Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Joe De Vecchis Jazz Quartet
TRIATHLON

1)
(GAS FREE) IN YELLOW BLUES
2) TRIATHLON
3) IN YOUR OWN SWEET WAY
4) BLUES INTERNET 2000
5) RECORDAME
6)IN TRUMPET
7) EVERYTHING HAPPENS TO ME
8) FM AMICO
9) GRIV

Joe de Vecchis sax
Steve Mariani
basso elettrico
Arturo Valiante
pianoforte
Emo
batteria


Compra il CD a 15,00 Euro

 


Isma Record
Via Cernaia 22 - 00185 - Roma
tel: 06 42004390 fax: 06 42013813
mail : info@ismarecord.it

"Il mio programma musicale si propone in versione cool-latin-modern jazz" con brani originali e standard attraverso un'idea musicale chiara che è nello spirito del nostro tempo: creare qualcosa di particolare riconoscendo il proprio linguaggio mediterraneo sviluppando un'assidua ricerca di ampliamento delle intensità espressive con originalità.
La nota blues è vita e come vita è in continuo movimento, in continua evoluzione, continua crescita e suscita amore, inquietudini e speranze. Il jazz è blues ed il blues è dentro in ognuno di noi, bianco o nero che sia, e la musica vera lo comunica volando sempre più in alto di noi, libera da ogni forma ed ogni stile
".

Queste le parole usate dal sassofonista e compositore Joe De Vecchis per tentare di spiegare la poetica della sua arte e delle sue composizioni. Ma lo spirito ribelle ed anticonformista che caratterizza il suo stile di vita ben si proietta nelle composizioni che oggi proponiamo al vostro ascolto e che sono l'ossatura della sua prima pubblicazione ufficiale.

Un musicista, Joe, che raramente scende a compromessi: il suo personalissimo stile musicale, che si esprime in un linguaggio jazzistico mai scontato, per chi abbia avuto la fortuna di ascoltarlo, rivive in queste splendide composizioni.

Nella produzione di Joe c'è tutto ciò che un jazzista moderno vorrebbe suonare: c'è la tradizione più puramente jazzistica, rappresentata dal swing e dalla tensione melodica presente in ogni brano, c'è novità nello sviluppo dell'armonia e nella ricerca di delicati equilibri sonori, ci sono spirito latino e mediterraneo nel comprendere anche ritmi afro, già cari ai grandi quali Charlie Parker, Dizzy Gillespie, Stan Getz, Joe Henderson. Ma la sua vera forza sta nel percorrere la via che Miles abbandonò per dare il via alla contaminazione, tanto di moda oggi, cioè inseguire lo spirito e la rarefazione cool, pur mantenendo sempre viva la sua anima latina. Con questa raccolta di brani e con la magistrale interpretazione di tre standards (
In your own sweet way, Everything happens to me, Recordame) Joe De Vecchis, a buon titolo, entra nel novero dei compositori ed interpreti del jazz moderno con propria personalità e linguaggio.

I brani originali, scelti tra gli oltre ottanta della più che ventennale produzione di Joe, sono:
(Gas free) in yellow blues: un'interpretazione sulle righe del classico blues di stampo coltraniano, reso in modo molto lieve, pur mantenendo il suo pathos.
Triathlon: dà il nome al disco e rappresenta in modo univoco il disegno artistico di Joe: parte di latin, parte lirica "cool" e parte di improvvisazione su schemi moderni, in un linguaggio jazzistico sicuramente più attuale.
Blues internet 2000: una ballad per il terzo millennio: un ¾ di rara bellezza estetica e lirica.
In trumpet: pur riprendendo schemi ritmici cari al bebop, questo brano si distingue per la carica grintosa ma mai scontata del tema e per le improvvisazioni, nonostante tutto, melodiche.
FM amico: il più jazzistico, in senso moderno, delle tracce registrate: in questo brano si può percepire il solco entro il quale la poetica di Joe ed il suo disegno artistico si vorrà sviluppare.
Griv: scherzare sul "calypso" facendo sembrare facile ciò che non lo è, e rimanendo comunque assolutamente gradevoli e d in linea col linguaggio jazzistico.

E questi, invece, gli standard:
In your own sweet way: è difficile, ai giorni nostri, riprendere in mano la composizione di Dave Brubeck e restituirle l'originale soavità ed incisività, cogliendo nelle note ed armonie del compositore quello spirito cool, intenso e rarefatto, che lo animava ed in più donare anche una linea melodica intrinseca alle armonie.
Recordame: il latin jazz secondo Joe Henderson! Al Maestro dobbiamo l'idea del tema, al gruppo la capacità di interpretarla in chiave attuale e mediterranea.
Everything happens to me: abbiamo ancora nelle orecchie la magistrale esecuzione di Massimo Urbani, ma nonostante ciò il risultato è, a nostro avviso, incantevole per leggerezza e profondità.

 






Articoli correlati:
04/02/2006

Some Like It Hot In Rome (Luca Velotti)

27/05/2004

An evening with G. Gershwin (Fabio Di Cocco)







Invia un commento


Questa pagina è stata visitata 7.459 volte
Data pubblicazione: 30/05/2003

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti