Jazzitalia - Recensioni - Paolo Recchia: Three For Getz
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Corso in Rebranding e Self-Promotion nel Music Business. A cura di Fiorenza Gherardi De Candei e Alceste Ayroldi.

E' morto Jimmy Cobb.

Solo un arrivederci per Umbria Jazz. Costretti ad annullare l'edizione del 2020, sono già riprogrammati alcuni concerti esclusivi per l'edizione 2021!.

Aldo Bassi, trombettista, direttore d'orchestra, insegnante e leader di varie band, è venuto a mancare a Latina..

Saint Louis Club House, il nuovo salotto musicale ideato dal Saint Louis per ascoltare, vedere e degustare la musica comodamente dal divano di casa, in tempi di emergenza Covid-19. .

McCoy Tyner, icona del pianismo e del jazz, se ne è andato. Aveva 81 anni. .

Addio a Giorgia Mileto, Con grande dolore apprendiamo della scomparsa della responsabile ufficio stampa del Saint Louis College of Music di Roma e di vari festival internazionali della capitale. .

Vic Juris, chitarrista jazz, noto soprattutto per il suo importante ruolo nella band di Dave Liebman, è mancato il 31 dicembre 2019. Era ricoverato al St. Barnabas Medical Center di Livingston, New Jersey..

E' morto Mario Guidi, uno dei più illuminati manager del mondo del jazz, padre del pianista Giovanni e titolare della MGM Produzioni Musicali, agenzia tra le migliori e serie a livello internazionale.

Esce Pentatonic Pyromania di Mimmo Langella, un manuale per arricchire tecniche e fraseggio per chitarra in ambito Pop, Rock, Jazz e Fusion.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            ADJÀ QUINTET (gruppo)
            ALESSI Piero (batteria)
            CAGNETTA Mariangela (voce)
            CAPRARESE Cristian (pianoforte)
            CRISTOFARO Gaetano (sax e clarinetto)
            DIMONTE Pippi (contrabbasso)
            FINOCCHIARO Franco (contrabbasso)
            INDRA (gruppo)
            LAVIANO Alfredo (batteria e percussioni)
            LEPORE Fabio (voce)
            MECENERO Maurizio (chitarra)
            RICCIU Daniele (sax)
            RIVA Marco (polistrumentista)
            ROBERTO Davide (percussioni)
            ROSSINI Giorgio (voce)
            SILVA JOLY Raquel (chitarra)
            TATONE Angelo (chitarra)
            VARAVALLO Luca (contrabbasso)
Paolo Recchia
Three For Getz



Albore Jazz - ALBCD-021 - 2013


1. Indian summer
2. Carpetbagger's theme
3. Grandfather's waltz
4. Three little words
5. First song
6. Hershey bar
7. O grande amor
8. Voyage
9. The Peacocks

Paolo Recchia - sax alto
Enrico Bracco - chitarra
Nicola Borrelli - contrabbasso


Stan Getz è stato un musicista capace di cavalcare l'onda del successo, anche con riscontri considerevoli nella vendita dei dischi, dagli anni Cinquanta agli anni Settanta. Virtuoso del sax tenore ha saputo imporre il suo timbro limpido e cristallino, il suo approccio rilassato, dotato, comunque, di una forza e di una verve ben individuabile, nel panorama della scena internazionale, a partire dal cool jazz in avanti. La sua maggiore popolarità si è avuta negli anni sessanta con il cosiddetto jazz samba, l'incontro con i maestri della musica brasiliana e la nascita della bossanova. Per Paolo Recchia si è trattato di una vera scommessa, cimentarsi in un repertorio eseguito prima di lui da autentiche stelle del firmamento mondiale, icone di uno stile e di un modo stesso di concepire il jazz. Il sassofonista di Fondi ha affrontato la sfida con spirito leggero, privo di remore. Si è indirizzato su una serie significativa di brani ricchi di storia e li ha riproposti, prima di tutto perché sono graditi a lui, sono nelle sue corde espressive, più semplicemente gli piace interpretarli, insomma.

Paolo Recchia usa il sax alto e privilegia i toni morbidi, arrotondati. Il fraseggio è bene articolato, privo di salti di tensione, uniforme senza essere piatto. Va a nozze nei pezzi più antichi, rivelando un'anima neo-cool, ma sa dire la sua pure nelle incursioni nel latin jazz, evidenziando una delicatezza nell'approccio a famosi brani degli anni Sessanta; Enrico Bracco sostiene il dialogo con uguali intendimenti: la chitarra elettrica disegna paesaggi dai colori tenui, lievi. Non alza mai il tono del discorso. Tutto resta confinato nel registro del sottovoce, del sussurrato. Pure il contrabbasso di Nicola Borrelli risulta parzialmente depotenziato, indebolito, per rimanere al passo di una musica poco energica, dove è difficile scorgere momenti di contrasto, di conflitto.

Di "Three for Getz", si può apprezzare, prima di tutto, il garbo di un trio impegnato a rendere omaggio ad un tenorista invero non molto ricordato in quest'ultimo periodo. E' Monk il musicista più letto e rivoltato degli anni Duemila. Fatta salva la riserva di contestualizzare nel 2014 l'utilità di un rifacimento così filologicamente perfetto, il disco è sicuramente gradevole. Ci riporta indietro nel tempo ad atmosfere e climi di almeno cinquant'anni fa. Per chi crede che il jazz debba sempre procedere in avanti, qui non troverà ragioni per cui entusiasmarsi. Questo album accontenterà in pieno, invece, quanti ritengano che la tradizione si possa riproporre con una leggera, cauta rispolverata, appena avvertibile. "First song", però, uno dei brani più noti di Charlie Haden, mette d'accordo, alla fine, tutti. Il motivo è talmente bello, da superare a piè pari possibili sbarramenti metodologici o ideologici. Fa venire voglia, subito dopo, di risentire la versione del duo Stan Getz-Kenny Barron sul cd "People time"....

Gianni Montano per Jazzitalia







Articoli correlati:
10/03/2019

"Music Unites" di Rocco Zifarelli: "Durante il tour internazionale insieme al Maestro Ennio Morricone, in occasione dell'uscita del nuovo album "Music Unites", abbiamo incontrato Rocco Zifarelli per attraversare molti aspetti della sua carriera, del nuovo album e delle sue prospettive musicali..." (Marco Losavio)

13/12/2015

Crossthing (Fabrizio D'Alisera Quartet)- Gianni Montano

11/10/2015

Optics (Alice Ricciardi)- Alceste Ayroldi

08/06/2014

Fabrizio D'Alisera Quartet: "In occasione della Giornata Mondiale Unesco del Jazz , al jaz club La Sosta il quartetto del sassofonista romano ha presentato l'album Crossthing." (Francesco Favano)

25/01/2014

Soundscape (Stefano D'anna Quartet)- Alceste Ayroldi

25/11/2013

Even Not 4 (Stefania Patanè Group)- Francesco Favano

20/03/2011

Paris Jazz (Chantons! (Awa Ly, A. Valiante, V. Serangeli)) - Alceste Ayroldi

18/09/2010

The First One (Nicola Angelucci)- Vincenzo Fugaldi

06/06/2010

Tribute To "Duke" (Giorgio Rosciglione) - Fabrizio Ciccarelli e Andrea Valiante

25/10/2009

Fires 'n Pyres (Federica Zammarchi) - Luca Labrini

08/09/2008

Lo schiavo (Armando Sciommeri)

07/07/2007

Tjololo (Enrico Bracco)





Video:
Paolo Recchia Trio @ Le Cave, Isernia - Alto Sax Player VideoMix HD
Paolo Recchia Trio @ Le Cave - Isernia 23.12.2010.Paolo Recchia, saxNicola Muresu, double bassNicola Angelucci, drums."I Want To Be Happy" b...
inserito il 14/02/2011  da HandEyeFamilyMusic - visualizzazioni: 5646
"Road Song" Tony Monaco,Eddy Palermo, Flavio Boltro,Ray Mantilla and friends
Tuscia in Jazz 2008Tony Monaco,Eddy Palermo,Flavio Boltro,Paolo Recchia,Francisco Mela, Geggè Munari, Ray Mantilla,Carl PotterEddy PalermoArenown...
inserito il 20/11/2008  da lermici - visualizzazioni: 4699


Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 728 volte
Data pubblicazione: 03/02/2014

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti