Jazzitalia - Simone Zanchini - Ratko Zjaca: The Way We Talk
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

"Bass Call": Borse di Studio Saint Louis per contrabbassisti. Indette audizioni per l'assegnazione di tre borse di studio .

Quinta edizione del Bitonto Blues Festival: tre serate con il meglio del blues nazionale e internazionale. Carlos Johnson da Chicago in esclusiva italiana.

Raphael Gualazzi e il suo "Love Life Peace Tour" a Trani con la band per presentare il suo ultimo album, già disco d'oro in Italia..

Lucca Jazz Donna. Tutto pronto per la XIII edizione. Ospite clou il 22 ottobre, Amii Stewart.

Si è spento improvvisamente John Abercrombie, aveva 72 anni.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Roccella Jazz Festival 2017 - Rumori Mediterranei. Dedicato a Rino Gaetano, la XXXVII edizione del noto festival calabrese.

Brda Contemporary, festival dedicato alla musica creativa e d'improvvisazione vede la sua settima edizione tornare a Smartno, nel cuore della Brda, il meraviglioso collio sloveno. .

Joe Lovano Plays John Coltrane. A Palermo il sassofonista americano, accompagnato dal trio di Salvatore Bonafede, eseguirà alcune delle composizioni più memorabili di Coltrane..

Todd Barkan, Pat Metheny, Diane Reeves e Joanne Brackeen riceveranno il prestigioso National Endowment For The Arts 2018 Jazz Masters.

Il Saint Louis, Istituzione di Alta Formazione Artistica Musicale autorizzata dal Miur a rilasciare titoli accademici di I e II livello, apre le iscrizioni al prossimo anno accademico 2016/2017.

Click QUI per fare pubblicita' su Jazzitalia
Jazzitalia sbarca in Russia! Tradotti in cirillico alcuni articoli esclusivi.
Ultimi aggiunti:

            AMELIA SMOOTH JAZZ (gruppo)
            AUTINO Adriano (chitarra)
            CAIAZZA Igor (perccussioni)
            CIMINO Lorenzo (tromba)
            DI IENNO Gianluca (piano)
            ESPOSITO Sergio (chitarra)
            GIOLLI Marco (batteria)
            MINI Elisa (voce)
            MOON WALKER JAZZ BAND (gruppo)
            PELLITTERI Marcello (batteria)
            PIRAINO Alessandro (chitarra)
            RONCA Marco (piano)
            SALVADORI Mattia (tromba)
            SCARAMELLA Giulio (piano)
            SILVESTRI Vittorio (chitarra)
            VENTUROLI Danilo R. (piano)
Simone Zanchini - Ratko Zjaca
The Way We Talk



In And Out 2010 Ior CD 77104-2

1. Pippo
2. Twilight Time Again
3. Kandinsky Night (For Miroslav Vitous)
4. One Mind Temple
5. Frida Is Vanished
6. Morgagni Est
7. La stanza di Arturo
8. The Forest of Love
9. Adam and Eva
10. A Friend for Life
11. Out of Body

Ratko Zjaca - chitarra elettrica e acustica, effetti
Simone Zanchini - fisarmonica, elettroniche
Martin Gjakonovski - contrabbasso)
Adam Nussbaum - batteria


Quattro vie e quattro storie musicali che si incontrano. Quattro culture differenti che cercano di fondersi per forgiare nuova materia. Ratko Zjaca, valente chitarrista di origini croate, che vive a Rotterdam, ha un bel bagaglio di esperienze fatte in ogni dove. Simone Zanchini, fisarmonicista forte di un background classico, ha ottime propensioni verso la musica contemporanea. Martin Gjakonovski, macedone sedente in Germania, è camaleontico per natura e sa porgere con pienezza il suono del suo contrabbasso, sottolineando tutto il suo passato nel jazz. Alla stregua di Adam Nussbaum da N.Y.C. (anche se i suoi natali sono nel Connecticut) che sciorina buona parte del suo vocabolario arricchitosi con personaggi del calibro di John Scofield, Sonny Rollins, Stan Getz, Michael Brecker. Frutto di tale actio sinergica è The Way We Talk, undici brani firmati quasi alla pari da Zjaca (sei) e Zanchini (cinque), per un album dai tre volti: uno sorprendente per freschezza e vitalità, l'altro sorprendente per romantica affezione ad una certa fusion, ed il terzo sorprende per quel manto di obliviosa vecchiezza, anch'essa romantica. Sembra d'essere di fronte a tre differenti strutture formali di diverso piglio e andamento, anche storico. Ottimo l'istinto creativo di Kandisky Night e Morgagni Est. La prima, firmata da Zjaca, è sorretta da una scombinata ed apparentemente scorbutica metrica ben calata nelle torsioni della musica contemporanea, zeppa di effetti elettronici che diventano sostanziali nell'economia del brano; la seconda, siglata da Zanchini, si attesta sulla stessa matrice, rinverdendo con piena originalità la vena "rumoristica" cara a John Cage (l'iniziale marcia del treno intonata dagli stumenti è esemplare). One Mind Temple (scritta da Zjaca), è opportunamente ruvida e arricchita di dissonanze degne del miglior jazz attuale. Vibrante è La Stanza di Arturo (di Zanchini), fast-tempo che convoglia tutte le differenti provenienze etniche dei musicisti. Altrettanto gustosamente audace è Adam And Eva (ancora di Zanchini) innervata sul divario culturale tra il periodare classico/folcloristico della fisarmonica ed il groove bluesy della ritmica. L'altro segmento sonoro è incarnato dalla malcelata passione per Pat Metheny del chitarrista croato. Echi ben marcati si ascoltano in Twilight Time Again; stesso bouquet - con la chitarra baritono - è presentato in The Forest Of Love e rimarcato in Out Of Body, dove risultano quasi imbarazzanti le assonanze – anche ritmiche - con un celeberrimo brano del chitarrista del Missouri.

Di tutt'altra pasta sono Frida Is Vanished (Zanchini), ballad tanto vintage da risultare piuttosto gelida, che fa il paio con A Friend For Life (Zjaca).

Un album passato al caleidoscopio, tanti colori sicuramente, alcuni belli e interessanti, ma di altri se ne poteva fare anche a meno.

Alceste Ayroldi per Jazzitalia






Articoli correlati:
18/07/2017

Steppingstone (Terje Gewelt)- Gianni Montano

13/07/2015

Singular Curves (Swallow - Talmor - Nussbaum)- Niccolò Lucarelli

02/06/2015

The Collective Personnel (Project Them)- Gianni Montano

26/04/2015

Il giro d'Italia a bordo di un disco - Giovanni Mazzarino e Valentina Gramazio, Jazzy Records: "Bisogna lottare per non scendere a compromessi e fare capire che la qualità e la professionalità hanno delle regole e che infrangerle fa male a tutti." (Alceste Ayroldi)

19/10/2014

Meets Mahler (Sonata Islands (Giovanni Falzone))- Valeria Loprieno

21/12/2013

Quattro chiacchiere con...Lara Iacovini: "Ci vuole coraggio per osare, ma se nessuno lo facesse...beh, sappiamo bene cosa accadrebbe." (Alceste Ayroldi)

16/08/2012

"...una finestra aperta alle novità europee, senza preclusioni nei confronti di quanto di interessante si muove in Italia in campo jazzistico, ma anche con una doverosa attenzione al panorama statunitense." (Vincenzo Fugaldi)

04/02/2012

All'estero posso suonare come mi viene e fare buona musica, in Italia non è semplice. Ecco, in questo caso io la chiamo italietta. Se fai delle scelte che sono meno collocabili nel suono che l'Italia riconosce, fai più fatica a esprimerti, hai meno opportunità, meno spazi, meno possibilità. (Vincenzo Fugaldi)

03/12/2011

Dear George (Flora Faja) - Alceste Ayroldi

22/10/2011

Castroreale Jazz Festival: "La suggestiva cornice della piazza Pertini di Castroreale in provincia di Messina, una piccola perla dei Peloritani, accoglie da oltre un decennio un festival diretto con passione da Piero Salvo insieme a un ristretto numero di validissimi collaboratori. Quest'anno, dopo la serata iniziale dedicata al violoncellista Ernest Reijseger in trio con Harmen Fraanje e Mola Sylla, si sono esibiti Rita Marcotulli con Francesco Bearzatti, lo ZZ Quartet di Simone Zanchini e il grande contrabbassista francese Renaud Garcia-Fons." (Vincenzo Fugaldi)

06/03/2011

As You Like (BANN (Blake, Anderson, Noy, Nussbaum)) - Alceste Ayroldi

22/08/2010

L'alta qualità del trio Swallow - Talmor - Nussbaum, l'infaticabile Charles Lloyd col suo New Quartet, l'attesissimo duo Chick Corea - Stefano Bollani, l'Aznavour visto dal soprano Cristina Zavalloni e il country rarefatto del Bill Frisell trio al Verona Jazz 2010 (Giovanni Greto)

02/05/2010

Laurent Cugny Quartet plays Joe Zawinul + Forum "Miles Davis"; Adam Nussbaum meets Riccardo Del Fra, Hervé Sellin, Pierrick Pedron; Jerry Bergonzi Trio. Tre concerti al Sunset/Sunside Club di Parigi (Luca Civelli)

09/11/2009

Playing in traffic (Swallow/Talmor/Nussbaum) - Laura Mancini

06/09/2009

Ispani Jazz 2009, "Una coraggiosa svolta internazionale" con Bob Mintzer, John Abercrombie, Flavio Boltro: "La macchina organizzativa dell'Ispani Jazz Festival ha rivelato, in questa settima edizione 2009, una concreta ed encomiabile evoluzione che, tanto nella coraggiosa, quanto interessante svolta internazionale, ha riscosso un palpabile gradimento dei numerosi appassionati accorsi." (Francesco Peluso)

16/08/2009

Piazza Jazz 2009 a Piazza Armerina, una realtà dove "cuore e passione sono il motore primo, e tutto il resto viene dopo...sotto la direzione artistica di Giovanni Mazzarino, Piazza Jazz per tre giorni ha fatto risuonare di musica e cultura la città dei mosaici, grazie pure a protagonisti di rilievo internazionale." (Antonio Terzo)

28/06/2009

Better alone...! Live (Simone Zanchini) - Cinzia Guidetti

20/06/2009

Light (The Giovanni Mazzarino New Quintet)

24/01/2008

Simone Zanchini & Frank Marocco in "Be-Bop Buffet": "Senza tempo, anzi fuori e dentro il tempo, Frank Marocco per l'appunto. Un signore dello swing amante dell'interplay a colloquio con un partner d'eccezione il funambolico e multiforme Simone Zanchini." (Pierluigi Vicini)

14/10/2007

Clusone Jazz 2007: "Clusone divenuta famosa grazie anche all'idea di Bennink, Moore e Reijseger, che diversi anni or sono decisero di dare al loro trio il nome di quel luogo magico in cui si era costituito, ma oggi vanta una fama internazionale per meriti propri: per il clima (tra artisti e organizzatori) e per la qualità della musica offerta, tanto, che gli organizzatori hanno deciso di esportare il loro sapere e conoscere altrove..." (Luca Vitali)

23/04/2007

Be-bop buffet (Simone Zanchini - Frank Marocco)

15/04/2007

William Parker, Manu Dibango, Leena Conquest, Adam Nussbaum e molti altri a Chiasso per la decima edizione del Festival di Cultura e Musica Jazz dal titolo "Colour is Jazz", ricca di infinite proposte musicali, di stili, ritmi e improvvisazioni, come infiniti sono i colori a disposizione nel mondo dell'arte figurativa...(Bruno Gianquintieri)







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 2.238 volte
Data pubblicazione: 06/03/2011

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti