Comunicato del 25/09/2005
 
 

Ahmad Jamal in Concerto al Blue Note
DAL 27 SETTEMBRE AL 2 OTTOBRE

Da martedì 27 settembre a domenica 2 ottobre, il Blue Note Milano (via Borsieri, 37) ospita nuovamente Ahmad Jamal, uno dei grandi maestri del pianoforte jazz, dotato di una tecnica di primissimo ordine e di un senso ritmico contagioso.

Ahmad Jamal, al piano, è accompagnato da Idris Muhammad alla batteria e James Cammack al contrabbasso.

Come di consueto, gli spettacoli saranno alle ore 21.00 e alle ore 23.30, tranne domenica che ci sarà un unico spettacolo alle ore 21.30 (apertura porte: ore 19.30; per informazioni/prenotazioni: 899700022). Per gli spettacoli il biglietto "advance" (acquistato fino alle ore 19.00 del giorno dello spettacolo) è di 35,00 euro e quello "door" di 40,00 euro (acquistato dopo le ore 19.00 del giorno dello spettacolo). È valido lo sconto del 40% per i giovani sotto i 26 anni per il secondo spettacolo delle 23.30.

Ahmad Jamal è senza dubbio, con Oscar Peterson e Bill Evans, il più influente leader di trio del jazz moderno.
La sua influenza è sempre più presente sui giovani pianisti. Con questo suono unico, queste idee limpide, questi attacchi percussivi, queste successioni di note cristalline, questo suo modo di esplorare tutti i registri della tastiera, questa sua capacità di sorprendere l'ascoltatore, Jamal ha scritto qualcuna delle più belle pagine della storia del jazz. Nato a Pittsburgh nel 1930, Jamal inizia a suonare il pianoforte a tre anni. "La musica ha deciso per me. E' venuta da me. Mi ha trovato lei, e non il contrario. Avevo tre anni, e mi sono messo al pianoforte. Ecco! A quell'età le decisioni non si prendono, è l'istinto che mi guidava. I miei hanno realizzato questo mio talento, questo dono. Ho seguito delle lezioni per nutrirlo. Per risparmiare un po' di soldi mia mamma andava a piedi piuttosto che prendere i mezzi!" Nel 1949 forma il suo primo trio, The Three Strings, con Ray Crawford alla chitarra e Eddie Calhoun al basso. Suona al Blue Note di Chicago, a New York, e l'etichetta Okeh gli fa registrare i suoi primi dischi. Nel 1956 Jamal forma un nuovo trio. Sostituisce la chitarra con la batteria e inizia a porre le basi di una nuova estetica rivoluzionaria, in quanto accorda un'importanza uguale a tutte le tre voci del trio. Bill Evans, Red Garland (spinto dal suo leader Miles Davis), George Shearing o Jacky Terrasson hanno ascoltato attentamente questo modo di costruire il trio. Con Israel Crosby al basso e Vernell Fournier alla batteria, Jamal inventa il trio moderno. Il trio storico registra nel 1958 l'album-cult ‘But Not For Me' che rimarrà 108 settimane tra le dieci migliori vendite di dischi. Jamal si fa costruire un club-restaurant, crea la propria etichetta discografica. Ma improvvisamente, la macchina si guasta: Jamal divorzia, chiude il suo Club e i suoi musicisti lo lasciano per altre formazioni. Ahmad parte per un viaggio in Sud Africa, in Sudan, il silenzio fonografico si installa, la sua carriera rallenta. Nel 1985 tuttavia, il percussionista Jack Dejohnette gli dedica una composizione sul suo album ‘Piano Album'. Una dedica che corrisponde al ritorno di Jamal, come lo dimostrano la sue registrazioni negli anni ottanta per Atlantic. Adesso, a settant'anni, Ahmad Jamal si interessa esclusivamente alla struttura e ad epurare le sue composizioni.

I biglietti per i concerti al Blue Note si possono acquistare collegandosi al sito internet www.bluenotemilano.com, o al sito www.ticketone.it; chiamando l'infoline 899700022, oppure direttamente presso il box office del locale. L'orario dell'infoline e del Box Office (via Borsieri, 37) è il seguente: lunedì dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 19.00. Martedì-Venerdì dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 24.00. Sabato dalle 14.00 alle 24.00. Domenica dalle 19.00 alle 23.00. Ogni martedì sera sulle frequenze di Radio Monte Carlo, la radio ufficiale, va in onda 'Monte Carlo Nights live dal Blue Note' condotto da Nick The Nightfly.

Ufficio Stampa Blue Note: Federica Moretti per Parole & Dintorni (Riccardo Vitanza - resp.) – tel.02.20404727






Comunicati correlati:

Ultimo giorno per Nick The Nightfly e RMC Orchestra nel "Tribute To Ray Charles" al Blue Note di Milano (23/12/2005)
Angels in Harlem Gospel Choir in Concerto al Blue Note (23/12/2005)
Ivan Segreto in concerto al Blue Note (17/12/2005)
Blue Note Jam Nights Ronnie Jones Xmas Soul Jam (17/12/2005)
Sarah Jane Morris in Concerto al Blue Note (08/12/2005)
Paolo Fresu in Concerto al Blue Note (03/12/2005)
Freddy Cole in Concerto al Blue Note (03/12/2005)
Anne Ducros in concerto al Blue Note (26/11/2005)
Rosario Bonaccorso Quintet "Appunti di viaggio", in concerto al Blue Note (26/11/2005)
Diane Schuur and Caribbean Jazz Project in Concerto al Blue Note (26/11/2005)
Mike Stern in concerto al Blue Note (22/11/2005)
Celso Fonseca in Concerto al Blue Note (19/11/2005)
Kyle Eastwood in concerto al Blue Note (18/11/2005)
Holly Cole in concerto al Blue Note (04/11/2005)
Lucky Peterson, la Preservation Hall Jazz Band e Steve Lukather i prossimi appuntamenti al Blue Note (29/10/2005)
Bebel Gilberto in Concerto al Blue Note (27/10/2005)
Blue Note Jam Nights Sheila Jordan E.S.P. (23/10/2005)
Joyce in concerto al Blue Note (23/10/2005)
Le band di Marco Zurzolo e Antonio Onorato Band al Blue Note di New York (16/10/2005)
David Sanborn in Concerto al Blue Note (15/10/2005)
Yellowjackets in Concerto al Blue Note (09/10/2005)
Shakatak in Concerto al Blue Note (06/10/2005)
Three Ladies Of The Blues in Concerto al Blue Note (03/10/2005)
Five Reasons in Concerto al Blue Note (25/09/2005)
Marco Zurzolo in Concerto al Blue Note (22/09/2005)
Enzo Gragnaniello in Concerto al Blue Note (22/09/2005)
I Blue Napoli in Concerto al Blue Note (20/09/2005)
Blue Note Jam Nights con la Salerno Liberty City Band (18/09/2005)
Antonio Onorato in Concerto al Blue Note (18/09/2005)
Take 6 in Concerto al Blue Note (11/09/2005)

 
 
Comunicato visualizzato 481 volte

[Chiudi] [Stampa]