Jazzitalia - Recensioni - Jaleel Shaw: The Soundtrack Of Things To Come
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Dolomiti Ski Jazz 2019. 22° Edizione, dal 9 al 17 marzo 2019: concerti su misura per… sciatori. Il Dolomiti Ski Jazz è un incrocio di passioni: quelle per gli sport invernali, per la black music, per la natura alpina.

Concorso il Jazz ed i Colori della Musica: Concorso di composizione e arrangiamento riservato a giovani musicisti residenti nella Regione Campania, scadenza 31 marzo 2019.

Un'orchestra per Pino Daniele special guest: Tony Esposito e Tullio De Piscopo a Bari per un concerto dedicato al grande musicista e in favore dell'Alzheimer.

Al via la prima edizione di Boogie Jazz Season, rassegna curata da Gabriele Buonasorte, che ospita il grande Jazz italiano e internazionale sul palco del BOOGIE CLUB..

Quest'anno la ECM compie 50 anni, mentre la Ducale, distributrice in Italia, ben 60! Ancora oggi il catalogo si arricchisce con una costanza unica.

"Musicista Italiano dell'anno" e "Disco Italiano dell'anno" per Franco D'Andrea al Top Jazz 2018.

Marilena Paradisi & Kirk Lightsey in concerto a Roma presso l'Auditorium Parco della Musica.

Susanna Stivali in "Caro Chico" (omaggio a Chico Buarque de Hollanda) all'Auditorium Parco della Musica di Roma.

Un duo particolare per Notti di Stelle Winter: Enrico Rava e Danilo Rea per la Camerata Musicale Barese.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            CALIGIURI Francesco (sax)
            COLI Alessio (sax)
            D'AVERSA Vanessa (arpa)
            DI VEROLI Angelo (batteria)
            FABBRINI Franco (contrabbasso)
            GALATRO Francesco (contrabbasso)
            INTUITION QUARTET (gruppo)
            LI VOTI Dario (batteria)
            MAZZA Giovambattista (chitarra)
            MILONE Federico (sax)
            MUZZU Manuel (basso elettrico)
            PANTALEO Gianluca (basso e contrabbasso)
            PILATO Frank (chitarra)
            PISANELLO Donatello (chitarra)
            RAVERA Leo (piano)
            SIRAGUSA Nino (chitarra)
            SPARTà Gaetano (pianoforte)
            VISCARDI Paolo (chitarra)
Jaleel Shaw
The Soundtrack Of Things To Come



Changu records (2013)

1. I Wish I Didn't Know
2. Conclusions
3. Ballerina
4. The Wheel Of Life
5. The Understanding
6. Chroma
7. Sister
8. Leel's Tune
9. Song For Sid
10. Faith

Jaleel Shaw - alto saxophone except on tracks 3 & 9, soprano saxophone on tracks 3 & 9
Lawrence Fields - piano
Boris Kozlov - bass
Johnathan Blake - drums


Il bambino che ci fa sorridere in copertina con un sassofono giocattolo in bocca non è altro che Jaleel Shaw all'età di due anni: il tempo è passato ma la passione per lo strumento a fiato è rimasta. Il giovane sassofonista della Pennsylvania ha oramai raggiunto una certa fama collaborando stabilmente, tra gli altri, con Roy Haynes Quartet, Tom Harrell's "Colors Of A Dream", The Mingus Big Band, Roy Hargrove, Chick Corea, Dave Holland.
Le dieci tracce originali che compongono l'album si ispirano al suo vissuto personale ed alla proposta di alcuni musei d'arte di New York che gli offrono la possibilità di produrre un progetto ispirandosi ad opere scelte dalle loro collezioni. "I wish I Didn't know" dal sapore vagamente modale, delinea subito le coordinate dell'intero progetto: Shaw sfodera un timbro solare con un fraseggio denso e molto veloce, sostenuto dal possente drumming di Jonathan Blake. "Ballerina" è stata composta, come racconta Shaw nelle note di copertina, dopo aver visto un balletto in televisione. La traccia procede proprio come i volteggi di un ballerino, una piccola ballad anomala, intermittente, singhiozzante. "Chroma" ispirata alla fotografia cromatica e "Conclusions" si caratterizzano per l'ottima prova della sezione ritmica: Blake e Kozlov costruiscono un tappeto poliritmico velocissimo
dando prova di freschezza e vivacità. In "Song for Sid" Shaw abbandona il sax alto per il soprano dal suono vellutato e aristocratico in un pezzo che abbandona i ritmi più concitati dell'intero album. Nella traccia "Faith", scritta in onore dell'artista Kehinde Wiley, l'anima blues esplode ed il timbro di Shaw si fa accorato e complice. Da metà traccia la batteria asseconda la svolta blues adottando un ritmo shuffle.

Shaw sforna una prova matura e sentita suonata a modo da un ottima band affiatata e dotata di buon interplay.

Nicola Barin per Jazzitalia







Articoli correlati:
23/11/2016

Buster Williams Quartet "Something More": "Torrione sold out per una serata di jazz d'autore, profondamente americano ma portavoce di un pensiero liberale moderno." (Niccolò Lucarelli)

14/12/2014

Joe Lovano & Dave Douglas Sound Prints: "...una coppia perfetta per condurre per mano il pubblico in un percorso di immagini sonore in cui la figura di Wayne Shorter è sempre e costantemente palapabile." (Nina Molica Franco)

17/11/2014

Present (Thomas Maintz - Scott Colley - Johnathan Blake)- Alceste Ayroldi

08/06/2013

Opus Five (A. Sipiagin, S. Blake, D. Kikoski, B. Kozlov, D. Edwards): "...una vera unità musicale, la condivisione del progetto fa emerge sia il piacere di suonare assieme che una forte componente comunicativa." (Viviana Falcioni)

17/02/2013

Clockstopper (Kenneth Dhal Knudsen)- Alceste Ayroldi

08/04/2012

Roy-Alty (Roy Haynes) - Alceste Ayroldi

27/11/2010

Kenny Barron, uno dei tanti fenomeni della grande rassegna di Todd Barkan, ha fatto il pieno al Dizzy's Club di New York: musica intensa, trascinante ed eccitante. Per l'After Hours, si esibisce il pianista italiano Eugenio Macchia con il suo trio: una nuova possibilità per il Songbook Americano: i brani sono stati eseguiti con una intensità mozzafiato, in perfetto tono e senza orpelli. (Roberta E. Zlokower)

27/07/2010

McCoy Tyner Quartet, Gonzalo Rubalcaba e Roy Haynes "Fountain of Youth Band" a Vicenza Jazz 2010, Allonsanfan. il Jazz di Là delle Alpi (Giovanni Greto)

19/02/2010

In this day (E.J.Strickland)- Gianni B. Montano

01/01/2010

Come Together (George Colligan)- Alessandro Carabelli





Video:
Joe Locke "Force of Four"
Joe Locke "Force of Four" official eCard., The album is out now - get it on http://www.shop.joelocke.com., , Featuring Joe Locke (vibes), Ro...
inserito il 23/09/2008  da nadworks - visualizzazioni: 2601


Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 397 volte
Data pubblicazione: 01/03/2015

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti