Jazzitalia - Recensioni - Keith Tippett - Giovanni Maier: Two For Joyce
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Umbria Jazz Winter 2019: Cinque giorni di musica da mezzogiorno alle ore piccole, novanta eventi, sette location nel centro storico di Orvieto, trenta band, più di centocinquanta musicisti, una rappresentanza di altissimo livello del jazz italiano. .

Songwriting Camp. Il Saint Louis sostiene le idee di giovani artisti, musicisti e cantautori con un corso gratuito e a numero chiuso realizzato con il sostegno del MiBAC e di SIAE, nell'ambito del programma "Per Chi Crea"..

Giordano in Jazz Autunno/Inverno 2019, edizione del segno delle donne e del piano solo internazionale. Apertura affidata a Linda May Han Oh e poi si continua con Rickie Lee Jones e Brad Mehldau..

Ventisettesima edizione per l'EFG London Jazz Festival, uno dei più importanti festival europei in programma dal 15 al 24 Novembre prossimi con una line up stellare, disseminata fra le principali (e prestigiose) venues della capitale britannica. .

Sotto le stelle del Gianicolo, prosegue la terza edizione del Festival "GIANICOLO IN MUSICA 2019 con grandi protagonisti del Jazz.

Il leggendario chitarrista Kenny Burrel in gravi difficoltà di salute e finanziare. Lettera della moglie per poterlo aiutare!.

Ecco la segnalazione di tutti i pezzi mancati dalla prestigiosa Collezione Attilio Berni a seguito del furto subito lo scorso 20 aprile 2019. Diamo un contributo al ritrovamento..

Il compositore e arrangiatore Luigi Giannatempo, invitato al Birdland di New York per collaborare ad un Tributo a Clark Terry.

Bargajazz Festival 2019 - Pubblicati i bandi per partecipare alla XXXI edizione del concorso internazionale per orchestra jazz dedicato alla musica del trombettista Dave Douglas..

Premiato a livello internazionale il film Claudio Fasoli's Innersounds, un viaggio nei processi creativi del jazzista Claudio Fasoli.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            ALESSI Piero (batteria)
            CALIGIURI Francesco (sax)
            COLI Alessio (sax)
            D'AVERSA Vanessa (arpa)
            DILIBERTO Silvana (voce)
            DIMONTE Pippi (contrabbasso)
            FINOCCHIARO Franco (contrabbasso)
            GAETA Walter (pianoforte)
            INTUITION QUARTET (gruppo)
            LEOFREDDI Antonio (viola)
            MAZZA Giovambattista (chitarra)
            MECENERO Maurizio (chitarra)
            MILONE Federico (sax)
            RICCIU Daniele (sax)
            RIVA Marco (polistrumentista)
            ROBERTO Davide (percussioni)
            SILVA JOLY Raquel (chitarra)
            SIRAGUSA Nino (chitarra)
            THE JIM DANDIES (gruppo)
            VISCARDI Paolo (chitarra)
Keith Tippett - Giovanni Maier
Two For Joyce



Long song records (2013)

1. Two For Joyce

Keith Tippett - piano
Giovanni Maier - double bass


Il flusso di coscienza è una tecnica narrativa in uso nei romanzi con implicazioni psicologiche o psicanalitiche e consiste "nella rappresentazione dei pensieri di una persona come compaiono nella mente, prima di essere organizzati in frasi", secondo una definizione tratta da Wikipedia. Lo scrittore irlandese James Joyce ha utilizzato spesso questo metodo di lavoro nei suoi romanzi. Proprio all'autore dell'Ulisse, una comune passione, Maier e Tippett dedicano il titolo di questo cd, registrato dal vivo a Trieste nel 2012. In effetti quanto si ascolta nell'album si presenta come uno "stream off consciousness" musicale. I due protagonisti, infatti, lasciano scorrere idee e intuizioni liberamente, senza accordi precostituiti, prima di un controllo, di un ripensamento rispetto a quello che vanno costruendo. I punti di contatto e di collegamento si realizzano in corso d'opera. E' un'improvvisazione assoluta, insomma, in cui il linguaggio dei due compositori estemporanei viene a fondersi in una musica nomade, ondivaga, errabonda. Tippett rispolvera il suo pianismo liquido, un vero marchio di fabbrica da quando collaborava con i King Crimson negli anni Settanta. In alcune sequenze martella sul suo strumento con un approccio percussivo. In altri segmenti si butta a capofitto in cavalcate piene di note e di pathos. Per prendere fiato e diminuire la tensione, si lascia andare a un bozzetto bucolico, country. Per non lasciare nulla di intentato regala pure un breve intermezzo swing.

Maier è sul pezzo, attentissimo. Delega all'illustre partner l'iniziativa in parecchie circostanze, ma si riserva un solo sontuoso sul finale, tutto giocato sull'aspetto timbrico, sui suoni e sui silenzi. Per il resto tiene botta agevolmente. Parte un po' contratto, ma va poi spedito, colmando spazi lasciati aperti dal tastierista britannico con il suo maestoso pizzicato che va a far sussultare le corde nella parte inferiore del suo strumento. Adopera, invece, l'archetto in un frammento rumoristico, producendo effetti contrastanti di raro appeal. I due artisti prediligono le atmosfere scure, notturne. Il viaggio nella psiche, nell'inconscio, si compie nell'ombra, o al buio completo.

"Two for Joyce" procede per tappe successive, seguendo l'estro del momento. Nei cinquanta minuti della performance si registrano anche alcuni momenti di stanchezza o di difficoltà a uscire fuori creativamente da determinate situazioni. Prevale, però, complessivamente la capacità di inventare, di sorprendere da parte di due musicisti diversi per esperienza e storia ma portati a dialogare, a comunicare la loro espressività, il loro mondo interiore in un colloquio denso di significanti e di significati.

Gianni Montano per Jazzitalia







Articoli correlati:
23/09/2018

Orchestra Senza Confini (Orkester Brez Meja)- Gianni Montano

12/03/2017

Tiresia (Enten Eller)- Gianni Montano

25/10/2015

Forgotten Matches. The Worlds of Steve Lacy (Roberto Ottaviano)- Gianni Montano

19/10/2015

Ai Confini tra Sardegna e Jazz - Conduction: ben tornato Butch: Un'edizione dedicata alla figura di Butch Morris, "Genio, visionario, profeta, musicista che fu di questa terra e che pare non tornerà più..." (Gianmichele Taormina)

28/09/2014

Talos Festival 2014, "La melodia, la ricerca, la follia": "...il Talos è ben più che un semplice festival: intorno a questo evento si raccoglie un intero territorio con le sue eccellenze paesaggistiche, monumentali ed enogastronomiche, e l'amministrazione comunale si impegna attivamente grazie anche al supporto di numerosi sponsor e di un gran numero di giovani volontari, costituendo un modello da seguire." (Vincenzo Fugaldi)

28/09/2014

Hypermodern (Massimo De Mattia Quartet)- Gianni Montano

24/08/2014

Anything your little heart says (Triosonic (Rabbia, Maier, Battaglia))- Alceste Ayroldi

30/06/2014

Intervista con Ferdinando Faraò e concerto della Artchipel Orchestra: "Il jazzista ha nel suo modo di porsi una spontaneità, un'estemporaneità che dà leggerezza e ironia a tutto..." (Alessandra V. Monaco)

28/10/2013

Arcthetics - Soffio Primitivo (Roberto Ottaviano)- Alceste Ayroldi

31/03/2013

Zarja-tay (Saadet Turkoz - Giovanni Maier - Zlatko Kaucic)- Gianni Montano

29/12/2012

I Separatisti Bassi (Mauro Ottolini)- Roberto Biasco

30/11/2012

E(x)stinzione (Enten Eller Orkestra)- Gianni Montano

26/05/2012

IIIa Edizione di "Suoni Ritmi, Parole dal Mondo" e concerto di Riccardo Arrighini con la Filarmonica Sestrese (Gianni Montano e Andrea Gaggero)

01/05/2012

Where The West Begins: Voicing Ornette Coleman (Lisa Manosperti)- Gianni Montano

27/11/2011

Code Talkers (Massimo Barbiero & Giovanni Maier)- Gianni Montano

24/11/2010

30th Anniversary Concerts (Zlatko Kaucic) - Fabrizio Ciccarelli e Andrea Valiante

01/11/2009

The Unknown Rebel Band (Giovanni Guidi) - Vincenzo Fugaldi

07/04/2009

Orchestra (Bolzano Creative) 2007 (Anthony Braxton + Italian Instabile Orchestra)

15/02/2009

Suite 24 (Giacomo Mongelli)

30/10/2008

Panta Rei (Roberto Spadoni Nine )

19/08/2008

Reggio Top Jazz Festival 2008: "Il sondaggio fra i critici specializzati che il mensile Musica Jazz dedica da ben cinque lustri al meglio del jazz in circolazione, in questo venticinquesimo anno è stato per la prima volta incentrato esclusivamente sul jazz italiano. Da qui la nascita del Reggio Top Jazz Festival, che nella prima edizione ha schierato buona parte dei vincitori del referendum, durante quattro serate primaverili nella città di Reggio Calabria." (E. Fugaldi - G. Taormina)

22/06/2008

Downtown (Roberto Cecchetto)

27/05/2007

Sguardo d'insieme ad alcune produzioni del catalogo di El Gallo Rojo Records

05/02/2007

Terronia (Pino Minafra)







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 431 volte
Data pubblicazione: 15/04/2014

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti