Jazzitalia - Recensioni - Collettivo T. Monk: Ugly Beauty
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Nasce il Como Lake Jazz Club, volto a promuovere attività culturali ed iniziative nel campo della musica jazz. .

Musicarts Felix. Cinque appuntamenti dove Musica, Cinema, Pittura e Teatro si fondono per creare arte. .

Altro grande lutto nella musica: scompare il contrabbassista Rino Zurzolo.

Sono i Bija i vincitori della VI Edizione del Multiculturita Black Music Contest.

Allan Holdsworth non c'è più! Scompare a 70 anni uno dei più grandi chitarristi di sempre..

Quattro workshop – attività laboratoriali per giovani under 35 nell'ambito de "Il Jazz, il Blues e l'altro" ammesso al finanziamento per il bando Siae "Sillumina" .

Summer Camp 2017 di musica pop, rock e jazz organizzato dalla scuola di musica CEMM dal 4 al 9 luglio. Il programma di Basso a cura di Michelangelo Flammia.

E' venuto a mancare improvvisamente, la notte del 4 aprile 2017, il bassista e contrabbassista romano Pino Sallusti.

Unica data pugliese per la polistrumentista e compositrice brasiliana Christianne Neves di scena presso il The Empty Space di Molfetta

Approvato nel quadro del programma formativo Erasmus Plus il progetto "Using ICT in Music Education" al fine per sprigionare le potenzialità musicali della nuova generazione europea.

I SAT&B, storico ensemble vocale diretto da Maria Grazia Fontana, insieme al Coro CantAutore per la rassegna Special Guest al Teatro Eliseo di Roma

Aperte le iscrizioni per la IIa edizione del Premio Lelio Luttazzi, rivolto ai Giovani Pianisti Jazz e Cantautori di età compresa tra i 18 e i 30 anni, .

Il Saint Louis, Istituzione di Alta Formazione Artistica Musicale autorizzata dal Miur a rilasciare titoli accademici di I e II livello, apre le iscrizioni al prossimo anno accademico 2016/2017.

Click QUI per fare pubblicita' su Jazzitalia
Jazzitalia sbarca in Russia! Tradotti in cirillico alcuni articoli esclusivi.
Ultimi aggiunti:

            AMELIA SMOOTH JAZZ (gruppo)
            BOCCIA Marco (contrabbasso)
            BOTTALICO Roberto (sax)
            CHIOZZI Alberto (batteria)
            DELTA TRIO (gruppo)
            DESIDERI Fabrizio (sax e clarinetto)
            GIOLLI Marco (batteria)
            MATTIONI Luca (percussioni)
            MINI Elisa (voce)
            MOON WALKER JAZZ BAND (gruppo)
            PAVIGNANO Daniele (batteria e percussioni)
            PELLITTERI Marcello (batteria)
            PIRAINO Alessandro (chitarra)
            SALVADORI Mattia (tromba)
            VOLPICELLI Lucia (voce)
            ZORZI Riccardo (batteria)
Collettivo T. Monk
Ugly Beauty



Honolulu Records (2015)

1. Abide With Me (0:51)
2. Teo (7:34)
3. Think Of One (6:49)
4. Reflections (6:28)
5. Let's Cool One (7:49)
6. Ugly Beauty (8:35)
7. Black Narcissus (5:10)
8. Wise One (7:30)
9. Crescent Pt.1 (4:44)
10. Crescent Pt.2 (3:52)
11. It's A Wonderfull Life (6:00)

Dario Trapani - chitarra
Andrea Dulbecco - vibrafono
Francesco Lento - tromba
Simone Maggi - tromba
Paolo Lo Polito - sax alto
Nicolò Ricci - sax tenore
Rudi Manzoli - sax tenore, sax baritono
Andrea Baronchelli - trombone
Giovanni Agosti - pianoforte
Marco Rottoli - contrabbasso
Riccardo Chiaberta - batteria
Marcella Malacrida - voce


Il Collettivo T.Monk è un gruppo di dodici elementi collegati fra loro da esperienze comuni attorno e dentro il conservatorio di Milano. Il fondatore e principale responsabile del progetto è il chitarrista Dario Trapani, noto soprattutto per la sua presenza nel Mu quartet, oltre che per altre collaborazioni, che vanno da Tino Tracanna a Guido Bombardieri L'ensemble, come impone il nome stesso, già di per sé tutto un programma, si dedica per larga parte del disco a riproporre temi di "Sphere". Mai come in questi ultimi anni, in realtà, Monk è state letto, interpretato, rivoltato o stravolto in tutte le salse. Le composizioni del genio di Rocky Mount sono saccheggiate perché contengono il blues, il bop e i prodromi del free e costituiscono un modello aperto con il quale si misurano volentieri grossi personaggi (in Italia D'Andrea e Bearzatti, per citarne solo due) o anche strumentisti meno qualificati, che tirano fuori al momento giusto qualche titolo del sommo Monaco per nobilitare la loro esibizione.

Il collettivo si rivolge al repertorio scelto con devozione e rispetto. I motivi vengono trattati con un certo stile, infatti, rispettandone la forma, smussando, però, gli angoli vivi, cercando di addomesticare il carattere selvatico di alcuni brani, per renderli piani e meno aggressivi. Per attualizzare appena appena la materia vengono aggiunti cambi di tempo e scansioni rockeggianti, in alcuni pezzi, ma è un'operazione in linea con l'atteggiamento ossequioso del gruppo nei confronti del pianista afroamericano.

Completano il lavoro alcuni brani di altri autori, come "Black Narcissus" a firma di Joe Henderson, resa swingosa e carica di un senso di sospensione, in virtù di un continuo e pressante lavoro ai fianchi da parte della batteria. Di Coltrane sono ripresi la blueseggiante "Wise one", impreziosita dal canto caldo, mai sopra le righe, di Marcella Malacrida e Crescent, pure duplicata in una seconda versione "inventata"da Nicolò Ricci, dove ha modo di dire la sua come solista sensibile e propositivo il chitarrista e bandleader. Conclude l'album, il vertice dell'incisione, "Itìs a wonderfull life", una hit pop di Sparkehorse, rivisitata con un approccio jazzistico delicato, che ne conserva la grazia e la leggerezza e aggiunge, anzi, qualche aroma in più nelle sortite solistiche.

"Ugly beauty", in conclusione, offre la possibilità di ascoltare una rilettura onesta e coerente degli standards di Monk. Dove, però, l'orchestra si esprime al meglio è nel resto delle tracce. Trapani e soci riescono, cioè, ad essere più personali e interessanti sui titoli non altrettanto battuti di altri compositori, che affrontano, forse, in maniera spensierata, senza il peso ingombrante del raffronto con gli originali.

Gianni Montano per Jazzitalia






Articoli correlati:
26/04/2017

Isk (Federica Michisanti Trioness)- Enzo Fugaldi

23/08/2015

Live In Pisa (The Auanders)- Nicola Barin

10/08/2015

Resalio (Zeitgeber Ensemble)- Nicola Barin

13/07/2015

A New Journey (Francesco Lomagistro & Berardi Jazz Connection)- Niccolò Lucarelli

05/01/2015

The Apple (Marco Valeri Quartet)- Francesco Favano

24/08/2014

Prestazione (Daniele Tittarelli, Fresh Fish, Francesco Lento)- Alceste Ayroldi

28/04/2014

Live In Pisa (The Auanders)- Francesco Favano

02/11/2012

Coltrane Project (Riccardo Fioravanti Trio)- Alceste Ayroldi

12/02/2012

'S Wonderful (Lara Iacovini Quartet)- Rossella Del Grande

03/12/2011

Sensilenti (Mu)- Gennaro Pasquariello

08/05/2011

Merlino, Prando, Chiaberta (Il Qui e l'ora)- Gianni Montano

20/03/2011

Nice One (Nick The Nightfly)- Alessandro Carabelli

06/03/2011

Intervista a Diego Baiardi: "...il mondo in questo momento abbia bisogno di forme artistiche che elevino, dunque se un disco ti eleva a livello vibrazionale, ti porta su di un piano di pace e apertura spirituale. Un disco ha la possibilità di modificare delle vibrazioni e di riportare l'ascoltatore su di un piano più positivo, meditativo." (Eva Simontacchi)

04/12/2010

Moti ondosi (Diego Baiardi quartet)- Gianni B. Montano

07/11/2010

Intervista con Andrea Dulbecco: docente di percussioni al Conservatorio G.Verdi di Milano, è considerato fra i più importanti esponenti del vibrafono a livello internazionale: "...il jazz per le istituzioni non esiste e vive grazie solo all'intervento di privati o di chi ha una personale simpatia per la nostra musica...Oggi giorno avere solo tecnica non basta. Nel panorama musicale attuale ci sono tantissimi artisti che posseggono una tecnica fantastica e grandi doti virtuosistiche, ma, quello che davvero conta, è avere un proprio linguaggio riconoscibile e soprattutto suonare con anima e cuore." (Alessandro Carabelli)

18/09/2010

Canzoni (Andrea Dulbecco)- Morena Ragone

27/08/2010

Winds in tunes (Simone Maggio - Emanuele Melisurgo)- Alessandro Carabelli

06/06/2010

Bruno Tommaso e Pietro Tonolo, il grande jazz a Sassari. L'Orchestra Jazz di Sardegna, diretta dal Maestro romano ha incontrato il sassofonista veneto. Grande spettacolo e tanti applausi a Palazzo di Città. (Luigi Coppola)

08/03/2009

Sunday Afternoon (Andrea Dulbecco Trio )

24/03/2008

Identità (Massimo Manzi)

16/03/2008

The Cube (The cube & Tom Harrell)







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 329 volte
Data pubblicazione: 26/04/2017

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti