Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

VideoRadio Linea Jazz - 2004
Stefano Pastor
Una Notte in Italia


1. Genova per Noi
2. La Canzone di Marinella
3. Vedrai Vedrai
4. Extraterrestre
5. Una Notte in Italia
6. Estate
7. Quanno Chiove
8. La Donna Cannone
9. La Gatta
10. Alberto - Recado

Stefano Pastor - Violino, percussioni, Chitarra, Filicorno, coro
Massimiliano Rolff - Basso Elettrico
Maurizio Borgia - Batteria, Surdo


Vino gucciniano ed un locale fumoso ma ben frequentato. Amici che s'incontrano per ascoltare della musica, quella che ha segnato la vita di intere generazioni del passato, presente e futuro. Stefano Pastor è sufficientemente maturo per conoscere la vera essenza dei brani che, in questo lavoro esegue con una consolidata sessione ritmica formata da Massimiliano Rolff al basso elettrico e Maurizio Borgia alla batteria.

Pastor è un polistrumentista letteralmente rapito dalla musica. Alterna con continuità di soluzione il violino alla chitarra passando per il filicorno e le percussioni. Ha ceduto al fascino delle canzoni d'autore. Brani senza tempo, dotati di una vita e di una storia propria che vengono sapientemente riarmonizzati dalle elucubrazioni mentali e non del trio.

Non è un dejavù, nulla è scontato o già ascoltato: chi si aspetta un ventaglio di arrangiamenti in sola chiave jazz sbaglia di grosso. Non è un'operazione commerciale, tutt'altro. E' di difficile fruibilità ma conduce in meandri meditativi di portata ampia e gradevole.

Il violino di Pastor canta brasiliano in Genova per noi per poi abbandonarsi a lucide improvvisazioni.

Un partecipato solo di batteria apre le porte a La canzone di Marinella con i fraseggi sbilenchi del violino che conducono verso il tema aprendolo a delle sonorità alternative. Colpisce la pronuncia timbrica di Pastor che fa suonare il violino alla stregua di un sassofono.

L'inquietudine di Luigi Tenco viene esasperata nella tanto tenebrosa quanto nervosa versione di Vedrai Vedrai.

D'inquietudine in inquietudine. Il viaggio del destino prosegue con Extraterrestre di Eugenio Finardi. Pastor utilizza lo strumento in senso parossistico quasi agghiacciante. Libera ogni suono con gracidare vellutato. Sempre opportunamente supportato da Borgia e Rolff, così come accade in Una notte in Italia di Fossati o nella evergreen Estate di Bruno Martino swingata tanto da renderla quasi irriconoscibile.

Gli arrangiamenti, i restauri musicali le fughe possibili caratterizzano anche gli altri classici: Quanno chiove, La Donna cannone, la Gatta che sprigiona il violino "sassofonico" di Pastor. Per chiudere Alberto di Camerini in medley brasilian suite con Recado (da Viola-Casquinha)

E la musica italiana cresce, in ogni senso.
Alceste Ayroldi per Jazzitalia







Articoli correlati:
17/02/2013

Narcète (Dagnino - Haslam - Pastor - Waterman)- Gianni Montano

01/05/2012

Per Kelli Fini Que Ki Contene (Andrea Rossi Andrea Ground Plane Antenna)- Andrea Gaggero

03/07/2011

North South Dial (Stefano Pastor - Ari Poutiainen)- Gianni Montano

26/02/2011

A Cuàntas Paradas De Aqui’? (Andrea Rossi Andrea Ground Plane Antenna)- Gianni Montano

24/12/2010

Freedom - Bows (Stefano Pastor)- Gianni B. Montano

01/02/2010

Live at Tortona (Borah Bergman-Stefano Pastor)- Gianni B. Montano

05/09/2009

Chants (Stefano Pastor) - Marco Buttafuoco

07/04/2009

Baudrillard Est Mort (Andrea Rossi Andrea Ground Plane Antenna )

16/03/2008

Uncrying Sky (Stefano Pastor)

02/06/2006

Transmutations (Stefano Pastor Quartet)







Invia un commento


Questa pagina è stata visitata 3.789 volte
Data pubblicazione: 19/07/2005

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti