sea
10. Bewitched
11. My funny Valentine
12. Rockstar life
13. Supermodel blues

Alberto Traversi - vocals
Alberto Barattini - piano
Carlo 'one' Berardinello - drums
Riccardo Vigoré - bass
Franco Finocchiaro - bass

Additional musicians:

Gianluca Anselmi - guitars
Pietro Pastore - piano and keyboards
Fassy - vocal
on "Supermodel blues"


Alberto Traversi, concertista e compositore, appassionato cultore dei crooners americani e dello swing, pubblica il suo primo cd presentando 13 brani, 11 dei quali covers di gran successo nel panorama del vocalese.



Se ottima appare la scelta delle tracks, tra le più significative delle blue notes, qualche perplessità suscita la riuscita dell'operazione di rilettura, nell'intenzione di rinverdire, di riproporre tali standards secondo uno stile assolutamente personale, alla ricerca di una spregiudicata duttilità vocale che talora non riesce a rendere del tutto espressive certe "movenze" in verità evitabili.

Accompagnato da bravi strumentisti, il vocalist sembra evidenziare una sensibilità cromatica a volte un po' frammentaria, anche se senza dubbio garbata, morbida e carezzevole nelle intenzioni, talora intonando melodie struggenti e passionali, tal altra provando fraseggi swing secondo una spontaneità esecutiva non del tutto convincente.

In ogni caso il sound che ne perviene è gradevole, forse maggiormente equilibrato nei due brani, di gusto più pop, di cui è autore: lo spazio riflessivo, allora, pone in luce una preparazione improntata ad una tecnica più salda e avvolgente, sicuramente priva di autocompiaciute ed ardimentose improvvisazioni, non ancora necessarie alla caratura espressiva del Nostro.

In tal senso "Rockstar life" e "Supermodel blues" potranno forse sembrare elementi estranei al corpus dell'opera, ma anche brani in cui la personalità artistica di Traversi emerge con maggior vigore ed il canto appare cromaticamente più espressivo e determinato.

Interessante l'interplay di Barattini con la ritmica, mai eccessiva nell'accompagnare o nei soli, segnale d'una formazione musicale di una certa eleganza e di un pregevole buon gusto, offerto in modo evoluto e consapevole, in sintonia con le forme jazzistiche più attuali.
Fabrizio Ciccarelli per Jazzitalia







Articoli correlati:
07/04/2007

Gli SwingMatics al Blue Note: "...un organico insolito che nell'eccezionalità della sua struttura ha creato un fenomeno consueto nella musica jazz: l'originalità e l'importanza della timbrica come ricerca di qualcosa di diverso..." (Mario Livraghi)

07/03/2005

Waling along Mainstream (Jumpin' jazz & blues band)







Invia un commento


Questa pagina è stata visitata 4.441 volte
Data pubblicazione: 08/09/2006

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti