Comunicato del 05/06/2004
 
 


Steve Lacy è morto a Boston, all'età di 69 anni, il 4 giugno 2004. Da tempo era ammalato di cancro.

Steven Norman Lackritz era nato a New York il 23 luglio 1934. Di origini russe, inizia a fare il fotografo e studia sax e clarinetto con Cecil Scott. Successivamente frequenta la Schrillinger School of Boston e la Manhattan School of Music di New York suonando sia il sax alto, che il baritono e il flauto. Nei primi anni cinquanta decise di passare al soprano, influenzato dall'ascolto di "The Mooche" di Ellington, nella versione di Sydney Bechet del 1941.

Comincia a suonare nel 1952 nei gruppi Dixieland a New York al Stuyvesant Casino e al Central Plaza collaborando con Henry Red Allen, Pee Wee Russell, Buck Clayton Willie The Lion Smith, Cecil Scott, Rex Stewart che lo chiamerà "Lazy" per denominare così la delicatezza del suo suono.

Suona anche per sei anni con Cecil Taylor il quale, nel 1953, lo fa incontrare con Thelonious Monk. Lacy rimarrà sempre particolarmente attratto dalla musica di Monk poichè la riteneva molto adatta al suono del soprano (Only Monk - 1975, More Monk - 1989, 5 X Monk X Lacy - 1994, We see - 2002, Plays Monk 2003).

Il suo primo disco da leader lo incide nel 1957, Soprano Sax, a cui partecipano Wynton Kelly. Inciderà poi anche con Mal Waldron. Elvin Jones, Gil Evans, Monk stesso, Don Cherry, Billy Higgins.

Frequenta Jimmy Giuffrè, Ornette COleman, Sonny Rollins, sul ponte di Williamsburg, e da lì nasce il famoso brano The Bridge, insieme anche a Jim Hall.

Agli inizi degli anni '70, insieme alla moglie Irene Aebi si dedica all'associazione tra musica e testi poetici. Ha anche musicato poeti americani, europei e russi.

Negli ultimi anni era ritornato alle performance solo rileggendo prevalentemente Monk ed Ellington ma la sua maestria sul soprano rimangono un modo ancora oggi unico e sicuro punto di riferimento per chiunque voglia suonare questo strumento. Ha raccolto le sue esperienze nel libro/CD "Findings".

Steve Lacy (Fabio Tullio)






Comunicati correlati:

Scompare David Baker, noto ingegnere del suono (09/08/2004)
21 luglio 2004: Jean Baptiste "Illinois" Jacquet muore all'età di 81 anni. (23/07/2004)
Dopo breve malattia, scompare prematuramente James Williams. Aveva 53 anni. (22/07/2004)
La scomparsa di Gian Carlo Roncaglia. (02/07/2004)
La scomparsa di Ray Charles (12/06/2004)
Addio, grande fratello Elvin. Si spegne all'età di 76 anni uno dei più grandi batteristi della storia del jazz. (20/05/2004)
John La Porta muore all'età di 84 anni (16/05/2004)
Giovedì 6 maggio 2004, è morto Barney Kessel, all'età di 80 anni. (09/05/2004)
E' morta Ruth Ellington, sorella del grande Duke. (13/03/2004)
E' morto Carl Anderson. (27/02/2004)
E' morto il trombonista Mario Pezzotta. (18/02/2004)
La scomparsa di Malachi Favors (04/02/2004)
È morto il batterista Sergio Amato, componente del Amato Jazz trio, venuto a mancare la notte tra il 12 e 13 dicembre 2003 in un incidente stradale. (15/12/2003)
E' morto Eraldo Volontè. (24/10/2003)
Il trombonista Carl Fontana muore all'età di 75 anni. (12/10/2003)
Il sassofonista Bill Perkins è morto. (10/08/2003)
Celia Cruz, regina della musica afrocubana, muore a 77 anni (18/07/2003)
E' morto Compay Segundo, storico componente dei Buena Vista Social Club (15/07/2003)
E' morto Benny Carter (14/07/2003)
Si è spento all'età di 73 anni il flautista Herbie Mann (02/07/2003)
Muore "Peanuts" Hucko, uno dei padri del clarinetto nel jazz (22/06/2003)
E' morto Edwin Swanston, pianista, compositore, arrangiatore e insegnante (22/06/2003)
Muore a 75 anni il trombonista Jimmy Knepper (17/06/2003)
E' morto Allen Eager (16/05/2003)
E' morta Nina Simone. (22/04/2003)
E' morto Teddy Edwards. (22/04/2003)
E’ morta Doris Fisher, storica compositrice jazz (26/01/2003)
Bill Russo è morto. (12/01/2003)
E' morto Bob Berg!! (07/12/2002)
Sir Roland Hanna muore per un attacco cardiaco (15/11/2002)

 
 
Comunicato visualizzato 629 volte

[Chiudi] [Stampa]