Jazzitalia - Recensioni - Forthcoming Trio: Tree Forms
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Brass in Jazz. Palermo unica in Europa con Jon Faddis, unica in Italia, esclusa dal Mibact per il Jazz.

Joey DeFrancesco, 51 Anni, è Improvvisamente venuto a mancare la notte del 26 agosto 2022.

Mimmo Langella pubblica "EAR TRAINING PER CHITARRA e non solo!", il primo manuale di Ear Training dedicato specificamente ai chitarristi.

Master della durata di 12 mesi in Music Industry Management. Direzione: Alceste Ayroldi. .

Prima edizione del Little Jazz Festival: il nuovo progetto degli studenti dell'indirizzo musicale della Scuola Secondaria di Primo Grado dell'Istituto Comprensivo di Fiesso Umbertiano..

Pubblicato dalla Sher Music Co. un nuovo volume della collana Jazz Songbook dedicato alla musica di Steve Khan.

Blue Note Records e Universal Music Group Africa annunciano la creazione del nuovo marchio Blue Note Africa con la pubblicazione dell'album di Nduduzo Makhathini, "The Spirit Of NTU".

Grammy Award 2022: premi postumi (Chick Corea e Lyle Mays), la voce di Esperanza Spalding e i tre "nuovi talenti" Ron Carter, Jack DeJohnette, Gonzalo Rubalcaba.

Stage di Chitarra Flamenco di Manuel Montero nell'ambito del festival Arte in Vivo a San Lucido (Cosenza).

Esce anche in e-book il libro di Alceste Ayroldi sulla legislazione dello spettacolo e il diritto d'autore delle opere musicali.

Monopoli, sabato 12 marzo - Presentazione libro Alceste Ayroldi.

Nasce Pantuk, sinergia tra Pannonica e Tuk Music.

Alceste Ayroldi pubblica un libro sulla legislazione dello spettacolo e il diritto d'autore in musica .

Si è spento all'età di 95 anni la grande icona della chitarra jazz Franco Cerri..

Annunciato il San Severo Winter Jazz Festival 2021, 7 concerti internazionali dal 29 ottobre al 1 aprile 2022..

Ciao Paolo, musica e Jazzitalia in lutto per la scomparsa del sassofonista Pietro Paolo Mannelli. Aveva 84 anni..

Disponibile dal 2 dicembre per Adda Editore il libro "Paolo Lepore e la Jazz Studio Orchestra" curato da Alceste Ayroldi.

Pubblicato "Bass Way", il nuovo Metodo Didattico per contrabbasso classico e jazz di Marcello Sebastiani..

Esce Pentatonic Pyromania di Mimmo Langella, un manuale per arricchire tecniche e fraseggio per chitarra in ambito Pop, Rock, Jazz e Fusion.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Ultimi aggiunti:

            BELLADELLI Antonio (voce e contrabbasso)
            BLASIOLI Simone (sax)
            CAPORALE Giorgio (chitarra)
            CAPPI Andrea (piano, tastiere)
            CASSARA' Elio (chitarra)
            CRISPINO Luca (chitarra)
            CUOCO Ramon (tromba)
            GADDI Piero (pianoforte)
            GHIDONI Davide (tromba)
            LUCA NECCIARI QUARTETTO (gruppo)
            LUPI Benedetta (voce)
            MAZZA Cristina (sax)
            PELLEGRINO Vincenzo (batteria)
            ROSSINI Giorgio (voce)
            RUSSO Biagio (piano)
            TATONE Angelo (chitarra)
            THE JAZZ RUSSELL (gruppo)
            VARAVALLO Luca (contrabbasso)
Forthcoming Trio
Tree Forms



Improvvisatore Involontario (2013)

1. Conjectures and Refutations
2. 3-Sphere
3. Fine-tuning
4. Manifold
5. T.r.a.
6. Anthropic costant
7. Small sands

Tommaso Vespo - piano
Alessandro Vicard - contrabbasso
Antonio Longo - batteria


Una massa informe di suoni che piano piano si addensa creando trame e percorsi sonori liberi, articolati e imprevedibili. Ecco con poche parole la descrizione di Tree forms, l'esito discografico della collaborazione particolarmente azzeccata tra Tommaso Vespo al piano, Antonio Longo alla batteria e Alessandro Vicard al contrabbasso.

Il trio, che si presenta nella classica formazione con cui i grandi nomi del jazz hanno fatto la storia del genere mostra, attraverso Tree forms, di poter varcare i confini mantenendo viva la matrice di un jazz che - per quanto legato all'improvvisazione, alle ripetizioni tematiche e ai canoni – emana contemporaneità ad ogni suono. Le musiche, composte per lo più da Vespo e da Vicard, riescono a delineare forme musicali precise attraverso improvvisazioni libere e vitali, cluster che si sovrappongono e ricercano l'armonia comune all'interno del coinvolgente vortice sonoro. I tre musicisti, molto dotati tecnicamente, si distinguono nell'attuale panorama jazzistico contemporaneo per un sound personalissimo: Tommaso Vespo crea melodie limpide ma allo stesso tempo ricche di chiaroscuri e dai confini sfumati. Alessandro Vicard al contrabbasso dà vita a innumerevoli colori alternando pizzicato ad archetto; difficile dire quale delle due tecniche gli si addica maggiormente, ma sicuramente nell'uso dell'archetto classico e contemporaneo si fondono creando un suono inedito. E ancora Antonio Longo con la sua ritmica sempre serrata rende un movimento sempre incalzante, base ideale per i difficili fraseggi di pianoforte e contrabbasso. Tra andamenti sincopati, pause e ritardi ritmici è facile intravedere in Longo il volto di un jazzista capace di creare suggestioni emotive in continua oscillazione tra la tensione tipica dell'ansia in Manifold o Anthropic costant e la distensione della quiete in Fine-tuning. Significativo il brano di apertura del cd, Conjectures and Refutations, primo riucito tentativo di descrivere le congetture musicali di cui il trio è capace, fornendo una chiara idea dell'approccio stilistico che caratterizza gli artisti. Particolare anche la specularità tra l'intro swing di 3-Sphere e le successive linee armoniche molto vicine alla sperimentazione tipica del jazz contemporaneo, soprattutto da parte del contrabbasso. Non poteva esserci finale migliore che Small sands: ancora una volta masse sonore si scontrano alla ricerca della lingua comune con cui i tre strumenti possono iniziare un breve ma esplosivo dialogo.

Con Tree forms, Tommaso Vespo, Alessandro Vicard e Antonio Longo mostrano in modo assolutamente convincente il loro coraggio e la volontà di osare solcando paesaggi sonori inesplorati.

Nina Molica Franco per Jazzitalia







Articoli correlati:
03/01/2016

Fair is Foul and Foul is Fair (Costanza Alegiani)- Niccolò Lucarelli

13/12/2015

Sphere (Try Trio)- Niccolò Lucarelli

11/10/2015

Love (Francesco Cusa & The Assassins)- Antonella Chionna

10/05/2015

Laut (Gaia Mattiuzzi)- Laura Scoteroni

16/11/2014

Il giro d'Italia a bordo di un disco: Francesco Cusa, Improvvisatore Involontario: "Il jazz è musica di sincretismi, senza una dialettica costante finisce per cristallizzarsi in schematismi e idiomi surreali..." (Alceste Ayroldi)

06/07/2014

The Sleepwalker (Massimo Spano Rural Electrification Orchestra)- Gianni Montano

28/04/2014

Emoticons (Simone Sassu)- Gianni Montano

15/04/2014

Open Letter To Mingus (Matteo Marangiu)- Gianni Montano

06/04/2014

Flowers In The Garbage (Francesco Cusa 'Vocal Naked Musicians')- Gianni Montano

09/06/2013

R.A.V. (Giorgio Distante)- Gianni Montano

05/02/2012

Ragh Potato (Heimweh)- Gianni Montano

05/02/2012

Mansarda (Mansarda)- Gianni Montano

04/02/2012

Tri Soni (Soni Sfardati)- Gianni Montano







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 1.593 volte
Data pubblicazione: 02/03/2014

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti