Jazzitalia - Giulio Visibelli: VIa Maestra
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Alessio Brocca Edizioni Musicali
Giulio Visibelli
VIa Maestra


1. Numeri Primi
2. Franco's Mood
3. Emi
4. Soprasotto
5. Al
6. Mauro's Heads
7. Treccaffè
8. Electrob
9. Stock
10. Giuljan
11. Pedali
12. La Via Maestra

Giulio Visibelli - sax soprano e tenore, flauto e flauto alto
Franco Ambrosetti - tromba
Roberto Cecchetto - chitarra ed effetti
Marco Micheli - contrabbasso
Mauro Beggio - batteria



Ogni tanto si aprono dei nuovi spiragli che non si muovono esclusivamente in quel mainstream che caratterizza, fin troppo, diverse produzioni del globo. C'è chi ha esercitato la propria mente e l'ha ben nutrita andando a caccia di saporite armonie e vivendo il jazz, anzi la musica, in modo completo, assoluto. Giulio Visibelli c'è pienamente riuscito. La sua caccia è andata a buon fine. Ha trovato la "sua" Via Maestra, il suo suono, le sue giuste armonie. Da circa trenta anni naviga nel mare magnum del jazz con deciso successo – sottovoce - e con esperienze molteplici, da ogni punto di vista. Dalla Civica di Enrico Intra alla Montecarlo Orchestra, passando per Mal Waldron, Sergio Caputo e Giorgio Gaslini.



L
'inquietudine anima questo lavoro. La giusta e sincera inquietudine che dovrebbe animare ogni Artista. Non v'è alcun copiato, non v'è traccia di deja ecoute. Si ascoltano note di un musicista tout court che palesa una vis architettonica di spessore.

L'empatia con gli altri musicisti è ben evidente. Ambrosetti troneggia nei dialoghi più arditi e ben sguazza in armonie tutt'altro che obsolete. Così come la chitarra e le amenità elettroniche di Cecchetto, ineluttabile realtà – infervorante - del panorama jazzistico italiano. Compatta, solida e lucida la ritmica composta da Marco Micheli al contrabbasso e Mauro Beggio alla batteria.
Il gusto ricercato e l'inventiva di Visibelli si ascoltano subito. Numeri Primi è un assaggio delle strutture – vigorose ed a tratti sbilenche – che attraversano il suo lavoro.
La ricerca del suono e la perfetta intonazione della tromba di Ambrosetti (Franco's Mood) aprono, ed accompagnano ad Emi, alla sua ricchezza narrativa, alla sua morbosa dolcezza.
L'incursione di Micheli in Soprasotto, alla stregua della precedente overture di Ambrosetti, lancia Al: un passaggio nell'underground newyorchese, anche per la personale declinazione delle sonorità di Cecchetto.

La narrazione di Visibelli non è univoca. Mai. Il fiatista senese non soliloquia, anzi.

E lo dimostra il fatto che il ponte verso il canto strumentale di Treccafè è, questa volta, affidato ai tamburi di Beggio (Mauro's Heads). Treccafè merita un attento ascolto sia per la struttura, sempre sinceramente sbilenca ed al contempo dannatamente musicale, sia per i soli sia di Visibelli, questa volta al soprano, che di Ambrosetti.

Tocca alle diavolerie elettroniche di Cecchetto, con Electrob, scoprire le tessiture "post" fantasiose di Visibelli elegiacamente descritte in Stock, tributo ai Stockhausen, padre e figlio.
Poi, Giuljan, breve accenno alle minimalistiche sonorità di Garbarek, che – come da sequenza, introduce l'imprevedibile Pedali.

Un velato tocco metheniano di Cecchetto è lo start up per l'ultimo brano, Via Maestra. Quello più classico, più morbido, dalle sapienti coloriture, dalle venature filmiche. Mai scontato, però. Un messaggio, forse.
 
Sicuramente Visibelli non è scontato. E non da nulla per scontato.
Alceste Ayroldi per Jazzitalia








Articoli correlati:
18/12/2017

Où sont les notes d’antan? (Dino Betti van der Noot)- Alceste Ayroldi

09/04/2017

Travel Music (Roberto Spadoni New project Jazz Orchestra)- Alceste Ayroldi

18/09/2016

Notes are but wind (Dino Betti van der Noot)- Gianni Montano

27/12/2015

Claudio Angeleri Quintet - Ellingtones: "Si sono apprezzate una notevole abilità di scrittura del leader, autore di temi estremamente variati e armonicamente ricchi..." (Andrea Gaggero)

13/07/2014

Vittoria Jazz Festival 2014: "Settima edizione per il festival diretto da Francesco Cafiso che, con valide proposte artisiche unite a innumerevoli iniziative collaterali, riempie la splendida piazza Enriques in ogni serata..." (Vincenzo Fugaldi)

18/05/2014

Il giro d'Italia a bordo di un disco: Gianni Barone, NAU Records: "Per noi il jazz è più vivo che mai, il nostro impegno è rivolto a documentare, proporre e valorizzare le nuove generazioni, questa è la mission della Nau Records." (Alceste Ayroldi)

25/08/2013

Jazz Groove Parte 2: Joyce in 'Femina', Maurizio Brunod & Miroslav Vitous in 'Duets', Claudio Fasoli Four in 'Patchwork', Ambrosetti, Caine, Di Castri in 'From Bach to Miles and Trane' e l'omaggio a Lester Bowie di Enrico Rava & PMJL. (Giovanni Greto)

18/08/2013

Drops (Bonnot, Tracanna, Cecchetto)- Gianni Montano

17/02/2013

Acrobats (Tino Tracanna)- Alceste Ayroldi

26/05/2012

IIIa Edizione di "Suoni Ritmi, Parole dal Mondo" e concerto di Riccardo Arrighini con la Filarmonica Sestrese (Gianni Montano e Andrea Gaggero)

12/02/2012

'S Wonderful (Lara Iacovini Quartet)- Rossella Del Grande

11/12/2011

September's New Moon (Dino Betti Van Der Noot)- Gianni Montano

20/11/2011

4 Friends (Zanolini, Bianchi, Visibelli, Ricci)- Alessandro Carabelli

29/05/2011

Put on a happy face (Gibellini Tavolazzi Beggio)- Alessandro Carabelli

08/05/2011

Organum (Giorgio Li Calzi) - Alceste Ayroldi

25/04/2011

Introducing Onofrio Paciulli (Onofrio Paciulli (B.Bonisolo, P.Balducci, M.Beggio))- Paolo Incani

01/11/2010

Playing Bacharach (Aisha Ruggieri feat. Gianluca Carollo) - Alceste Ayroldi

22/11/2009

God Save the Earth (Dino Betti van der Noot)- Enzo Fugaldi

25/10/2009

Remembering Weather Report (Miroslav Vitous Group w/Michel Portal) - Dario Gentili

05/09/2009

The Age of Numbers (Emanuele Cisi) - Fabrizio Ciccarelli

06/06/2009

Between (Jazz Fantasy)

08/03/2009

Sunday Afternoon (Andrea Dulbecco Trio )

18/01/2009

Canta Frank Sinatra (Federico Stragà)

05/01/2009

XXIIIa Edizione di "Ai Confini tra Sardegna e Jazz" a Sant'Anna Arresi: "Dedicata alla suggestiva figura ed all'indiscutibile genialità musicale di Don Cherry, la manifestazione sarda, giunta oramai alla sua ventitreesima edizione, ha offerto diversificate sfaccettature del caleidoscopico animo artistico impresso nel tempo dal grande trombettista di Oklahoma City." (Gianmichele Taormina)

22/11/2008

Eventi in Jazz di Busto Arsizio: "Dopo il successo degli anni scorsi, anche questo autunno a Busto le calde note del jazz hanno acceso la vita culturale cittadina. Dal 18 ottobre gli "Eventi in Jazz", giunti alla VI edizione, hanno portato, come da consuetudine, artisti di grandissimo livello nei principali teatri cittadini quali il Sociale, il Manzoni, il Lux, Fratello Sole, con un cartellone davvero invidiabile." (Alessandro Carabelli)

19/08/2008

Reggio Top Jazz Festival 2008: "Il sondaggio fra i critici specializzati che il mensile Musica Jazz dedica da ben cinque lustri al meglio del jazz in circolazione, in questo venticinquesimo anno è stato per la prima volta incentrato esclusivamente sul jazz italiano. Da qui la nascita del Reggio Top Jazz Festival, che nella prima edizione ha schierato buona parte dei vincitori del referendum, durante quattro serate primaverili nella città di Reggio Calabria." (E. Fugaldi - G. Taormina)

16/08/2008

Patois (Marco Castelli)

22/06/2008

Downtown (Roberto Cecchetto)

24/03/2008

Adagio (Claudio Fasoli)

07/08/2007

Invenzioni a più voci (Claudio Angeleri)

26/05/2007

Intervista e recensione del concerto dei "Quadrivision", ovvero Marco Ricci, Massimo Manzi, Alberto Mandarini e Roberto Cecchetto. Un nuovo progetto nato principalmente attraverso un rapporto di amicizia e stima reciproca e che mira alla ricerca di un suono amalgamanto ma costituito da elementi individuali chiaramenti distinguibili. (Eva SImontacchi)

25/02/2007

Liquid Gardens (Franco Ambrosetti)

14/01/2007

Aphrodite (Alessandro Carabelli Group (featuring Franco Ambrosetti))

05/01/2007

Every breath we take (Jazz Fantasy)

01/08/2006

Live (Biba Band)

11/07/2006

La gallery di Umbria Jazz 2006 di Giorgio Alto.

01/05/2006

Italian Trumpet Summit a Chiasso: "L'evento ha indubbiamente rappresentato una evidente dimostrazione dell'ottimo livello raggiunto dai jazzisti italiani che meritatamente si sono imposti in ambiti internazionali, riscuotendo i meritati riconoscimenti e consensi." (Bruno Gianquintieri)

24/10/2004

Visioni Sonore (Visioni Sonore Quartet)







Invia un commento


Questa pagina è stata visitata 3.387 volte
Data pubblicazione: 13/07/2008

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti