Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Ed. Feetfirst Records 2005
Melissa Stott
Why Now


1. Mami's Kitchen
2. Why Now
3. Don't You Get It
4. You're Through
5. An Imaginary Girl
6. Suspicion
7. Ella
8. I Think Of You
9. Dreaming
10. You Don't Love Me
11. Anyone Can See That I'm In Love
12. A Long, Long Way
13. Why Now (alternate take)

Melissa Stott - vocals
Special Guest Stjepko 'steve' Gut - trumpet
Davide Brillante - guitar
Nico Menci - piano
Pietro Ciancaglini - bass
Alessandro Minetto - drums


Tutti originali i brani di questo lavoro di Melissa Stott. Brani che attingono dalla tradizione afroamericana a tutto tondo: dal mainstream al blues. Tredici, in tutto le esecuzioni. Alcune molto brevi poste quasi a corollario della sua vena lirica votata al classico.

Non si può dire che vi sia una ricerca di suoni, per così dire, alternativi. Tuttavia è un lavoro gradevole che pone in evidenza la particolare voce dai timbri cool.

La vocalist si avvale di un combo molto affiatato e di particolare esperienza: Davide Brillante alla chitarra, Nico Menci al piano, Pietro Ciancaglini al contrabbasso, Alessandro Minetto alla batteria ed una guest di particolare carattere: il trombettista Steve Gut.

La fusione dei cromosomi etnicamente differenti – madre cinese e padre inglese – si estende anche alle corde vocali della Stott che alterna una matrice più corposa ad una voluta caratterizzazione melliflua.

I brani si alternano piacevolmente grazie agli impasti sonori ben creati dai musicisti che sorreggono la vocalist. Non vi sono "scatti" o "impeti" di particolare intensità. E' il complesso del lavoro che risulta di gradevole ascolto e ben delineato.

Steve Gut si conferma attento ascoltatore e lucido esecutore, così come Nico Menci, dal pianismo colto, abile creatore di chorus adeguatamente arricchiti. Pietro Ciancaglini, solidissimo dispensatore di groove, è affiancato dal raffinato drumming di Alessandro Minetto.

La chitarra di Davide Brillante ingentilisce ancor più le composizioni della leader e la si ascolta ancor meglio nei brani dal sapore più blues.
Alceste Ayroldi per Jazzitalia







Articoli correlati:
26/12/2007

The Picture (Melissa Stott)







Invia un commento


Questa pagina è stata visitata 3.289 volte
Data pubblicazione: 11/03/2006

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti