Jazzitalia - Andrea Rea : White Room
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Un'orchestra per Pino Daniele special guest: Tony Esposito e Tullio De Piscopo a Bari per un concerto dedicato al grande musicista e in favore dell'Alzheimer.

Al via la prima edizione di Boogie Jazz Season, rassegna curata da Gabriele Buonasorte, che ospita il grande Jazz italiano e internazionale sul palco del BOOGIE CLUB..

Quest'anno la ECM compie 50 anni, mentre la Ducale, distributrice in Italia, ben 60! Ancora oggi il catalogo si arricchisce con una costanza unica.

"Musicista Italiano dell'anno" e "Disco Italiano dell'anno" per Franco D'Andrea al Top Jazz 2018.

Marilena Paradisi & Kirk Lightsey in concerto a Roma presso l'Auditorium Parco della Musica.

Susanna Stivali in "Caro Chico" (omaggio a Chico Buarque de Hollanda) all'Auditorium Parco della Musica di Roma.

Un duo particolare per Notti di Stelle Winter: Enrico Rava e Danilo Rea per la Camerata Musicale Barese.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            CALIGIURI Francesco (sax)
            COLI Alessio (sax)
            D'AVERSA Vanessa (arpa)
            DI VEROLI Angelo (batteria)
            FABBRINI Franco (contrabbasso)
            FUMO Marco (piano)
            GALATRO Francesco (contrabbasso)
            INTUITION QUARTET (gruppo)
            LI VOTI Dario (batteria)
            MILONE Federico (sax)
            MUZZU Manuel (basso elettrico)
            PANTALEO Gianluca (basso e contrabbasso)
            PILATO Frank (chitarra)
            PISANELLO Donatello (chitarra)
            RAVERA Leo (piano)
            SIRAGUSA Nino (chitarra)
            SPARTà Gaetano (pianoforte)
            VISCARDI Paolo (chitarra)
Andrea Rea
White Room



Indie (2010)

1. Inner urge
2. White room
3. Blu sky
4. A portrait of Luisa
5. Something has changed
6. Andrea's groove
7. Quicksilver

Andrea Rea - Pianoforte
Daniele Sorrentino - Basso elettrico
Luigi Del Prete - Batteri
Jerry Popolo - Sax tenore (3,5)


Il cognome è ingombrante: Rea, e subito l'appassionato cerca collegamenti con il più famoso Danilo, nome di punta del panorama musicale italiano. In questo caso ci troviamo di fronte ad un pianista napoletano, neanche parente con il sunnominato ex leader dei "Doctor 3" e anche dal punto di vista stilistico siamo piuttosto lontani dal mondo espressivo del compagno di tante incisioni di Mina.
"White room" si presenta come un lavoro sincero ed onesto, licenziato da un trio ben amalgamato che ha l'unica intenzione di suonare un jazz moderno e gradevole, non particolarmente impegnato. Al pianista di Pomigliano d'Arco piacciono i ritmi latini e li dispensa in particolare in "Andrea's groove", oltre che nel pezzo che riprende curiosamente il titolo di uno dei brani più famosi dei "Cream": "White Room", per l'appunto. Nel comporre i suoi originals il leader del cd fa intravedere il suo amore per il bop, in specie in "Blu Sky" e in "Quicksilver". Non manca una ballad pensosa e malinconica, introdotta da un solo di pianoforte, "A Portrait of Luisa", forse il vertice dell'intero disco.

Andrea Rea evidenzia il suo modo di suonare derivato in qualche maniera da Ahmad Jamal, quando la temperatura si alza e i tempi sono più mossi, con un solismo nervoso, caratterizzato da note ben scandite e tutte necessarie. Altrove la melodia "all'italiana" viene fuori prepotentemente. Spesso il pianista gira e rigira attorno al pezzo ripetendolo, riprendendolo, variando in certi casi l'armonizzazione del motivo. Daniele Sorrentino, da parte sua, possiede un suono magro con il basso elettrico, ma quando deve esporre il tema è pronto a mostrare un fraseggio essenziale, ma adeguato. Luigi Del Prete si limita ad un supporto ritmico non invasivo con un uso parsimonioso dei piatti, rivelando una buona intesa con i partners. In due brani figura, poi, il sax tenore di Jerry Popolo, uno che ha ascoltato con attenzione oltre ai classici.

In conclusione il cd è l'opera di un trio affiatato. Non contiene elementi esaltanti, ma si segnala per coerenza e adeguatezza con gli obiettivi dei tre musicisti: proporre una musica non banale e di agevole fruizione.

Gianni B.Montano per Jazzitalia







Articoli correlati:
18/08/2018

Sedici (Elisabetta Serio)- Alceste Ayroldi

09/10/2017

La Stanza Dei Colori (Amanda Desidery)- Alceste Ayroldi

19/09/2015

Arioso (Andrea Rea Trio)- Niccolò Lucarelli

26/04/2015

Tricatiempo (Stefano Costanzo)- Gianni Montano

17/03/2014

Different Ways (Aldo Farias)- Francesco Favano

25/11/2013

Even Not 4 (Stefania Patanè Group)- Francesco Favano

01/12/2012

Nicky Nicolai e Stefano Di Battista: Io, Mina e le Altre: "...hanno tenuto perfettamente in bilico e integrato la canzone italiana e il jazz, senza che l'una ammansisse l'altro." (Alceste Ayroldi)

20/11/2011

La Scalata (Corrado Cirillo Grùp)- Alessandro Carabelli

06/02/2011

Fabiana Martone con i Soundflowers e l'"Organ...izzato" di Jerry Popolo al Teano Jazz Winter 2010 - VI Edizione: "Nella magia riverberante della location di San Pietro in Acquariis, una Chiesa sconsacrata si è svolta la VI Edizione del Teano Jazz Winter, una kermesse divenuta fiore all'occhiello nel panorama festivaliero italiano." (Daniele Camerlengo)

27/08/2010

For A Walk Inside (Sergio Di Natale) - Fabrizio Ciccarelli e Andrea Valiante

03/11/2009

"Capri Jazz Bar" Trio and Friends (Carmine Cataldo)- Alessandra De Vita

09/11/2008

Anime Diverse (Dino Massa Quartet )

10/08/2008

Jazz in Parco XI Edizione "Oltre il Jazz": "Allargare gli orizzonti, spingere un po' più in là il confine costituito dalla consuetudine e della tradizione. Andare un passo oltre il Jazz più tradizionale nei colori e nel linguaggio, mantenendo però un altissimo livello musicale, di spettacolo e di arte...." (Luigi Spera)

08/07/2007

L'urklang della Salerno Jazz Orchestra: "La neo-nata formazione che ha debuttato al teatro Verdi mercoledì sera 9 maggio 2007, in assenza del sindaco Vincenzo De Luca, ha ricevuto la benedizione del contrabbassista Giovanni Tommaso." (Olga Chieffi)

17/03/2007

Things I See (Mino Lanzieri)

27/10/2006

Muzzola (Sergio Di Natale)

01/10/2006

Gianluca Renzi Sextet a Diagonal Jazz 2006: "Le melodie nascono spesso da un riff di contrabbasso, su cui si sviluppano gli assoli...Il leader del sestetto è in gran forma, accompagna e improvvisa con fervore e gusto del ritmo..." (Andrea Caliò)

03/05/2006

Don't Stop You Mind (Gianluca Renzi)





Video:
Il mio Studio
Seduta di registrazione del Trio formato da Andrea Rea (Piano), Daniele Sorrentino (Contrabbasso), Gino Del Prete (batteria) Franco Cleopatra: Registr...
inserito il 23/03/2011  da - visualizzazioni: 4359


Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 3.466 volte
Data pubblicazione: 06/03/2011

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti