Jazzitalia - Recensioni - Anders Bergcrantz Quartet & Norrlandsoperan Symphony Orchestra plays the music of Anna Lena Laurin: The Painter
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Ventisettesima Edizione per l'EFG London Jazz Festival, unanimemente riconosciuto come uno degli eventi più sfavillanti all'interno dell'offerta culturale della capitale inglese.

Sessantesimo anniversario del Bologna Jazz Festival, sui palchi e nei club anche di Modena e Ferrara, con un ricco programma e molti eventi didattici, culturali .

Chick Corea, John Scofield, Joe Lovano, Enrico Rava, Pat Martino tra i nomi di spicco del Padova Jazz Festival che si terrà dal 13 ottobre al 24 novembre.

Esce il 19 ottobre "La Fenice", registrazione del concerto che Keith Jarrett ha tenuto a Venezia nel luglio 2006.

Robert Vignola da Trivigno a Hollywood e ritorno con la musica di Zerorchestra: l'anteprima mondiale di "Beauty's Worth" è stato un autentico trionfo..

Brda Contemporary Music Festival: festival dedicato alla musica creativa e d'improvvisazione vede la sua ottava edizione tornare a Smartno, con la dir. artistica di Zlatko Kaučič.

Seconda edizione del Premio Internazionale "Pino Massara" per giovani compositori di musica pop e jazz. Premi per un totale di 25.000 euro.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            COLI Alessio (sax)
            D'AVERSA Vanessa (arpa)
            DI VEROLI Angelo (batteria)
            FABBRINI Franco (contrabbasso)
            FUMO Marco (piano)
            GALATRO Francesco (contrabbasso)
            LI VOTI Dario (batteria)
            MENEGOTTO Mauro (batteria)
            MUZZU Manuel (basso elettrico)
            NASONE Antonio (chitarra)
            PANTALEO Gianluca (basso e contrabbasso)
            PANTIERI Filippo (piano)
            PILATO Frank (chitarra)
            PISANELLO Donatello (chitarra)
            RAVERA Leo (piano)
            SPARTà Gaetano (pianoforte)
            VIGNALI Michele (sax)
Anders Bergcrantz Quartet & Norrlandsoperan Symphony Orchestra plays the music of Anna Lena Laurin
The Painter



Vanguard Music (2015)

1. Cypresses
2. Absinth Minded
3. Sunflowers
4. Touches
5. Twilight

Anders Bergcrantz - tromba
Robert Tjaderkvist - pianoforte
Patrick Grundström - contrabbasso
Ulrick Ording - batteria


Cosa succede quando la classica contemporanea incontra il jazz e il suo mondo di improvvisazione? Dipende. Molte esperienze in merito sono naufragate infrangendosi sugli scogli della banalità, altre sono passate inosservate per la loro dichiarata mediocrità, e altre ancora (non molte) fanno ricredere un po' tutti sulla distinzione tra le musiche: "The Painter" appartiene a quest'ultima categoria. E' un'opera agile e scattante divisa in cinque parti scritta dalla compositrice svedese Anna-Lena Laurin, che mette in chiaro tutto il suo vissuto musicale plasmando con maestria sul pentagramma la tradizione classica con le immagini del futuro. Anders Bergcrantz, eccellente trombettista di Malmö, compagno anche nella vita della Laurin, incunea le sue armi e quelle dei suoi sodali in questo tessuto, conferendo ancora più nerbo a una musica che trapassa i secoli. Già l'incipit di "Cypresses" lascia viaggiare orecchie e fantasia in mille luoghi del mondo, con la ritmica che assume spessore e vibrazione. Il suono di Bergcrantz è adamantino, perfettamente intonato e ondeggia sui tappeti di note costruiti dagli archi della Norrlandsoperan Symphony Orchestra magistralmente diretta da Mats Rondin. E lo swing, le note sincopate – anche quelle del pianoforte – si trovano a perfetto agio in questo quadro d'assieme. La saltellante crepuscolare overture di "Absynth Minded" che volge al giorno con scorribande decise e arcigne in un crescendo imperioso, fa da lungo prologo alla tribale marcia del quartetto che declina un ampio vocabolario jazz, e soprattutto timbri, suoni e colori d'alto profilo. I passaggi di tempo e di ritmo si susseguono rendendo il brano ancor più interessante, così anche nella parentesi tenebrosa affidata alle ottime mani di Robert Tjaderkvist, impeccabile nel coniugare il classico con il moderno. Piccole suite, alcune delle quali sfiorano i dieci minuti, che riescono a narrare storie, leggende, mitopoiesi. "Sunflowers" è gentile, romantica, con un susseguirsi di figure che tengono alta la traccia melodica, anche quando l'ingresso del quartetto apre un ampio squarcio bluesy in trasformazione con le note tenute ben alte, dal suono potente e dalla raffinata ricerca armonica. Il lirismo sinfonico di "Touches" allarga le maglie per accogliere il linguaggio jazzistico. Tutto ciò con naturalezza, senza forzature; lasciando che la composizione compia i suoi giri e non debba subire storture. L'album chiude con "Twilight" e sono i gorghi sonori di Bergcrantz che spadroneggiano già dalle prime note, mentre i tempi medi e sottintesi dell'orchestra fanno la spola tra suoni acuti e gravi.
 
Un disco che mette pace tra jazz e classica (semmai loro fossero in lite). Ma soprattutto fa bene allo spirito.

Alceste Ayroldi per Jazzitalia







Articoli correlati:
27/08/2017

Soulfully Yours (Anders Bergcrantz)- Alceste Ayroldi

14/03/2009

About Time (Anders Bergcrantz )







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 550 volte
Data pubblicazione: 03/01/2016

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti