Jazzitalia - Recensioni - Pasquale Innarella 4et: Uomini Di Terra
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Saint Louis Club House, il nuovo salotto musicale ideato dal Saint Louis per ascoltare, vedere e degustare la musica comodamente dal divano di casa, in tempi di emergenza Covid-19. .

McCoy Tyner, icona del pianismo e del jazz, se ne è andato. Aveva 81 anni. .

Ottava edizione del Torino Jazz Festival, un omaggio al jazz in tutte le sue declinazioni espressive. In cartellone, insieme ai grandi nomi internazionali, artisti di ricerca ed eccellenze del territorio. .

Grace DB lancia "Donna 3.0": Il suo primo album d'esordio parla del ruolo della donna nella società contemporanea, di scelte personali ed equilibri che si trasformano.

New Echoes. Rassegna di Nuova Musica Svizzera a Venezia (4a edizione) con realtà musicali che si muovono attorno ai linguaggi contemporanei del jazz, della ricerca multidisciplinare, dell'indie-rock e dell'elettronica..

Prospettive Sonore a Foggia: 5 eventi di Jazz Crossover, progetti inediti e di ricerca con, tra gli altri, Roberto Ottaviano, Tom Kirkpatrick e Brian Charette..

Addio a Giorgia Mileto, Con grande dolore apprendiamo della scomparsa della responsabile ufficio stampa del Saint Louis College of Music di Roma e di vari festival internazionali della capitale. .

Vic Juris, chitarrista jazz, noto soprattutto per il suo importante ruolo nella band di Dave Liebman, è mancato il 31 dicembre 2019. Era ricoverato al St. Barnabas Medical Center di Livingston, New Jersey..

E' morto Mario Guidi, uno dei più illuminati manager del mondo del jazz, padre del pianista Giovanni e titolare della MGM Produzioni Musicali, agenzia tra le migliori e serie a livello internazionale.

Pianisti di altri mondi, 7 + 1 concerti dal jazz alle sonorità contemporanee. Tornano a Milano i concerti delle domeniche mattina in una rassegna ideata da Gianni Morelenbaum Gualberto in collaborazione con la Società del Quartetto di Milano e il Teatro Franco Parenti.

Esce Pentatonic Pyromania di Mimmo Langella, un manuale per arricchire tecniche e fraseggio per chitarra in ambito Pop, Rock, Jazz e Fusion.

Songwriting Camp. Il Saint Louis sostiene le idee di giovani artisti, musicisti e cantautori con un corso gratuito e a numero chiuso realizzato con il sostegno del MiBAC e di SIAE, nell'ambito del programma "Per Chi Crea"..

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            ADJÀ QUINTET (gruppo)
            ALESSI Piero (batteria)
            CAGNETTA Mariangela (voce)
            CRISTOFARO Gaetano (sax e clarinetto)
            DILIBERTO Silvana (voce)
            DIMONTE Pippi (contrabbasso)
            FINOCCHIARO Franco (contrabbasso)
            GAETA Walter (pianoforte)
            INDRA (gruppo)
            LAVIANO Alfredo (batteria e percussioni)
            LEOFREDDI Antonio (viola)
            MAZZA Giovambattista (chitarra)
            MECENERO Maurizio (chitarra)
            RICCIU Daniele (sax)
            RIVA Marco (polistrumentista)
            ROBERTO Davide (percussioni)
            SILVA JOLY Raquel (chitarra)
            THE JIM DANDIES (gruppo)
Pasquale Innarella 4et
Uomini Di Terra



Terre Sommerse (2013)
TSJE1014

1. L'uomo delle terre
2. Flowers For Rocco Scotellaro
3. Malayka
4. Terra selvatica
5. Festa Contadina
6. Non è l'amore che va via
7. Donne delle tembe
8. Blued

Pasquale Innarella - sassofoni tenore, alto e soprano
Francesco Lo Cascio - vibrafono e percussioni
Pino Sallusti - contrabbasso
Roberto Altamura - batteria


Non è facile di questi tempi imbattersi in un concept album, pratica che si è andata smarrendo col progressivo incalzare del consumo a più non posso. Poi, un lavoro a tema su di un politico, uomo della terra e del lavoro come è stato Giuseppe Di Vittorio, è merce ancor più rara. Oggi, se di concept album si può parlare, è d'uso gigioneggiare su temi sociali che fa radical chic, e di storia non se ne parla manco a volerla pagare con l'oro. Pasquale Innarella, invece, è sempre attento alla storia, alle tradizioni anche musicali e sa guardare con quella fierezza tipica dei meridionali temi e musiche non commerciali. Innarella non si vende e il suo periodare musicale è sempre schietto e reboante, bello tornito e al contempo irto di spine che, se non si sanno maneggiare, provocano dolorosi danni.

"Uomini di terra" è un live (registrato a Roma presso il sito Riunione di Condominio Music Club nel marzo 2012) firmato tutto dal sassofonista irpino, ad eccezione di "Non è l'amore che va via", che appartiene al songbook di Vinicio Capossela e la ben nota "Malayka" (Malaika in swahili), siglata dal compositore kenyano Fadhili William.

Innarella sa dosare il suo innato senso per l'ironia che segna il brano d'apertura ("L'uomo delle terre"), evocativo di tempi andati, aggiustati nel sound roccioso che fuoriesce dal suo tenore. Il controcanto del vibrafono misurato da Lo Cascio e del drumming incalzante di Altamura sono una linea temporale costante, sostenuti dall'impatto ritmico, centrato su un timbro mediano, delle linee di basso di Sallusti, che apre con un solo preciso e raffinato "Flowers For Rocco Scotellaro", che sussulta in una metrica aperta e swingante, che esalta il lirismo espressivo, carico di overtones e di Africa di Innarella. "Malayka" è profumata di highlife in livrea italiana. "Terra selvatica" si apre con un'improvvisazione collettiva bella consistente, per poi schiudere una atmosferica mid-tempo che ruota sulle lamelle rutilanti di Lo Cascio, perfetto nella cadenza e nel cedere nota e tempo al leader.

Innarella è sempre alla ricerca di pause e strutture ritmiche inedite, capace di dosare il timbro e piegarlo a suo piacimento e in favore della melodia che, in "Festa contadina", attraversa il folklore del Meridione del mondo. Immagine sonora che è ripresa in "Donne delle tembe", profumata d'Islam e di Napoli. Si chiude con "Blued" e il tambureggiare subsahariano di Altamura, contrappuntato da Lo Cascio (probabilmente) che si apre in un bluesy bello sghembo e frizzante.

Pasquale Innarella sa il fatto suo, e lo fa quasi di nascosto, senza clamore ma con una grande professionalità e un sicuro sentimento filologico nel raggiungere tutto il jazz e la sua storia.

Alceste Ayroldi per Jazzitalia







Articoli correlati:
05/02/2018

Migrantes (Pasquale Innarella Quartet)- Alceste Ayroldi

08/11/2015

Talos Festival 2015: "Il Talos edizione 2015 ha visto dei momenti nei quali l'arte dell'improvvisazione ha raggiunto livelli di creatività ineguagliabile." (Vincenzo Fugaldi)

26/01/2015

Dialogo (Silvia Bolognesi - Angelo Olivieri)- Nicola Barin

15/10/2012

If Not - Omaggio A Mario Schiano (Angelo Olivieri, Alipio C Neto, Doppio Trio Progetto Guzman)- Gianni Montano

02/09/2012

Domino's Tales (Domino Trio)- Gianni Montano

22/02/2012

Air (Francesco Lo Cascio, Alipio C Neto, Federico Ughi) - Cinzia Guidetti

05/02/2012

Ragh Potato (Heimweh)- Gianni Montano

01/02/2010

The Spiritual Man (Open Orchestra Featuring John Tchicai) - Giuseppe Mavilla

28/06/2009

Echoes (Angelo Olivieri) - Gianni B. Montano

06/06/2009

Caos Musique (Olivieri/Courtois/Ariano/Pulli)

07/09/2008

Nadir - Oidè (Angelo Olivieri)

18/05/2008

L'uomo del 300 Gilera (Pasquale Innarella Jazz Quartet Feat. Beppe Caruso)

18/05/2008

The Piano Room (Francesco Gazzarra)







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 1.180 volte
Data pubblicazione: 14/04/2013

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti