Jazzitalia - Recensioni - Matteo Fraboni Quintet: This Is My Music
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Ventisettesima Edizione per l'EFG London Jazz Festival, unanimemente riconosciuto come uno degli eventi più sfavillanti all'interno dell'offerta culturale della capitale inglese.

Sessantesimo anniversario del Bologna Jazz Festival, sui palchi e nei club anche di Modena e Ferrara, con un ricco programma e molti eventi didattici, culturali .

Chick Corea, John Scofield, Joe Lovano, Enrico Rava, Pat Martino tra i nomi di spicco del Padova Jazz Festival che si terrà dal 13 ottobre al 24 novembre.

Esce il 19 ottobre "La Fenice", registrazione del concerto che Keith Jarrett ha tenuto a Venezia nel luglio 2006.

Robert Vignola da Trivigno a Hollywood e ritorno con la musica di Zerorchestra: l'anteprima mondiale di "Beauty's Worth" è stato un autentico trionfo..

Brda Contemporary Music Festival: festival dedicato alla musica creativa e d'improvvisazione vede la sua ottava edizione tornare a Smartno, con la dir. artistica di Zlatko Kaučič.

Seconda edizione del Premio Internazionale "Pino Massara" per giovani compositori di musica pop e jazz. Premi per un totale di 25.000 euro.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            COLI Alessio (sax)
            D'AVERSA Vanessa (arpa)
            DI VEROLI Angelo (batteria)
            FABBRINI Franco (contrabbasso)
            FUMO Marco (piano)
            GALATRO Francesco (contrabbasso)
            LI VOTI Dario (batteria)
            MENEGOTTO Mauro (batteria)
            MUZZU Manuel (basso elettrico)
            NASONE Antonio (chitarra)
            PANTALEO Gianluca (basso e contrabbasso)
            PANTIERI Filippo (piano)
            PILATO Frank (chitarra)
            PISANELLO Donatello (chitarra)
            RAVERA Leo (piano)
            SPARTà Gaetano (pianoforte)
            VIGNALI Michele (sax)
Matteo Fraboni Quintet
This Is My Music



Via Veneto Jazz Millesuoni (2012)

1. 4 on 7
2. The road
3. Something new
4. Dear friend
5. Umuntu ngumuntu
6. A time for love
7. 7 on 4 (exit whole)

George Garzone - tenor sax
Logan Richardson - alto sax
Aruan Ortiz - piano, rhodes
Rashaan Carter - double bass
Matteo Fraboni - drums



Via Veneto Jazz is a division of Millesuoni
via Calabritto, 28 - 00010 Roma
tel. +39 06 25213540
Fax +39 06 37513596
web: http://www.millesuoni.it
Via Veneto Jazz is distributed by EMI Music
 


Prima prova discografica per il ventinovenne batterista italiano Matteo Fraboni, che si presenta con un quintetto americano degno di nota. Il suo "This is my Music", uscito per Via veneto Jazz, si avvale dei suoni dei sassofonisti George Garzone e Logan Richardson, del piano e del rhodes di Aruan Ortiz e del contrabbasso di Rashaan Carter. Un esordio in grande stile dall'altra parte dell'Oceano dove Fraboni ha trovato dei collaboratori che potevano più di altri inserirsi nelle sue frasi musicali.

Dal titolo dell'album si percepisce che le composizioni presentate sono il frutto di anni di ricerca personale, del suo viaggio musicale che, leggendo la sua biografia capiamo essere stato un viaggio anche fisico. Forti sono, infatti, i richiami alle sonorità africane e asiatiche soprattutto nel brano "Umuntu ngumuntu" costruito sulla scala indiana bahiravi. Il blues "The Road" racconta più esplicitamente di un viaggio verso quel jazz tanto caro al batterista marchigiano. Un brano dalle sonorità più metropolitane in cui gli echi al jazz occidentale, al be-bop, sono forti ma mai scontati. Parte invece da ritmiche jungle "Something New" che si apre con un solo del leader. Struttura irregolare arricchita da improvvisazioni sul tema, da una melodia cantabile e da richiami fusion, in parti dovuti all'uso del rhodes da parte di Ortiz. I momenti più lirici sono racchiusi nel waltzer "Dear Friend" e nella cover di Johnny Medell "A Time For Love".

Un buonissimo esordio per Fraboni, con un album che racchiude tanti stili e universi musicali, dosati e mixati con intelligenza. Una sorta di omaggio alle influenze musicali della sua breve attività da professionista, in attesa di trovare la sua strada o perché no di continuare in questa, fatta di sperimentazione e dinamismo.

Valeria Loprieno per Jazzitalia







Articoli correlati:
18/08/2018

Sedici (Elisabetta Serio)- Alceste Ayroldi

23/09/2017

A Beautifull Story (Rosario Bonaccorso)- Alceste Ayroldi

09/04/2017

Cinema Italia (Giuliani - Biondini - Pietropaoli - Rabbia)- Alceste Ayroldi

02/06/2015

Seals (Alessandro Galati)- Antonella Chionna

05/01/2015

The Apple (Marco Valeri Quartet)- Francesco Favano

08/11/2014

Intervista con Elisabetta Serio: "Devo esprimermi in un modo che arrivi al pubblico in una maniera diversa di come farebbero tanti..." (Laura Scoteroni)

25/11/2013

Yatra Vol. 2 (Enzo Pietropaoli Quartet)- Enzo Fugaldi

14/04/2013

Alter Ego (Yaron Herman)- Alceste Ayroldi

30/12/2012

Distante (Jano 4tet) - Alceste Ayroldi

18/12/2011

Clouds Digger (Emilio Marinelli Trio)- Marco Sagliano

10/12/2011

Morgan Rewind: A Tribute To Lee Morgan 1 (Roberto Magris Quintet)- Enzo Fugaldi

18/08/2011

Meu mundo è hoje (Ligia Franca)- Alessandro Carabelli

29/05/2011

Dieci (Max Ionata Quartetto)- Alessandro Carabelli

24/12/2010

Closer (Wasabi)- Gianni B. Montano

18/09/2010

The First One (Nicola Angelucci)- Vincenzo Fugaldi

20/03/2010

Trio Ostiko (Rosario Giuliani – Pippo Matino – Benjamin Henocq) - Alceste Ayroldi

04/05/2009

Don't loose your soul (Silvia kleyff)

18/06/2006

Madre Tierra (J. Girotto, N. Mangalavite, D. Garcia Bruno, C. Buschini )

17/04/2006

Hikmet (LTC – Lussu – Tucci - Ciancaglini)

15/12/2005

Stravagario 2 (Stefano Battaglia e Michele Rabbia )

21/08/2005

Uragano Elis (Barbara Casini)

04/05/2005

Recordando Gardel (Javier Girotto)

20/12/2004

Il 29 settembre 2004, veniva a mancare Biagio Pagano, fondatore della Via Veneto Jazz. Oggi, 20 dicembre 2004, avrebbe compiuto 42 anni. Abbiamo pensato di ricordarlo attraverso la spontanea testimonianza di coloro che hanno avuto l'opportunità di conoscerlo.

16/12/2004

Tristano (Amato Jazz trio)

17/10/2004

Mingus, Cuernavaca (Roberto Spadoni Six)

25/07/2004

Evans Remembered (Enrico Pieranunzi & Horns)

03/07/2004

Jazz Desire (High Five)

15/12/2003

Ringin' Bells (Quarte)

24/04/2003

Stravagario (Michele Rabbia e Stefano Battaglia)





Video:
Maurits Roes New Trio "Live Public Library"
The Hague - OlandaMaurits Roes (piano) Andrea Di Biase (doublebass) Matteo Fraboni (drums)...
inserito il 02/11/2009  da masmella - visualizzazioni: 2245


Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 1.800 volte
Data pubblicazione: 10/03/2013

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti