Jazzitalia - Duck Baker Trio: The Waltz Lesson
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

12.500 euro destinati per una Borsa di Studio "Giorgia Mileto". promossa dalla famiglia e dal Saint Louis College of Music per i Corsi accademici di Jazz & Popular Music..

Corso in Rebranding e Self-Promotion nel Music Business. A cura di Fiorenza Gherardi De Candei e Alceste Ayroldi.

E' morto Jimmy Cobb.

Solo un arrivederci per Umbria Jazz. Costretti ad annullare l'edizione del 2020, sono già riprogrammati alcuni concerti esclusivi per l'edizione 2021!.

Aldo Bassi, trombettista, direttore d'orchestra, insegnante e leader di varie band, è venuto a mancare a Latina..

Saint Louis Club House, il nuovo salotto musicale ideato dal Saint Louis per ascoltare, vedere e degustare la musica comodamente dal divano di casa, in tempi di emergenza Covid-19. .

McCoy Tyner, icona del pianismo e del jazz, se ne è andato. Aveva 81 anni. .

Esce Pentatonic Pyromania di Mimmo Langella, un manuale per arricchire tecniche e fraseggio per chitarra in ambito Pop, Rock, Jazz e Fusion.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            ADJÀ QUINTET (gruppo)
            ALESSI Piero (batteria)
            CAGNETTA Mariangela (voce)
            CAPRARESE Cristian (pianoforte)
            CRISTOFARO Gaetano (sax e clarinetto)
            DIMONTE Pippi (contrabbasso)
            FINOCCHIARO Franco (contrabbasso)
            INDRA (gruppo)
            LAVIANO Alfredo (batteria e percussioni)
            LEPORE Fabio (voce)
            MECENERO Maurizio (chitarra)
            RICCIU Daniele (sax)
            RIVA Marco (polistrumentista)
            ROBERTO Davide (percussioni)
            ROSSINI Giorgio (voce)
            SILVA JOLY Raquel (chitarra)
            TATONE Angelo (chitarra)
            VARAVALLO Luca (contrabbasso)
Duck Baker Trio
The Waltz Lesson



Les Cousins

01. Waltz With Mary’s Smile 05:08
02. Friday 04:44
03. Mr. Syms 05:18
04. Tiziano 03:06
05. Lefty & Me 05:21
06. The Waltz Lesson 06:56
07. Baker’s Dozen 03:07
08. Sweet & Lovely 05:11
09. The Clear Blue Sky 07:42
10. Tgv 05:43

Duck Baker - chitarra
Alex Ward - clarinetto
Joe Williamson - contrabbasso


Un disco piacevolissimo, ottimamente registrato, nel quale i musicisti si dimostrano abilissimi nel padroneggiare le dinamiche sonore, il tutto in un clima di estrema rilassatezza, che non significa assenza di vigore, ma é piuttosto indice di sapienza interpretativa. Duck Baker, americano dalle doppie radici, africane e anglo-irlandesi, trasferitosi in Europa vicino a Londra e per un periodo nel nostro Paese (in Piemonte), oltre che un buon musicista è anche uno studioso e un appassionato della musica americana. Il disco è un po' una sintetica storia del Jazz, dagli stili degli esordi come il Ragtime, allo Swing, al Bebop, alla libertà improvvisativa. I brani sono tutti originali, ad eccezione dello standard "Sweet & Lovely", eseguito basandosi sull'interpretazione di Thelonious Monk e "Mr.Syms" di John Coltrane, contenuto in "Coltrane plays the blues". Il leader si esprime con la tecnica del fingerpicking, suona cioé le corde della chitarra utilizzando esclusivamente i polpastrelli delle dita. Il suo stile, sia nell'accompagnamento che nelle parti solistiche, appare contraddistinto da una romantica delicatezza, che appoggia su un solido senso dello swing. I suoi partners, assai più giovani, lo assecondano efficacemente. Il clarinettista, inglese, esibisce un'ottima tecnica, espressa sia in episodi sussurrati, che in momenti di veemente intensità.

Sorprende la varietà timbrica e la capacità di dialogare nelle diverse situazioni stilistiche. Corposo, dinamico, ritmico è il suono del contrabbassista, canadese, capace di un "drive" sviluppato abilmente in un tipico brano bebop come "Baker's Dozen" e nei veloci "Tiziano" e "TGV", ispirato a due treni ad alta velocità, il primo dei quali percorre le lunghe strade ferrate tra Torino e Dortmund.

Il nostro preferito è il primo, "Waltz With Mary's Smile", un fresco 3/4 che induce alla danza e i cui assolo sono introdotti da un'ossessiva, quanto delicata frase del clarinetto, sostenuta alla perfezione dal tocco ritmico di contrabbasso e chitarra. In fine una riflessione: sarebbe cambiato qualcosa se oltre a contrabbasso e clarinetto, ci fosse stata anche una batteria, percossa esclusivamente con le spazzole?

Giovanni Greto per Jazzitalia







Articoli correlati:
28/08/2010

Venezia Jazz Festival 2010: In alcuni degli scenari più suggestivi al mondo, come Piazza san Marco, si sono alternati l'acclamatissimo Pat Metheny Group, la dolce e accattivante melodiosità di Norah Jones, le impeccabili dinamiche del Duck Baker trio, la tecnica strepitosa di Yamandù Costa, la sorprendente padronanza di Esperanza Spalding, l'intenso e spettacolare Paco De Lucia, la musica e la poetica di Paolo Fresu e Daniele Di Bonaventura nell'omaggio a Hugo Pratt sulle immagini di Pino Ninfa. (Giovanni Greto)

25/02/2005

Acoustic Guitar International Meeting: The Best of Vol.1 (AA.VV.)







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 1.143 volte
Data pubblicazione: 22/10/2011

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti