Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Ed. CMC Records 2005
3quietmen
Trump'n' Drum'n' Bass


1. Dead Life
2. I Bambini di San Paulo
3. Robot Boy
4. 1 Km a Torino
5. Playing Tennis With Satie
6. Melody With Accompaniment
7. Trump'n'drum'n'bass
8. A Volte Cullando...(absinth)
9. Your Last Day
10. Five Tone Scale
11. De Cuba
12. Big Fire
13. Fraulein Else
14. Afrore
15. Sad City
16. The Quiet Man
17. Wrong Time N.Y. (to Roy Eldridge)

Ramon Moro - tromba
Federico Marchesano - contrabbasso
Dario Bruna - batteria



"Frammenti, frammenti di realtà e ritratti di una vita stretta che stritola l'orizzonte e genera ordinati stili di espressioni corporee".



Ramon moro, trombettista del trio, così recita all'interno dell'essenziale booklet. Altre frasi, poche, arredano le due pagine interne con ritagli di foto politicamente eloquenti.

Un lungo excursus attraverso temi disparati sia in senso geografico che sociale. Un'avventura nelle sonorità storiche e nelle sue evoluzioni. La tromba acre e forte di Ramon Moro schiude i suoi timbri nei contrappunti di Federico Marchesano e nel martellante, quasi heavy, driving di Dario Bruna.

Un acido incedere. Una rappresentazione stimolante con tracce ben determinate. Gli accenti classicheggianti diventano, rapidamente, strutture metropolitane moderne e post-moderne. Il "Blade Runner" del linguaggio jazzistico che convoglia in tensioni muscolari, ricche di ibridi e significati letterari. Potrebbe essere la giusta colonna sonora delle poesie di Charles Bukowski o del Paul Auster più noir.

La title track è l'icona del lavoro. Le tensioni moderne, solo in alcuni accenni, sposano le frammentazioni e la ritmica jazzistica. Le storture e le distonie della tromba lasciano respirare ambiguità in ogni senso, non solo musicale. Ecco, è l'ambiguità musicale l'elemento determinante di questo lavoro. Una crasi di forme, suoni, colori, storia e storie. Colori ed emozioni cangianti e coerentemente descrittivi che, per certi versi, sono un pugno nello stomaco. Una sferzata ai neuroni alcune volte assopiti. Ed ogni tanto ci vuole.
Alceste Ayroldi per Jazzitalia







Articoli correlati:
14/11/2021

Blu Horizon (Ramon Moro Quartet)- Gianni Montano







Invia un commento


Questa pagina è stata visitata 2.711 volte
Data pubblicazione: 16/05/2006

Bookmark and Share


Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti