Jazzitalia - Domenico Sanna Trio: Too Marvelous For Words
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

McCoy Tyner, icona del pianismo e del jazz, se ne è andato. Aveva 81 anni. .

Arriva a Roma dal 4 al 27 marzo "Inspirational Women": 27 artiste per la grande rassegna che unisce musica. Una grande rassegna che mette in scena valori, energie e storie ispiranti.

Ottava edizione del Torino Jazz Festival, un omaggio al jazz in tutte le sue declinazioni espressive. In cartellone, insieme ai grandi nomi internazionali, artisti di ricerca ed eccellenze del territorio. .

Grace DB lancia "Donna 3.0": Il suo primo album d'esordio parla del ruolo della donna nella società contemporanea, di scelte personali ed equilibri che si trasformano.

New Echoes. Rassegna di Nuova Musica Svizzera a Venezia (4a edizione) con realtà musicali che si muovono attorno ai linguaggi contemporanei del jazz, della ricerca multidisciplinare, dell'indie-rock e dell'elettronica..

Prospettive Sonore a Foggia: 5 eventi di Jazz Crossover, progetti inediti e di ricerca con, tra gli altri, Roberto Ottaviano, Tom Kirkpatrick e Brian Charette..

Addio a Giorgia Mileto, Con grande dolore apprendiamo della scomparsa della responsabile ufficio stampa del Saint Louis College of Music di Roma e di vari festival internazionali della capitale. .

Vic Juris, chitarrista jazz, noto soprattutto per il suo importante ruolo nella band di Dave Liebman, è mancato il 31 dicembre 2019. Era ricoverato al St. Barnabas Medical Center di Livingston, New Jersey..

Musica, poesia, racconti e tanto altro per la V Edizione di Case Ospitanti a Matera, una suggestiva iniziativa che riempie la città di cultura e di conviviale stare insieme..

E' morto Mario Guidi, uno dei più illuminati manager del mondo del jazz, padre del pianista Giovanni e titolare della MGM Produzioni Musicali, agenzia tra le migliori e serie a livello internazionale.

Bergamo Jazz: Maria Pia De Vito firma l'edizione del 2020 con un cartellone che rende la manifestazione tra le migliori per respiro e profondità a livello europeo.

Pianisti di altri mondi, 7 + 1 concerti dal jazz alle sonorità contemporanee. Tornano a Milano i concerti delle domeniche mattina in una rassegna ideata da Gianni Morelenbaum Gualberto in collaborazione con la Società del Quartetto di Milano e il Teatro Franco Parenti.

Esce Pentatonic Pyromania di Mimmo Langella, un manuale per arricchire tecniche e fraseggio per chitarra in ambito Pop, Rock, Jazz e Fusion.

Umbria Jazz Winter 2019: Cinque giorni di musica da mezzogiorno alle ore piccole, novanta eventi, sette location nel centro storico di Orvieto, trenta band, più di centocinquanta musicisti, una rappresentanza di altissimo livello del jazz italiano. .

Songwriting Camp. Il Saint Louis sostiene le idee di giovani artisti, musicisti e cantautori con un corso gratuito e a numero chiuso realizzato con il sostegno del MiBAC e di SIAE, nell'ambito del programma "Per Chi Crea"..

Sotto le stelle del Gianicolo, prosegue la terza edizione del Festival "GIANICOLO IN MUSICA 2019 con grandi protagonisti del Jazz.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            ADJÀ QUINTET (gruppo)
            ALESSI Piero (batteria)
            CAGNETTA Mariangela (voce)
            CRISTOFARO Gaetano (sax e clarinetto)
            DILIBERTO Silvana (voce)
            DIMONTE Pippi (contrabbasso)
            FINOCCHIARO Franco (contrabbasso)
            GAETA Walter (pianoforte)
            INDRA (gruppo)
            LAVIANO Alfredo (batteria e percussioni)
            LEOFREDDI Antonio (viola)
            MAZZA Giovambattista (chitarra)
            MECENERO Maurizio (chitarra)
            RICCIU Daniele (sax)
            RIVA Marco (polistrumentista)
            ROBERTO Davide (percussioni)
            SILVA JOLY Raquel (chitarra)
            THE JIM DANDIES (gruppo)
Domenico Sanna Trio
Too Marvelous For Words



Tosky Records 2010

1. Promenade
2. Too Marvelous for Words
3. Happy fruits
4. The Last Train
5. Solo
6. Conception
7. Poinciana
8. Nickbull
9. Euphoria
10. Happy Nights
11. Midnight Sun

Domenico Sanna - Pianoforte
Giorgio Rosciglione - Contrabbasso
Marco Valeri - Batteria


Il primo album da band leader di Domenico Sanna, talentuoso pianista emergente, segna con significativo prestigio la nascita delle produzioni dedicate al jazz della nuova casa discografica Tosky Records. Iniziato giovanissimo allo studio dello strumento, Domenico Sanna comincia il suo viaggio verso le blue notes presso l'Università della Musica dove conseguirà nel 2007 il diploma con il massimo dei voti; nel 2005 ottiene una borsa di studio dalla "Global Music Foundation" e nel 2007 vince il premio come miglior pianista nel concorso Jimmy Woode. Ha inoltre studiato con musicisti quali Pino Iodice, Andrea Beneventano, Mulgrew Miller, Kenny Barron, George Cables, Ettore Gentile, Greg Burk, Salvatore Bonafede e Kenny Werner.

La rilevante raffinatezza di questa registrazione nasce dall'incontro dell'estroso pianista di Gaeta con l'esperienza del contrabbassista Giorgio Rosciglione, tra i più importanti jazzisti italiani fin dai primi anni '60, e con la maturità del batterista Marco Valeri.

"Too Marvelous For Words" è un autentico tuffo nel passato, decifrato con l'attenzione di un musicista tanto giovane quanto culturalmente "veterano", che ha saputo rileggere con le proprie moderne sensazioni gli studi di strumentisti eccellenti quali Ahmad Jamal, Sam Jones, Lennie Tristano, George Shearing e di pianisti più vicini alla propria generazione come Brad Mehldau. Allo stesso modo vengono proposte plasmatiche ed interessanti riletture di grandi standards come la gershwiniana "Promenade" dove l'arrangiamento, già di per sé notevole, è il terreno ideale per i luminosi cromatismi di Sanna. Inoltre l'ensemble presenta un repertorio di interessanti brani originali seguendo un lineare equilibrio melodico. Questo groove corale rappresenta il timbro armonico e strutturale del trio che seguirà per l'arco di tutta la registrazione, disegnato con elegante morbidezza dal tocco sempre omogeneamente rotondo e morbido degli strumentisti, tutti e tre dotati di un rilevante controllo espressivo. Indicative in tal senso le ottime letture di "Conception" di George Shearing e di "Poinciana" di Simons e Bernier, evergreens molto note e per questo osservate da ogni jazzofilo con particolare attenzione: ognuno, a parere di chi scrive, potrà rilevare l'originalità ed il buon gusto della riproposizione.

Dei brani di propria scrittura risultano di considerevole interesse l'arrangiamento e la composizione di Marco Valeri in "Happy fruits", mood dall'andamento caldo e sospeso nelle dinamiche di risposta tra contrabbasso e pianoforte, e la ballad "The Last Train", arrangiata da Giorgio Rosciglione, dove i rapidi sincopati di piano sembrano evolvere empaticamente sopra le impalpabili dinamiche delle spazzole di Valeri.

Siamo del tutto d'accordo con Dado Moroni, che ha scritto le liner notes dell'album, quando afferma: "una cosa che colpisce di questo progetto è il sound in totale. Tocco e respiro dei musicisti si miscelano perfettamente con la qualità della registrazione ed il risultato è perfetto: esattamente come se Domenico, Giorgio e Marco suonassero dal vivo nel salotto di casa nostra. Al contrario di molti Cd che vengono prodotti oggi, con la loro pulizia di suono eccessiva e ricerca anche nel minimo dettaglio, che alla fine risultano sterili, asettici e senza respiro".

Una prova di gran pregio ed interesse musicale, frutto di un ensemble di alto livello musicale e culturale. Un inizio di gran pregio per una casa discografica che intende unire la qualità al rispetto per il passato e per il futuro.

Fabrizio Ciccarelli e Andrea Valiante per Jazzitalia








Articoli correlati:
24/08/2019

Jazz Sessions (Ida Landsberg)- Alceste Ayroldi

13/12/2015

Sentimentale - Dedicato a Lelio Luttazzi (Barbara Errico)- Niccolò Lucarelli

11/10/2015

Optics (Alice Ricciardi)- Alceste Ayroldi

05/01/2015

The Apple (Marco Valeri Quartet)- Francesco Favano

24/08/2014

Prestazione (Daniele Tittarelli, Fresh Fish, Francesco Lento)- Alceste Ayroldi

23/06/2014

Other Digressions (Roberto Tarenzi)- Alceste Ayroldi

20/05/2012

"...un sentito tributo al clarinettista di origini salemitane con i clarinettisti Gabriele Mirabassi e Nicola Giammarinaro." (Vincenzo Fugaldi)

10/04/2011

Basentini/Hoffman Quintet alla Casa del Jazz: "Gli arrangiamenti sono ridotti al minimo così come introduzioni e code ma il senso di tutto ciò sta nella prevalenza della pura facoltà improvvisativa, nella ricerca di continui gesti estemporanei. Ogni chorus è diverso dall'altro e la sensazione - a volte - è che Basentini potrebbe continuare a soleggiare all'infinito per la grande varietà di soluzioni lessicali di cui è capace." (Paolo Incani)

20/03/2011

Wost (Way Out South Trio (M.D'Avola, V. Florio, M. Valeri))- Enzo Fugaldi

20/02/2011

Tuscia in Jazz Live (Eddie Gomez Trio/Dave Liebman 4et-5et)- Alceste Ayroldi

02/08/2010

Intervista a Giorgio Lovecchio, ideatore della Tosky Records: "La musica è la nostra vita, una dedizione assoluta, un amore infinito...se parliamo di jazz ce ne sono tanti perchè tanti sono gli artisti che abbiamo amato e che amiamo tuttora. Ciò che ci piace del jazz, a cui dedichiamo un' intera linea editoriale è il cinismo, l'autoironia, il bisogno di suonare per se stessi e la voglia di suonare per gli altri, l'interplay in una sessione di lavoro, la storia di una musica di nicchia, la ricerca continua e la profondità nell'ascolto." (Fabrizio Ciccarelli)

31/07/2010

Directly From Heart (Massimo Pirone) - Marco Buttafuoco

06/06/2010

Tribute To "Duke" (Giorgio Rosciglione) - Fabrizio Ciccarelli e Andrea Valiante

18/05/2010

Bye Bye Lazybird (Gerardo Bartoccini) - Alceste Ayroldi

22/04/2010

Too High (Marco Acquarelli)- Franco Bergoglio

30/06/2009

Let's move on (Venanzio Venditti) - Augusto Pallocca

15/03/2009

Tuscia in Jazz Live (AA.VV.)

20/04/2008

Marcello Rosa & Bepi d'Amato Jazz Heritage: le strade maestre del jazz italiano. Stregata la platea del comunale di Mercato S. Severino dal quintetto del trombonista: "...tra un aneddoto e un brano, ci hanno raccontato un pezzo importante della storia del nostro jazz, omaggiando Romano Mussolini e i tempi in cui si scorrazzava su di un furgone rappezzato, senza tregua dalle Alpi alla Sicilia..." (Olga Chieffi)

17/12/2006

L'Adamo Quartet di Daniele Tittarelli alla Casa del Jazz: "Fra le qualità della musica quella che ha catturato maggiormente l'attenzione è stata la fantasia, la continua invenzione melodica..." (Daniele Mastrangelo)





Video:
Kristina Granata 4tet Alexander Platz
Kristina Granata 4tet feat Riccardo Biseo, Giorgio Rosciglione, Lucio TurcoAlexander Platz jazz club 10/04/2011Body and soul...
inserito il 28/04/2011  da krijazz - visualizzazioni: 2601


Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 3.069 volte
Data pubblicazione: 26/09/2010

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti