Jazzitalia - Recensioni - Israel Varela: The Labyrinth Project
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Si è spento all'età di 95 anni la grande icona della chitarra jazz Franco Cerri..

Annunciato il San Severo Winter Jazz Festival 2021, 7 concerti internazionali dal 29 ottobre al 1 aprile 2022..

Pubblicato "The Rising Sun" il nuovo e quarto album del chitarrista modern jazz Fabrizio Savino.

ECM: le novità in uscita della prestigiosa casa discografica tedesca. .

Open Day del Saint Louis Music School dedicato al Master in I livello in Music Business & Management. .

Al via il Premio Rota 2021. Un'edizione dove accanto alla consegna dei riconoscimenti vi sarà tanta musica dal vivo. .

Morto Don Marquis (4 maggio 1933 - 29 luglio 2021) indimenticabile storico del jazz e autore del volume “In search of Buddy Bolden: first man of jazz".

Ciao Paolo, musica e Jazzitalia in lutto per la scomparsa del sassofonista Pietro Paolo Mannelli. Aveva 84 anni..

Disponibile dal 2 dicembre per Adda Editore il libro "Paolo Lepore e la Jazz Studio Orchestra" curato da Alceste Ayroldi.

Pubblicato "Bass Way", il nuovo Metodo Didattico per contrabbasso classico e jazz di Marcello Sebastiani..

Esce Pentatonic Pyromania di Mimmo Langella, un manuale per arricchire tecniche e fraseggio per chitarra in ambito Pop, Rock, Jazz e Fusion.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            ADJÀ QUINTET (gruppo)
            BELLADELLI Antonio (voce e contrabbasso)
            BLASIOLI Simone (sax)
            CAGNETTA Mariangela (voce)
            CAPRARESE Cristian (pianoforte)
            CASSARA' Elio (chitarra)
            CRISPINO Luca (chitarra)
            CRISTOFARO Gaetano (sax e clarinetto)
            CUOCO Ramon (tromba)
            GADDI Piero (pianoforte)
            GHIDONI Davide (tromba)
            INDRA (gruppo)
            LAVIANO Alfredo (batteria e percussioni)
            LEPORE Fabio (voce)
            MAZZA Cristina (sax)
            ROSSINI Giorgio (voce)
            TATONE Angelo (chitarra)
            VARAVALLO Luca (contrabbasso)
Israel Varela
The Labyrinth Project



Via Veneto - Jando (2019)

1. Flowing Wind
2. Shadow
3. All Directions
4. Ascended Soul
5. Heliopolis
6. Azul
7. Nueve secretos
8. Cuatro

Israel Varela - batteria, voce
Ben Wendel - sassofono tenore
Florian Weber - pianoforte
Alfredo Paixâo - basso


Gran bel gruppo. E gran bella musica quella concepita da Israel Varela. Il batterista messicano si conferma un eccellente compositore e lo fa mettendo in chiaro come si possano mescolare, con arguzia e tatto, musiche differenti, influenze sonore in apparenza distanti.
 
Già in partenza, con "Flowing Wind", mette sul piatto la forza ritmico-armonica di matrice newyorkese, dominata da Ben Wendel, lo scattante pianismo di Florian Weber – tra classica contemporanea e volate boppistiche – e spruzzate di sonorità fusion-latine. Si cambia passo in "Shhadow" con il lento periodare di Alfredo Paixâo, prima di cedere lo scettro al basso ostinato di Weber sul quale si incardina la rimanente terna, con Wendel in testa a declamare il suo verbo. Il drumming di Varela è incisivo, scoppiettante, implicita i ritmi e crea nuove soluzioni in combine con la rigogliosa compostezza di Paixâo ("All Directions"). Il controllo dei volumi, il pathos crescente caratterizzante ogni brano. Weber dipinge, con passo europeo, i quadri sonori bluesy di "Ascended Soul" e infiocchetta "Heliopolis" con la limpida e toccante voce di Israela che fa da apripista a un brano che ha possanza americana, lucentezza europea e rimandi a un nervoso e scattante neo-bop. Le suadenti note di "Azul" – tra pianoforte e voce – ci riconducono nei luoghi natii di Varela: il brano è impreziosito dai caldi registri di Wendel e da un crescente lirismo. Si cambia nuovamente tono con " Nueve secretos", nel lungo duettare tra piatti e tamburi del musicista messicano e il legato di Wendel, sempre impeccabile. La merge di suoni che si ascoltano in "Cuatro", roboante nei passaggi fusion e nei cambi di metrica, chiude un album che trova una sola definizione: bello.

Alceste Ayroldi per Jazzitalia







Articoli correlati:
27/08/2017

Invocations (Israel Varela Trio feat. Rita Marcotulli)- Enzo Fugaldi

14/03/2017

Ben Wendel Group: "...un jazz elegante, capace di proporre interessanti soluzioni melodiche e ritmiche, con incursioni nel rock e nell'indie, senza tralasciare l'America Latina..." (Niccolò Lucarelli)

13/07/2014

E sei arrivata tu (Emanuele Belloni)- Francesco Favano

02/03/2014

Zancle (Serena Ferrara)- Nina Molica Franco

10/03/2013

Israel Varela 4et: "Il quartetto, grazie alla sua energia e al suo spiccato gusto per la contaminazione, ha così aperto brillantemente la nuova stagione jazzistica al 'La Sosta'." (Francesco Favano)

19/05/2012

Precipitevolissimevolmente (Stefano Scarfone)- Gianmichele Taormina

22/10/2011

Border People (Israel Varela) - Cinzia Guidetti

26/09/2009

Rolli's Tones (Maurizio Rolli Big Band) - Giuseppe Mavilla

20/07/2008

Tijuana Portrait (Israel Varela)





Video:
Diego Amador Trio "Caravan" (Israel Valera drum solo) Ueffilo Jazz Club Gioia del Colle - Ba
Diego Amador Trio in "Caravan" ( J.Tizol) ,Israel Valera drum solo, in Concert al Ueffilo Jazz Club - Gioia del Colle - BariDiego Amador voc...
inserito il 08/04/2011  da - visualizzazioni: 4706


Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 524 volte
Data pubblicazione: 13/06/2020

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti