Jazzitalia - Recensioni - Collettivo T. Monk: Ugly Beauty
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Annunciato il San Severo Winter Jazz Festival 2021, 7 concerti internazionali dal 29 ottobre al 1 aprile 2022..

Pubblicato "The Rising Sun" il nuovo e quarto album del chitarrista modern jazz Fabrizio Savino.

ECM: le novità in uscita della prestigiosa casa discografica tedesca. .

Open Day del Saint Louis Music School dedicato al Master in I livello in Music Business & Management. .

Al via il Premio Rota 2021. Un'edizione dove accanto alla consegna dei riconoscimenti vi sarà tanta musica dal vivo. .

Morto Don Marquis (4 maggio 1933 - 29 luglio 2021) indimenticabile storico del jazz e autore del volume “In search of Buddy Bolden: first man of jazz".

Ciao Paolo, musica e Jazzitalia in lutto per la scomparsa del sassofonista Pietro Paolo Mannelli. Aveva 84 anni..

Disponibile dal 2 dicembre per Adda Editore il libro "Paolo Lepore e la Jazz Studio Orchestra" curato da Alceste Ayroldi.

Pubblicato "Bass Way", il nuovo Metodo Didattico per contrabbasso classico e jazz di Marcello Sebastiani..

Esce Pentatonic Pyromania di Mimmo Langella, un manuale per arricchire tecniche e fraseggio per chitarra in ambito Pop, Rock, Jazz e Fusion.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            ADJÀ QUINTET (gruppo)
            BELLADELLI Antonio (voce e contrabbasso)
            BLASIOLI Simone (sax)
            CAGNETTA Mariangela (voce)
            CAPRARESE Cristian (pianoforte)
            CASSARA' Elio (chitarra)
            CRISPINO Luca (chitarra)
            CRISTOFARO Gaetano (sax e clarinetto)
            CUOCO Ramon (tromba)
            GADDI Piero (pianoforte)
            GHIDONI Davide (tromba)
            INDRA (gruppo)
            LAVIANO Alfredo (batteria e percussioni)
            LEPORE Fabio (voce)
            MAZZA Cristina (sax)
            ROSSINI Giorgio (voce)
            TATONE Angelo (chitarra)
            VARAVALLO Luca (contrabbasso)
Collettivo T. Monk
Ugly Beauty



Honolulu Records (2015)

1. Abide With Me (0:51)
2. Teo (7:34)
3. Think Of One (6:49)
4. Reflections (6:28)
5. Let's Cool One (7:49)
6. Ugly Beauty (8:35)
7. Black Narcissus (5:10)
8. Wise One (7:30)
9. Crescent Pt.1 (4:44)
10. Crescent Pt.2 (3:52)
11. It's A Wonderfull Life (6:00)

Dario Trapani - chitarra
Andrea Dulbecco - vibrafono
Francesco Lento - tromba
Simone Maggi - tromba
Paolo Lo Polito - sax alto
Nicolò Ricci - sax tenore
Rudi Manzoli - sax tenore, sax baritono
Andrea Baronchelli - trombone
Giovanni Agosti - pianoforte
Marco Rottoli - contrabbasso
Riccardo Chiaberta - batteria
Marcella Malacrida - voce


Il Collettivo T.Monk è un gruppo di dodici elementi collegati fra loro da esperienze comuni attorno e dentro il conservatorio di Milano. Il fondatore e principale responsabile del progetto è il chitarrista Dario Trapani, noto soprattutto per la sua presenza nel Mu quartet, oltre che per altre collaborazioni, che vanno da Tino Tracanna a Guido Bombardieri L'ensemble, come impone il nome stesso, già di per sé tutto un programma, si dedica per larga parte del disco a riproporre temi di "Sphere". Mai come in questi ultimi anni, in realtà, Monk è state letto, interpretato, rivoltato o stravolto in tutte le salse. Le composizioni del genio di Rocky Mount sono saccheggiate perché contengono il blues, il bop e i prodromi del free e costituiscono un modello aperto con il quale si misurano volentieri grossi personaggi (in Italia D'Andrea e Bearzatti, per citarne solo due) o anche strumentisti meno qualificati, che tirano fuori al momento giusto qualche titolo del sommo Monaco per nobilitare la loro esibizione.

Il collettivo si rivolge al repertorio scelto con devozione e rispetto. I motivi vengono trattati con un certo stile, infatti, rispettandone la forma, smussando, però, gli angoli vivi, cercando di addomesticare il carattere selvatico di alcuni brani, per renderli piani e meno aggressivi. Per attualizzare appena appena la materia vengono aggiunti cambi di tempo e scansioni rockeggianti, in alcuni pezzi, ma è un'operazione in linea con l'atteggiamento ossequioso del gruppo nei confronti del pianista afroamericano.

Completano il lavoro alcuni brani di altri autori, come "Black Narcissus" a firma di Joe Henderson, resa swingosa e carica di un senso di sospensione, in virtù di un continuo e pressante lavoro ai fianchi da parte della batteria. Di Coltrane sono ripresi la blueseggiante "Wise one", impreziosita dal canto caldo, mai sopra le righe, di Marcella Malacrida e Crescent, pure duplicata in una seconda versione "inventata"da Nicolò Ricci, dove ha modo di dire la sua come solista sensibile e propositivo il chitarrista e bandleader. Conclude l'album, il vertice dell'incisione, "Itìs a wonderfull life", una hit pop di Sparkehorse, rivisitata con un approccio jazzistico delicato, che ne conserva la grazia e la leggerezza e aggiunge, anzi, qualche aroma in più nelle sortite solistiche.

"Ugly beauty", in conclusione, offre la possibilità di ascoltare una rilettura onesta e coerente degli standards di Monk. Dove, però, l'orchestra si esprime al meglio è nel resto delle tracce. Trapani e soci riescono, cioè, ad essere più personali e interessanti sui titoli non altrettanto battuti di altri compositori, che affrontano, forse, in maniera spensierata, senza il peso ingombrante del raffronto con gli originali.

Gianni Montano per Jazzitalia







Articoli correlati:
24/01/2021

Jeux De Couleurs (Federica Michisanti Horn Trio)- Alceste Ayroldi

17/01/2021

Four Winds (Andrea Grossi and Blend Orchestra)- Gianni Montano

09/02/2020

The Return Of The Fat Chicken (Riccardo Fassi - Tankio Band)- Gianni Montano

02/02/2020

Two Ships In The Night (Dino Betti Van Der Noot)- Gianni Montano

18/08/2019

Clock's Pointer Dance (Clock's Pointer Dance)- Gianni Montano

01/06/2019

Silent Rides (Federica Michisanti Horn Trio)- Alceste Ayroldi

18/12/2017

Où sont les notes d’antan? (Dino Betti van der Noot)- Alceste Ayroldi

01/11/2017

To Lindsay: omaggio a Lindsay Cooper (Ferdinando Faraò & Artchipel Orchestra)- Alceste Ayroldi

29/07/2017

Vittoria Jazz Festival - X Edizione: "Per il decennale del festival della cittadina iblea, un programma ampio, rappresentativo di diverse realtà del jazz odierno: un ideale viaggio fra Francia, Stati Uniti e Italia, con gruppi ben rappresentativi di alcuni aspetti del jazz." (Vincenzo Fugaldi)

29/07/2017

Giulio Stermieri Stopping Sextet: "...un pianismo preciso e rigoroso, quello di Stermieri, che rifugge da meccanicità e ostentazione di abilità: è un musicista che si sta già confermando, nonostante la giovane età, un navigato capitano di vascello." (Aldo Gianolio)

26/04/2017

Isk (Federica Michisanti Trioness)- Enzo Fugaldi

23/08/2015

Live In Pisa (The Auanders)- Nicola Barin

10/08/2015

Resalio (Zeitgeber Ensemble)- Nicola Barin

13/07/2015

A New Journey (Francesco Lomagistro & Berardi Jazz Connection)- Niccolò Lucarelli

05/01/2015

The Apple (Marco Valeri Quartet)- Francesco Favano

24/08/2014

Prestazione (Daniele Tittarelli, Fresh Fish, Francesco Lento)- Alceste Ayroldi

28/04/2014

Live In Pisa (The Auanders)- Francesco Favano

02/11/2012

Coltrane Project (Riccardo Fioravanti Trio)- Alceste Ayroldi

12/02/2012

'S Wonderful (Lara Iacovini Quartet)- Rossella Del Grande

03/12/2011

Sensilenti (Mu)- Gennaro Pasquariello

08/05/2011

Merlino, Prando, Chiaberta (Il Qui e l'ora)- Gianni Montano

20/03/2011

Nice One (Nick The Nightfly)- Alessandro Carabelli

06/03/2011

Intervista a Diego Baiardi: "...il mondo in questo momento abbia bisogno di forme artistiche che elevino, dunque se un disco ti eleva a livello vibrazionale, ti porta su di un piano di pace e apertura spirituale. Un disco ha la possibilità di modificare delle vibrazioni e di riportare l'ascoltatore su di un piano più positivo, meditativo." (Eva Simontacchi)

04/12/2010

Moti ondosi (Diego Baiardi quartet)- Gianni B. Montano

07/11/2010

Intervista con Andrea Dulbecco: docente di percussioni al Conservatorio G.Verdi di Milano, è considerato fra i più importanti esponenti del vibrafono a livello internazionale: "...il jazz per le istituzioni non esiste e vive grazie solo all'intervento di privati o di chi ha una personale simpatia per la nostra musica...Oggi giorno avere solo tecnica non basta. Nel panorama musicale attuale ci sono tantissimi artisti che posseggono una tecnica fantastica e grandi doti virtuosistiche, ma, quello che davvero conta, è avere un proprio linguaggio riconoscibile e soprattutto suonare con anima e cuore." (Alessandro Carabelli)

18/09/2010

Canzoni (Andrea Dulbecco)- Morena Ragone

27/08/2010

Winds in tunes (Simone Maggio - Emanuele Melisurgo)- Alessandro Carabelli

06/06/2010

Bruno Tommaso e Pietro Tonolo, il grande jazz a Sassari. L'Orchestra Jazz di Sardegna, diretta dal Maestro romano ha incontrato il sassofonista veneto. Grande spettacolo e tanti applausi a Palazzo di Città. (Luigi Coppola)

08/03/2009

Sunday Afternoon (Andrea Dulbecco Trio )

24/03/2008

Identità (Massimo Manzi)

16/03/2008

The Cube (The cube & Tom Harrell)







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 731 volte
Data pubblicazione: 26/04/2017

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti