Jazzitalia - Gaetano Partipilo & Urban Society: Upgrading
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Un omaggio all'American Songbook, "Cinema & Jazz" a cura di Alceste Ayroldi, il pianista americano Marc Copland per il Roero Music Fest 2017.

E' il pianoforte il fil rouge che caratterizza la VII edizione di Poliorama che, per questa edizione, si interseca con la kermesse di musica classica "Bianco e Nero".

Todd Barkan, Pat Metheny, Diane Reeves e Joanne Brackeen riceveranno il prestigioso National Endowment For The Arts 2018 Jazz Masters.

Premio Massimo Urbani, il salernitano Federico Milone vince la XXI edizione, un'edizione di "grande tenacia e forza di volontà".

Per il Festival Special Guest al Teatro Eliseo di Roma un raffinato repertorio di standard jazz e brani originali, composti e arrangiati da Vince Mendoza che dirigerà la Saint Louis Big Band.

XIV edizione della rassegna Gezmataz: concerti internazionali, workshop di musica d'insieme e di fotografia di scena si susseguono in quattro giorni dedicati al jazz e alle sue espressioni.

Nasce il Como Lake Jazz Club, volto a promuovere attività culturali ed iniziative nel campo della musica jazz. .

Musicarts Felix. Cinque appuntamenti dove Musica, Cinema, Pittura e Teatro si fondono per creare arte. .

Altro grande lutto nella musica: scompare il contrabbassista Rino Zurzolo.

Sono i Bija i vincitori della VI Edizione del Multiculturita Black Music Contest.

Allan Holdsworth non c'è più! Scompare a 70 anni uno dei più grandi chitarristi di sempre..

Quattro workshop – attività laboratoriali per giovani under 35 nell'ambito de "Il Jazz, il Blues e l'altro" ammesso al finanziamento per il bando Siae "Sillumina" .

Summer Camp 2017 di musica pop, rock e jazz organizzato dalla scuola di musica CEMM dal 4 al 9 luglio. Il programma di Basso a cura di Michelangelo Flammia.

E' venuto a mancare improvvisamente, la notte del 4 aprile 2017, il bassista e contrabbassista romano Pino Sallusti.

Unica data pugliese per la polistrumentista e compositrice brasiliana Christianne Neves di scena presso il The Empty Space di Molfetta

Approvato nel quadro del programma formativo Erasmus Plus il progetto "Using ICT in Music Education" al fine per sprigionare le potenzialità musicali della nuova generazione europea.

I SAT&B, storico ensemble vocale diretto da Maria Grazia Fontana, insieme al Coro CantAutore per la rassegna Special Guest al Teatro Eliseo di Roma

Aperte le iscrizioni per la IIa edizione del Premio Lelio Luttazzi, rivolto ai Giovani Pianisti Jazz e Cantautori di età compresa tra i 18 e i 30 anni, .

Il Saint Louis, Istituzione di Alta Formazione Artistica Musicale autorizzata dal Miur a rilasciare titoli accademici di I e II livello, apre le iscrizioni al prossimo anno accademico 2016/2017.

Click QUI per fare pubblicita' su Jazzitalia
Jazzitalia sbarca in Russia! Tradotti in cirillico alcuni articoli esclusivi.
Ultimi aggiunti:

            AMELIA SMOOTH JAZZ (gruppo)
            BOTTALICO Roberto (sax)
            CHIOZZI Alberto (batteria)
            DELTA TRIO (gruppo)
            DESIDERI Fabrizio (sax e clarinetto)
            DI IENNO Gianluca (piano)
            GIOLLI Marco (batteria)
            MATTIONI Luca (percussioni)
            MINI Elisa (voce)
            MOON WALKER JAZZ BAND (gruppo)
            PAVIGNANO Daniele (batteria e percussioni)
            PELLITTERI Marcello (batteria)
            PIRAINO Alessandro (chitarra)
            SALVADORI Mattia (tromba)
            SILVESTRI Vittorio (chitarra)
            ZORZI Riccardo (batteria)
Gaetano Partipilo & Urban Society
Upgrading



Jazz Engine - JE 8014

1. 13
2. Suite 36 Part A: Pharoah's Monolith
3. Suite 36 Part B: Looking For An House
4. Suite 36 Part C: Pent-Up House
5. Suite 36 Part D: Jackson Pollock
6. Suite 36 Part E: Tokio Citizen
7. Suite 36 Part F: Nikola Tesla
8. Suite 36 Part G: Club Africa
9. Suite 36 Part H: Listening At -3
10. Red Over Blue
11. Suite America Part A: Tu Vo'Fa L'Americano
12. Suite America Part B: Downtown Motion
13. Suite America Part C: Synchronism
14. I Have A Dream

Gaetano Partipilo - alto sax, electronics
Pasquale Bardaro - vibes
Mirko Signorile - piano
Giorgio Vendola - bass
Vincenzo Bardaro - drums


Gaetano Partipilo, o della differenza tra chi è cool davvero e chi cerca di esserlo.

Non si può cercare di essere cool, come non si può cercare di essere poeti. La triste verità, è che o lo si è o no. Già "cercare" di essere qualcosa non è cool, una delle definizioni della coolness è una quieta sicurezza di sé. Chi imita le persone che erano cool negli anni Cinquanta non è cool, perchè loro non imitavano nessuno e cool non è mai imitazione. Chi è modaiolo (miserabile condizione che si cerca di mascherare con la parola "trendy") non è mai cool: qualche volta è la moda che imita il cool, mai viceversa. Dichiarazioni roboanti non sono mai cool, fare nomi importanti non è mai cool, un atteggiamento costruito non è mai cool. La persona cool fissa i propri tempi, non è assillato dal rispetto di quelli fissati da altri, ma è rispettoso e tendenzialmente gentile perchè riservato. Si fa sentire da coloro che ascoltano, non per forza. Il cool non è una posizione sociale: ci sono persone ricche e cool, ma la ricchezza non è una garanzia, anzi; il tratto di suprema eleganza che si coglie nel giro di frase o nel gesto del contadino o del pescatore è supremamente cool.

Volete sapere cosa vuol dire essere cool in musica? Sentitevi questo bellissimo disco registrato dal vivo – non c'è niente da fare, la presa diretta ha un suo fascino che nessun'altra situazione può dare, malgrado gli ovvi problemi tecnici – dal gruppo di Gaetano Partipilo con musicisti, se non sbaglio, tutti pugliesi. (Non può essere una coincidenza la produzione a getto continuo di talenti jazzistici da parte di questa regione.) Semplicissima formazione, quintetto con il tratto distintivo di aver il vibrafono come seconda voce melodica, al posto di un più classico fiato, ma capace di suonare come un organico più ampio per la libera invenzione melodica anche degli strumenti di "accompagnamento"; musica principalmente originale in cui fanno capolino Ellington o Rollins e perfino un indovinato stravolgimento di Carosone; melodia e rumore, grooves e tempo sospeso, caos creativo e organizzazione millimetrica: tutto usato legittimamente, non perchè si deve in omaggio a qualche motivo esterno, ma solo per le funzionalità interne della poetica musicale.

Disteso senza prolissità, elegante senza ostentazione, il gruppo utilizza al massimo le proprie risorse e i materiali musicali con passaggi che lasciano l'ascoltatore nel dubbio se si tratti di arrangiamenti intelligentemente flessibili o improvvisazioni di musicisti che intelligentemente si ascoltano.

Per gli appassionati di jazz, il disco si apre con uno dei più celebri temi di Gary McFarland, personaggio unico di vibrafonista e arrangiatore la cui strada artistica incrociò più volte quella dell'altosassofonista Eric Dolphy, al cui fraseggio spesso Partipilo fa riferimento; ma il disco rimanda tra l'altro anche alle atmosfere ipnotiche di Sun Ra, a volte richiamandone il duo con Walt Dickerson, e i ritmi urbani di Steve Coleman. Tuttavia non è necessario conoscere nessuno di questi musicisti per lasciarsi trascinare, affascinare, sollevare dalla musica di questo gruppo, come dimostra l'entusiasmo del pubblico alla fine. Ennesima dimostrazione che il pubblico non è mica scemo come ci vogliono far credere e come la tv lo vuol tenere.

Francesco Martinelli per Jazzitalia






Articoli correlati:
01/11/2016

Bea (Andrea Sabatino another 5et)- Niccolò Lucarelli

18/09/2016

Radio Interference (Forthyto)- Alceste Ayroldi

04/06/2016

Torino Jazz Festival 2016: "...un'ampia panoramica della condizione attuale del jazz, con una enorme quantità di concerti ed eventi che si sono svolti in un gran numero di spazi del capoluogo piemontese." (Vincenzo Fugaldi)

15/05/2016

Soundtrack Cinema (Mirko Signorile)- Niccolò Lucarelli

19/03/2016

Intervista con l'Andrea Sabatino Quartet: "...mi piace andare a studiare le armonie, scoprire come i grandi hanno scritto, dal punto di vista dei temi e delle melodie dei brani." (Sara Bonfili)

23/08/2015

Live In Pisa (The Auanders)- Nicola Barin

10/08/2015

Resalio (Zeitgeber Ensemble)- Nicola Barin

18/03/2015

Intervista con Fabio Morgera: "...quando uno come Frank Lacy ti dice 'You're Black' mentre stai suonando con lui, beh, allora puoi dire di esserci veramente dentro." (Achille Brunazzi)

05/10/2014

Il giro d'Italia a bordo di un disco. Gabriele Rampino, Dodicilune: "La vera difficoltà è la bastardizzazione del senso del jazz, sia nella sua deriva verso la mediocrità, sia nella creazione di cartelloni di festival e rassegne, sempre meno progettuali e troppo ruffiani, con troppi nomi che nulla c'entrano col jazz..." (Alceste Ayroldi)

28/04/2014

Live In Pisa (The Auanders)- Francesco Favano

17/03/2014

Different Ways (Aldo Farias)- Francesco Favano

25/11/2013

My Perpetual Life (Marco Contardi)- Francesco Favano

13/10/2013

Roccella Jazz Festival 2013: Trentatreesima edizione per il festival calabrese che, con una nuova direzione artistica, e' stato dedicato quest'anno alla tema della pace. (Vincenzo Fugaldi)

16/06/2013

Magnolia (Mirko Signorile)- Roberto Biasco

09/06/2013

R.A.V. (Giorgio Distante)- Gianni Montano

20/01/2013

The Jazz Convention: "...un confronto tra musicisti che portano con sè la propria storia e soprattutto idee fresche e nuovi stimoli..." (Alceste Ayroldi)

20/01/2013

Suggestions From Space (Rino Arbore Quartet)- Alceste Ayroldi

16/08/2012

"...una finestra aperta alle novità europee, senza preclusioni nei confronti di quanto di interessante si muove in Italia in campo jazzistico, ma anche con una doverosa attenzione al panorama statunitense." (Vincenzo Fugaldi)

03/12/2011

Treni A Vapore (Max Monno)- Pierfrancesco Falbo

22/01/2011

Logos (Donatello D'Attoma)- Rossella Del Grande

27/11/2010

The Police songbook (Paola Arnesano)- Gianni B. Montano

17/10/2010

Tempus Transit (Pierluigi Villani Group)- Vincenzo Fugaldi

12/06/2010

Young Jazz Festival 10 con al direzione artistica di Gianluca Petrella: "La rassegna fulginate si distingue tra le iniziative italiane per il proposito di coinvolgere esperienze artistiche giovani con un'attenzione a proposte poco o per niente inflazionate, ma senza isolarle dall'esperienza dei maestri. Un punto di forza del jazz è la capacità di innovarsi grazie all'affermarsi di nuovi talenti, che nei casi più felici contribuiscono a perpetuarne la tradizione e ne determinano anche l'evoluzione e l'apertura." (Vincenzo Fugaldi)

22/03/2010

sings Cole Porter& the beat of yearning desire (Giuseppe Delre) - Cinzia Guidetti

09/01/2010

It's Time To Make A Change (Maurizio Quintavalle) - Luca Labrini

26/07/2009

Interactions (Dino Plasmati Open Trio) - Giuseppe Mavilla

15/02/2009

I like too much (Partipilo/Okazaki/Weiss)

15/02/2009

Suite 24 (Giacomo Mongelli)

11/12/2008

Un Dio Clandestino (Roberto Ottaviano & Pinturas )

16/11/2008

Sopra Le Nuvole (Luca Aquino)

22/06/2008

Colorando (Marchio Bossa)

09/04/2008

voyage (The 3 moons)

02/04/2008

La Foule - Voyage dans les lieux d'Edith Piaf (Lisa Manosperti)

16/03/2008

Way Out (Europe Connection)

29/03/2007

Mirko Signorile Trio al Trappeto di Monopoli: "...Gli arti come valide appendici di piano, contrabbasso e batteria, le mani come metronomo delle pulsazioni indomabili di Signorile che riesce straordinariamente a battere e suonare il piano come se in lui ci fossero due musicisti in uno, due mani per due emisferi e modi di concepire la musica differenti ma sorprendentemente complementari..." (Angelo Ruggiero)

05/02/2007

Terronia (Pino Minafra)

16/11/2006

Jazzsett 2006, Gianni Lenoci Duo, Antonio Faraò Trio, Mirko Signorile & Gaetano Partipilo Telepathy Duo: tre concerti con tre espressioni pianistiche differenti, l'improvvisazione totale di Lenoci, l'intenso "soulfull" di Faraò, la simbiosi "telepatica" di Signorile e Partipilo... (Lorenzo Carbonara)

11/04/2006

The Magic Circle (Mirko Signorile Synerjazz Trio)

12/04/2005

Intervista a Mirko Signorile: "...Sono alla ricerca della mia voce; vorrei che la gente sentendola possa riconoscermi: adoro la rotondità del suono di Bill Evans e la chiarezza di Gould. Si è sempre alla ricerca di un suono ed è una ricerca senza fine per fortuna..." (Alceste Ayroldi)

24/12/2004

Basic (Gaetano Partipilo & Urban Society)







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 2.480 volte
Data pubblicazione: 19/02/2011

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti