Jazzitalia - Recensioni - Slanting Dots: Unfold
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Ravenna Jazz 2019. Il festival ravennate raggiunge la 46ma edizione, caratterizzata da una programmazione ad ampio raggio: ben dieci giorni di musica con concerti diffusi su tutto il territorio cittadino..

Il compositore e arrangiatore Luigi Giannatempo, invitato al Birdland di New York per collaborare ad un Tributo a Clark Terry..

I 50 anni di Woodstock: fu vera gloria? Incontro gratuito col giornalista e critico musicale Alceste Ayroldi per un'analisi dei momenti chiave che ne hanno fatto un evento simbolo di una generazione..

JAZZ e Cinema: la storia della musica jazz nel cinema attraverso aneddoti, proiezioni a cura di Alceste Ayroldi con la band di Mike Zonno.

Bargajazz Festival 2019 - Pubblicati i bandi per partecipare alla XXXI edizione del concorso internazionale per orchestra jazz dedicato alla musica del trombettista Dave Douglas..

Premiato a livello internazionale il film Claudio Fasoli's Innersounds, un viaggio nei processi creativi del jazzista Claudio Fasoli.

Rosario Giuliani Hammond Trio per il prosieguo della rassegna Boogie Jazz Season a Roma, curata da Gabriele Buonasorte.

Lorenzo Vitolo, pianista jazz, vince il prestigioso concorso per solisti Leiden Jazz Award 2019.

"La batteria jazz, strumento per...tamburi e griot", libro a cura di Enzo Lanzo con 21 assoli di batteristi jazz che hanno rivoluzionato il jazz drumming.

Concorso il Jazz ed i Colori della Musica: Concorso di composizione e arrangiamento riservato a giovani musicisti residenti nella Regione Campania, scadenza 31 marzo 2019.

Al via la prima edizione di Boogie Jazz Season, rassegna curata da Gabriele Buonasorte, che ospita il grande Jazz italiano e internazionale sul palco del BOOGIE CLUB..

Quest'anno la ECM compie 50 anni, mentre la Ducale, distributrice in Italia, ben 60! Ancora oggi il catalogo si arricchisce con una costanza unica.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            CALIGIURI Francesco (sax)
            COLI Alessio (sax)
            D'AVERSA Vanessa (arpa)
            DILIBERTO Silvana (voce)
            FABBRINI Franco (contrabbasso)
            GAETA Walter (pianoforte)
            INTUITION QUARTET (gruppo)
            LEOFREDDI Antonio (viola)
            LI VOTI Dario (batteria)
            MAZZA Giovambattista (chitarra)
            MILONE Federico (sax)
            MUZZU Manuel (basso elettrico)
            PANTALEO Gianluca (basso e contrabbasso)
            PILATO Frank (chitarra)
            RAVERA Leo (piano)
            SIRAGUSA Nino (chitarra)
            SPARTà Gaetano (pianoforte)
            VISCARDI Paolo (chitarra)
Slanting Dots
Unfold



Nau Records (2013)

1. Twenty first
2. River woman
3. In a long distance
4. Electric pleasure Pt 1
5. Electric pleasure Pt 2
6. Electric pleasure Pt 3
7. Hopes
8. Theory of numbers
9. Just wrong

Luca Perciballi - chitarra e live electronics
Alessio Bruno - contrabbasso
Gregorio Ferrarese - batteria

All music composed by Luca Perciballi except "In a long distance" and "Just wrong" by Alessio Bruno


Slanting Dots è il nome alquanto curioso del progetto di Alessio Bruno e Gregorio Ferrarese, giovani e talentuosi musicisti, guidati da Luca Perciballi, che firma la quasi totalità dei brani. Il chitarrista emiliano ha già collaborato con diversi artisti, tra cui: Roberto Bonati, Marc Ducret, Sarp Maden, Bruno Tommaso, Graham Collier, Enrico Intra e Mauro Ottolini.

Il lavoro esce per l'etichetta milanese Nau Records di Gianni Barone, una realtà aperta a tutte le suggestioni musicali e capace di scovare e produrre piccoli gioielli.
"Unfold", questo è il titolo dell'album, si muove con maestria e sicurezza articolandosi come un piccolo dispositivo costruito con attenta precisione matematica.
C'è un'obliquità generale che lo caratterizza, è un disco inafferrabile, spiazzante a ogni nuovo ascolto e, come suggerisce il titolo, aperto e disteso pronto a cercare collegamenti inusuali e ingestibili. Gli scambi, i ritmi e i dialoghi interrotti si fanno strada tra i tre in un rapporto paritario nel quale nessuno sovrasta l'altro.

L'idea scevra da complicati intellettualismi e cerebralismi, ricerca un sound diretto e nervoso. Scopriamo la voglia di giocare e la leggerezza. I riferimenti musicali sono espressi al meglio: jazz, rock, impro, elettronica, indie. Si tratta di un "un'opera aperta", citando Umberto Eco, interpretabile in più modi, che ripercorre e si nutre delle suggestioni culturali contemporanee.

"River Woman", in cui ritroviamo un sapore vagamente methenyano, si avvolge su sé stessa, rincorrendosi con splendidi arpeggi in cui apprezziamo la maestria di Perciballi.
"In a long distance", traccia composta dal contrabbassista Alessio Bruno, suggerisce atmosfere nordiche ed impalpabili con un contrabbasso dal suono rotondo e pieno in cui si inserisce il drumming preciso di Gregorio Ferrarese.
Con "Electric Pleasure" entriamo nella mente del chitarrista, come ricordano le note di copertina "(...) una suite tripartita che celebra la vera anima dello strumento" in cui si incontrano batteria e chitarra in un dialogo violento e sperimentale senza nessun accomodamento finale.
"Hopes" condensa le speranze dell'album in una traccia coesa pacatamente triste.
"Just Wrong", è uno spazio vuoto riempito dalle evoluzioni di Perciballi con un uso mirato e acuto dell'elettronica, a cui si aggiunge lo splendido intervento di Bruno all'archetto, anche autore del brano.

Nicola Barin per Jazzitalia







Articoli correlati:
25/04/2015

Quattro chiacchiere con...Claudio Jr. De Rosa: "...il sistema burocratico e legislativo italiano ti uccidono...in Italia arrivi a fine mese e quello che hai guadagnato suonando lo spendi in tasse..." (Alceste Ayroldi)

02/03/2014

Slanting Dots per Nau in Rome: "...estrema naturalezza e coesione frutto di un rapporto musicale quasi simbiotico tra i tre, che li identifica come tre parti di uno stesso corpo." (Nina Molica Franco)

15/12/2013

Intervista a Luca Perciballi : "...la composizione solletica e soddisfa il lato più razionale ed intellettuale, mentre l'improvvisazione appaga lo strumentista." (Nicola Barin)







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 703 volte
Data pubblicazione: 15/12/2013

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti