Comunicato del 14/10/2006
 
 

Casa del Jazz


Cinema – Festa Internazionale di Roma

Sabato 14 e domenica 15 ottobre, ore 21
Sala concerti – Casa del Jazz

Serata Trovajoli
Dino e Franco Piana Jazz Orchestra

Dino Piana trombone
Franco Piana flicorno
Fernando Brusco, Giancarlo Ciminelli, Claudio Corvini, Andy Gravish trombe
Mario Corvini, Enzo de Rosa, Stan Adams, Massimo Pirone tromboni
Ferruccio Corsi, Alessandro Tomei, Sandro Deidda, Gianni Savelli, Franco Marinacci sassofoni
Remo Izzi corno
Stefano Sabatini pianoforte
Francesco Puglisi contrabbasso
Pietro Iodice batteria

Ospite solista al pianoforte Enrico Pieranunzi
Direzione e arrangiamenti Franco Piana

Nel corso della serata di domenica 15 il Maestro Armando Trovajoli riceverà dal Sindaco Walter Veltroni il premio Lupa Capitolina

A un certo punto è arrivata l'illuminazione. A raccontarlo quasi non ci si crede, però quando lavorò sul Rugantino, il maestro Armando Trovajoli rimase per settimane in attesa delle parole per quella musica che gli sembrava potesse funzionare. Proprio non arrivavano. Poi il bagliore. Però voleva accordare Roma nun fa la stupida stasera su una musica che non era propriamente romana. Sembrava una canzone napoletana, o una romanza d'opera, un po' tutte e due, ma una canzone romana proprio no. Non importava, andò avanti così, per fortuna.

Far musica con altri e soprattutto per altri indica confrontarsi con questi, le loro speranze, in un linguaggio ausiliario che ha preso forma proprio quando altre vie di espressione risultavano inadeguate per veicolare certi sentimenti, certi pensieri trascendenti. Così come nella pittura e nella scultura, anche nella musica si trova una prospettiva che le parole a volte non riescono a dare. E' questione di sguardo, dove puntare la macchina da presa, roba da registi. Per alcuni suonare musica è un balsamo e un rinnovamento; per altri ha ravvivato il fervore patriottico; talvolta è stata strumentalizzata dal potere. In definitiva un'arte, un'invenzione, un gioco.

Classe di ferro 1917, il maestro Armando Trovajoli è artista e giocoliere, a suo modo. Carattere duro, scontroso, come del resto chiunque abbia personalità da vendere. A quattro anni inizia a suonare il violino, imita il papà, direbbe qualsiasi psicologo. Invece dimostra presto una passione viscerale per la musica, inizia a studiare e approfondire il pianoforte, finché impugna il diploma al Conservatorio di Santa Cecilia. Studia composizione e si appassiona al jazz; grazie al maestro Angelo Francesco Lavagnino, acquisisce i segreti della tecnica cinematografica. Un amore ancora puro e intimo. Nel jazz grandi esperienze, pensare che ha suonato con Duke Ellington, Louis Armstrong, Miles Davis, Chet Baker, Stephan Grappelli e Django Reinhardt. Ed è stato tra i più acclamati e conosciuti jazzisti italiani, nel 1939 era nell'orchestra di Sesto Carlini, dieci anni dopo aveva gran successo, eppure guai a parlarne oggi, sono passati secoli a sentire lui.

Uomo dinamico per definizione, si dedica alla musica classica, tuttavia è nel cinema e nella commedia musicale a dare maggior prova della sua infinita abilità. Una cotta pazzesca. A dirla tutta la commedia musicale non sarebbe tale, senza le sue annotazioni, le sue parole, le sue canzoni. Un rapporto che ha sempre stimolato l'autore a reinventarsi, divertendo e disorientando. Su tutte Rugantino, Ciao, Rudi e Aggiungi un posto a tavola, tutte firmate Garinei e Giovannini. Nel cinema invece? Gigi Magni e Ettore Scola: con loro un amore infinito. Ma anche tanti altri, tipo Vittorio De Sica, Dino Risi, Comencini, Pietrangeli, Festa Campanile.

Compositore, autore di colonne sonore e di canzoni, pianista, musicista jazz, musico da rivista. Armando Trovajoli, artista, giocoliere, inventore. Un nome che racconta tutta una vita, una storia, magari un romanzo, meglio ancora, un film.

Federico Scoppio

Arrangiamenti originali
di
FRANCO PIANA

sotto la supervisione personale
del
M° ARMANDO TROVAJOLI

tra i brani che verranno eseguiti nelle serate del 14 e 15 ottobre:
da "CIAO RUDY": Questo si chiama amore,
da "MATRIMONIO ALL'ITALIANA": Filumena Marturano
e brani tratti da "RIUSCIRANNO I NOSTRI EROI…",
"7 UOMINI D'ORO" e altri famosi musical e film
In anteprima assoluta la composizione inedita "PRELUDIO"


Casa del Jazz: viale di Porta Ardeatina, 55
Info: 06/704731
www.casajazz.it
ingresso: 15 euro
Relazioni con la stampa:
Maurizio Quattrini 338/8485333 maurizioquattrini@yahoo.it






Comunicati correlati:

"Tributo ad Oscar Valdambrini" alla Casa del Jazz (16/12/2006)
Kristin Asbjørnsen "Spirituals" per la rassegna "Altre Facce, altri Suoni" alla Casa del Jazz (16/12/2006)
"Five Nights, Five Flavours", cinque serate in compagnia dei Doctor 3 alla Casa del Jazz (16/12/2006)
Ari Hoenig Trio alla Casa del Jazz (12/12/2006)
Giorgio Gaslini alla Casa del Jazz (07/12/2006)
Apertura sala multimediale Fastweb alla Casa del Jazz (29/11/2006)
Mp3, 3 Volte Maria Pia De Vito e 3 Volte Rosario Giuliani le anticipazioni 2007 della Casa del Jazz (29/11/2006)
Nuovo appuntamento per Giovani Leoni alla Casa del Jazz con il polistrumentista Luca Chiaraluce in "Itinerario" (25/11/2006)
Marcello Rosa, "Le Avventure di un Trombonista Errante" alla Casa del Jazz (18/11/2006)
Adam Kolker / John Abercrombie Quartet alla Casa del Jazz (18/11/2006)
Riprende alla Casa del Jazz la rassegna "Altre facce, altri suoni" con un insolito duo composto da due pianisti, Larry Willis e Tony Pancella. (16/11/2006)
Casa del Jazz: Quarto appuntamento per il ciclo di ascolti guidati a cura di Gerlando Gatto dedicati al rapporto tra musica classica e jazz. (15/11/2006)
Per Jammin' The Book / Libri di Jazz, "Fuck Fiction" presentato dall'autore Franco Mondini (13/11/2006)
Franco Cerri alla Casa del Jazz in "ottant'anni suonati!" (06/11/2006)
Jammin' The Book / Libri di Jazz: "Lennie Tristano. Un Mito, un Maestro, quasi un Santone" a cura di Luigi Onori (05/11/2006)
Musica Classica e Jazz – un Matrimonio Difficile: Ciclo di ascolti guidati a cura di Gerlando Gatto con Luigi Onori (25/10/2006)
Il Jazz nel Cinema Italiano con Luca Ruggero Jacovella & Felice Reggio Quintet alla Casa del Jazz (21/10/2006)
Omaggio a Piero Piccioni con il Valentina Piccioni & Quintet alla Casa del Jazz (20/10/2006)
Eddie Gomez Trio alla Casa del Jazz (14/10/2006)
Mostra di Immacolata Datti alla Casa del Jazz fino al 28 ottobre (la prima mostra alla Casa del Jazz) (12/10/2006)
Cinema – Festa Internazionale di Roma alla Casa del Jazz (10/10/2006)
Michele Polga Quartet + Marco Tamburini special guest per la rassegna Giovani Leoni alla Casa del Jazz (27/09/2006)
Rimusicando, commento sonoro al documentario "L'ultimo pugno di terra" di Fiorenzo Serra alla Casa del Jazz (22/09/2006)
Angelo Schiavi Settetto alla Casa del Jazz (22/09/2006)
Enrico Bracco Quintet per la rassegna Giovani Leoni alla Casa del Jazz (20/09/2006)
L'Angelo Schiavi Settetto alla Casa del Jazz (17/09/2006)
In 4000 per un'indimenticabile Notte Bianca alla Casa del Jazz (12/09/2006)
Andrea Ayassot in "Quilibrì" alla Casa del Jazz (12/09/2006)
La Massimo Nunzi Jazz Orchestra con ospite Franco Ambrosetti in: A Typical Day In… Lugano (07/09/2006)
"Miles Ahead", tributo a Miles Davis. Una grande kermesse dedicata a Miles nella notte bianca della Casa del Jazz (06/09/2006)

 
 
Comunicato visualizzato 480 volte

[Chiudi] [Stampa]