Jazzitalia - Soni Sfardati: Tri Soni
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Enrico Rava "Special Edition" In concerto a Monopoli per il suo Rava's 80th Anniversary - World Tour 2019.

presso il Duke Jazz Club di Bari, Bobby Watson meets Dino Plasmati Hammond Trio per la presentazione dell'album "Matera Encounters".

Brad Mehldau per la rassegna Giordano in Jazz Autunno/Inverno 2019 a Foggia, candidato ai Grammy Awards per l'album "Finding Gabriel" .

Umbria Jazz Winter 2019: Cinque giorni di musica da mezzogiorno alle ore piccole, novanta eventi, sette location nel centro storico di Orvieto, trenta band, più di centocinquanta musicisti, una rappresentanza di altissimo livello del jazz italiano. .

Songwriting Camp. Il Saint Louis sostiene le idee di giovani artisti, musicisti e cantautori con un corso gratuito e a numero chiuso realizzato con il sostegno del MiBAC e di SIAE, nell'ambito del programma "Per Chi Crea"..

Giordano in Jazz Autunno/Inverno 2019, edizione del segno delle donne e del piano solo internazionale. Apertura affidata a Linda May Han Oh e poi si continua con Rickie Lee Jones e Brad Mehldau..

Ventisettesima edizione per l'EFG London Jazz Festival, uno dei più importanti festival europei in programma dal 15 al 24 Novembre prossimi con una line up stellare, disseminata fra le principali (e prestigiose) venues della capitale britannica. .

Sotto le stelle del Gianicolo, prosegue la terza edizione del Festival "GIANICOLO IN MUSICA 2019 con grandi protagonisti del Jazz.

Il leggendario chitarrista Kenny Burrel in gravi difficoltà di salute e finanziare. Lettera della moglie per poterlo aiutare!.

Ecco la segnalazione di tutti i pezzi mancati dalla prestigiosa Collezione Attilio Berni a seguito del furto subito lo scorso 20 aprile 2019. Diamo un contributo al ritrovamento..

Il compositore e arrangiatore Luigi Giannatempo, invitato al Birdland di New York per collaborare ad un Tributo a Clark Terry.

Bargajazz Festival 2019 - Pubblicati i bandi per partecipare alla XXXI edizione del concorso internazionale per orchestra jazz dedicato alla musica del trombettista Dave Douglas..

Premiato a livello internazionale il film Claudio Fasoli's Innersounds, un viaggio nei processi creativi del jazzista Claudio Fasoli.

Rita Marcotulli per la 20a Edizione di Sorrento Jazz.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            ALESSI Piero (batteria)
            CALIGIURI Francesco (sax)
            DILIBERTO Silvana (voce)
            DIMONTE Pippi (contrabbasso)
            FINOCCHIARO Franco (contrabbasso)
            GAETA Walter (pianoforte)
            INTUITION QUARTET (gruppo)
            LAVIANO Alfredo (batteria e percussioni)
            LEOFREDDI Antonio (viola)
            MAZZA Giovambattista (chitarra)
            MECENERO Maurizio (chitarra)
            MILONE Federico (sax)
            RICCIU Daniele (sax)
            RIVA Marco (polistrumentista)
            ROBERTO Davide (percussioni)
            SILVA JOLY Raquel (chitarra)
            SIRAGUSA Nino (chitarra)
            THE JIM DANDIES (gruppo)
            VISCARDI Paolo (chitarra)
Soni Sfardati
Tri Soni



Improvvisatore Involontario (2011)

1. Beneamata improsatura
2. Musciaccà (Quinci)
3. Culur'i vitru
4. Tri soni
5. Scerra
6. A pittara
7. Assettiti
8. U cantu da lupa (Cassia)
9. Suli

Tutte le composizioni sono di Enrico Cassia e Antonio Quinci tranne quelle indicate.

Enrico Cassia - Chitarra elettrica, chitarra acustica
Antonio Quinci - batteria, percussioni


Ancora un disco del catalogo “Improvvisatore involontario”, un'etichetta sicuramente coraggiosa nelle scelte di fondo,  che ci fa conoscere Enrico Cassia e Antonio Quinci, entrambi siciliani, impegnati in un duo abbastanza anomalo: chitarra più batteria. Lascia un po' perplessi, innanzitutto,  l'opzione, quasi ostentata, di incidere il cd su due piani distinti con la sola comunicazione attraverso le cuffie. Ognuno decide di lavorare secondo le sue esigenze e le sue convinzioni. Non è detto che registrare fianco a fianco avrebbe prodotto un'altra musica, resa “impura” dall' ”inquinamento”di sguardi o cenni d'intesa, sempre possibili quando si suona in uno stesso ambiente. Poi viene portato avanti come garanzia di qualità il fatto che non si sia proceduto a nessun editing. Anche qui, la tecnologia esiste. Chi vuole usarla è padronissimo. Chi decide di non servirsene non deve per forza guadagnare considerazione, in base ad un atteggiamento più ecologico, meno sofisticato nei confronti della realizzazione artistica. Quello che conta, dopo le premesse sul metodo di lavoro, come sempre, è, comunque,  quello che è racchiuso in questi trentun minuti di musica.

In effetti si ascolta una musica piena di spunti diversi e di riferimenti, ma con una cifra stilistica abbastanza originale. Indubbiamente Cassia e Quinci sanno il fatto loro. Il chitarrista privilegia lo strumento elettrico, rivelando un fraseggio pesante e duro, in certe tracce, oppure si abbandona a sonorità più vicine alla wave rock della west coast californiana (Grateful dead, Jefferson Airplane, tanto per intenderci). Quando passa all'acustico, come in “U cantu da lupa”, si raggiungono i momenti migliori dell'intero disco, perché lo sfilacciamento (la sfardatura) parte da melodie e arpeggi con una loro personalità locale e al tempo stesso universale, fino a costruire un qualcosa di unico all'interno dello stesso progetto.

Quinci è un percussionista sensibile e curioso. Trova modo di colpire, con effetti musicali sorprendenti, strumenti propri e oggetti impropri, evidenziando una considerevole abilità nell'anticipare o posticipare l'eloquio del partner.

Ed è proprio la complicità fra i due musicisti il punto di forza dell'incisione, unita ad un atteggiamento “ruspante”, “domestico” o “regionale” nei confronti di una musica composta e/o improvvisata, apparentemente lontana dalle atmosfere dell'isola, dalle sue tradizioni. Invece tutti i titoli sono in dialetto (non è un caso, né uno sfizio inutile)  e certe sonorità, ad una analisi più attenta, risentono delle radici etniche dei due protagonisti. Non siamo, però, in ambito world music, né etno-jazz, sia ben chiaro.  Siamo più prossimi ad un hard rock jazzato,  ad un jazz elettrico piuttosto violento, se possono servire le definizioni, con qualche venatura (più di una) mediterranea.

Insomma, pur con qualche perplessità sulla filosofia dell'incisione e dell'improvvisazione  si deve rimarcare l'onestà intellettuale dei due musicisti, la loro grande complicità e la capacità di dialogare su una certa gamma di sollecitazioni, di input contrastanti, per dar vita ad un suono ben caratterizzato e a undici tracce di un certo spessore. C'è della sostanza, in fin dei conti, nei “Soni sfardati”....

Gianni Montano per Jazzitalia







Articoli correlati:
03/01/2016

Fair is Foul and Foul is Fair (Costanza Alegiani)- Niccolò Lucarelli

13/12/2015

Sphere (Try Trio)- Niccolò Lucarelli

11/10/2015

Love (Francesco Cusa & The Assassins)- Antonella Chionna

10/05/2015

Laut (Gaia Mattiuzzi)- Laura Scoteroni

16/11/2014

Il giro d'Italia a bordo di un disco: Francesco Cusa, Improvvisatore Involontario: "Il jazz è musica di sincretismi, senza una dialettica costante finisce per cristallizzarsi in schematismi e idiomi surreali..." (Alceste Ayroldi)

06/07/2014

The Sleepwalker (Massimo Spano Rural Electrification Orchestra)- Gianni Montano

28/04/2014

Emoticons (Simone Sassu)- Gianni Montano

15/04/2014

Open Letter To Mingus (Matteo Marangiu)- Gianni Montano

06/04/2014

Flowers In The Garbage (Francesco Cusa 'Vocal Naked Musicians')- Gianni Montano

02/03/2014

Tree Forms (Forthcoming Trio)- Nina Molica Franco

09/06/2013

R.A.V. (Giorgio Distante)- Gianni Montano

05/02/2012

Ragh Potato (Heimweh)- Gianni Montano

05/02/2012

Mansarda (Mansarda)- Gianni Montano







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 1.457 volte
Data pubblicazione: 04/02/2012

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti