Comunicato del 14/10/2006
 
 

Casa del Jazz



martedì 17 ottobre ore 21- Sala Concerti

Eddie Gomez Trio
Eddie Gomez
contrabbasso
Stefan Karlsson pianoforte
Nasheet Waits batteria

Un grande appuntamento alla Casa del Jazz. Martedì 17 ottobre il trio di uno dei più brillanti contrabbassisti della storia del jazz: Eddie Gomez.

Eddie Gomez è uno dei più brillanti contrabbassisti della storia del jazz. Grande virtuoso del proprio strumento, si è da sempre contraddistinto per il suono altamente personale attraverso il quale sa esprimere una cavata possente e ricca di drive che genera un walking impeccabile, nonché per la ricchezza di idee e l'audacia melodica e armonica di cui riesce a dar prova nelle sortite da solista, il tutto sempre all'insegna di una grande sensibilità musicale e manifestando inequivocabilmente un lignaggio artistico ed esecutivo di classe assoluta. Nativo di Puerto Rico, cresciuto a New York, Gomez ha trascorso un lungo periodo nel trio di Bill Evans, con cui ha collaborato dal 1966 al 1977, prendendo parte a numerose importanti incisioni del grande pianista. Tra le altre sue collaborazioni più significative spiccano inoltre quelle con gli Steps Ahead (1979-84), Benny Wallace, Joanne Brackeen, Jack DeJohnette e Chick Corea. In questo tour italiano si presenta con il proprio trio, composto da due raffinati musicisti come il pianista svedese naturalizzato USA Stefan Karlsson, già a fianco tra gli altri di Rufus Reid, Marc Johnson e Red Mitchell, con il quale Gomez collabora stabilmente da diversi anni e ha realizzato quattro cd, e uno dei più interessanti batteristi venuti alla ribalta sulla scena USA negli ultimi anni, ossia Nasheet Waits, che ha collaborato tra gli altri con Fred Hersch, Jason Moran, Ron Carter, Andrew Hill e Mark Turner.

Stefan Karlsson
Pianista, nato in Svezia, risiede dal 1984 negli USA, dove si è trasferito per studiare presso la North Texas University, dove ha conseguito la laurea. Dal 1996 è un componente del trio e del quartetto di Eddie Gomez, completato da Jimmy Cobb e Jeremy Steig, con cui ha svolto un'intensa attività concertistica negli USA, in Europa e in Giappone, registrando quattro CD. Oltre alla collaborazione con Gomez, Stefan Karlsson ha avuto l'opportunità di suonare e/o incidere tra gli altri con Rufus Reid, Marc Johnson, Red Mitchell, Tom Warrington, Tim Hagan, Dick Oatts, Chris Potter, Herb Ellis, Marvin Stamm, Bobby Shew, Richard Perry, Carl Fontana, Jiggs Wigham, Ed Soph, Marvin "Smitty" Smith, Eliot Zigmund, Steve Houghton. Ha inciso sette cd a proprio nome e ha preso parte come sideman a quaranta dischi. Ha partecipato con proprie composizioni alle colonne sonore di film come "Sugar Hill", con Wesley Snipes, "Twenty Bucks", con Christopher Loyd, e "Strays", e di serie TV come "Melrose Place," "Party of Five," "Wings" e "Homicide". Ha insegnato a Denver, Colorado (1991-1994) e a Las Vegas, Nevada (1994-2002), e al momento ricopre la posizione di Coordinator of Jazz Studies presso la North Texas University di Denton.

Eddie Gomez
Nato il 4 ottobre del 1944 a San Juan, Puerto Rico, Eddie Gomez è uno dei più brillanti bassisti della storia del jazz. Grande virtuoso del proprio strumento, la sua flessibilità e rapidità di interazione lo hanno reso un accompagnatore ideale. Cresciuto a New York, ha fatto parte dal 1959 al 1961 della Newport Festival Youth Band. Dopo gli studi alla Juilliard, Gomez ha suonato tra gli altri con il sestetto di Rufus Jones, Marian McPartland (1964), Paul Bley (1964-65), Giuseppe Logan, Gerry Mulligan e Gary McFarland. La notorietà internazionale per Eddie Gomez è arrivata durante il suo lungo periodo nel trio di Bill Evans, con cui ha collaborato dal 1966 al 1977, prendendo parte a numerose importanti incisioni del grande pianista. In seguito Gomez ha collaborato in un'infinità di contesti tra cui spiccano gli Steps Ahead (1979-84), Benny Wallace, Joanne Brackeen, Jack DeJohnette, Chick Corea, nonché in un grande numero di incisioni come turnista in studio. Eddie Gomez ha inoltre inciso come leader per le etichette Columbia, ProJazz e Stretch.

Nasheet Waits
Nasheet Waits è uno dei batteristi più stimolanti e creativi della sua generazione. In possesso di mezzi tecnici e sfumature timbriche come di rado è dato incontrare, egli ha messo a punto uno stile molto stimolante e moderno, caratterizzato dalla mescolanza di flussi poliritmici che sembrano dare vita a delle vere e proprie onde sonore, che riescono a sottolineare e arricchire la musica dei gruppi cui partecipa in maniera efficace e, ancora, raramente incontrata. Nato nel 1971 a Manhattan, New York, è stato incoraggiato a suonare la batteria dal padre, il celebre Frederick (Freddy) Waits, fortissimo musicista che nel corso della sua carriera ha incrociato la strada di molte leggende del Jazz, tra cui Ella Fitzgerald, Sonny Rollins, McCoy Tyner. Nasheet Waits si è laureato con lode in Arts in Music presso la Long Island University, e ha inoltre studiato con il percussionista Michael Carvin, essendo al contempo influenzato ovviamente dal padre, così come da Max Roach, che lo ha scritturato come membro del suo ensemble di percussioni M'Boom. La prima scrittura di rilievo è stata offerta a Waits dal sassofonista Antonio Hart, nel cui quintetto ha a lungo militato effettuando tourneé e partecipando all'incisione di tre albums. Tra le proprie influenze Nasheet cita Billy Higgins, Art Blakey, Tony Williams, Philly Joe Jones e Billy Hart, quest'ultimo amico personale del padre Freddie. Oltre a prendere parte a vari gruppi di Andrew Hill, uno dei quali ha vinto il prestigioso premio danese JAZZPAR nel 2003, Nasheet è stato un componente del trio di Fred Hersch, nonché del gruppo "Bandwagon" di Jason Moran. Tra le sue altre collaborazioni spiccano inoltre quelle con Geri Allen, Mario Bauza, Hamiett Bluiett, Abraham Burton, Ron Carter, Marc Cary, Steve Coleman, Stanley Cowell, Orrin Evans, Stefon Harris, Andrew Hill, Bill Lee, Jackie McLean, The Mingus Big Band, The New Jersey Symphony Orchestra, Greg Osby, Joshua Redman, Vanessa Rubin, Antoine Roney, Wallace Roney, Jacky Terrasson, Bunky Green e Mark Turner.

Casa del Jazz: viale di Porta Ardeatina, 55
Info: 06/704731
Ingresso: 15 euro
Relazioni con la stampa: Maurizio Quattrini 338/8485333






Comunicati correlati:

"Tributo ad Oscar Valdambrini" alla Casa del Jazz (16/12/2006)
Kristin Asbjørnsen "Spirituals" per la rassegna "Altre Facce, altri Suoni" alla Casa del Jazz (16/12/2006)
"Five Nights, Five Flavours", cinque serate in compagnia dei Doctor 3 alla Casa del Jazz (16/12/2006)
Ari Hoenig Trio alla Casa del Jazz (12/12/2006)
Giorgio Gaslini alla Casa del Jazz (07/12/2006)
Apertura sala multimediale Fastweb alla Casa del Jazz (29/11/2006)
Mp3, 3 Volte Maria Pia De Vito e 3 Volte Rosario Giuliani le anticipazioni 2007 della Casa del Jazz (29/11/2006)
Nuovo appuntamento per Giovani Leoni alla Casa del Jazz con il polistrumentista Luca Chiaraluce in "Itinerario" (25/11/2006)
Marcello Rosa, "Le Avventure di un Trombonista Errante" alla Casa del Jazz (18/11/2006)
Adam Kolker / John Abercrombie Quartet alla Casa del Jazz (18/11/2006)
Riprende alla Casa del Jazz la rassegna "Altre facce, altri suoni" con un insolito duo composto da due pianisti, Larry Willis e Tony Pancella. (16/11/2006)
Casa del Jazz: Quarto appuntamento per il ciclo di ascolti guidati a cura di Gerlando Gatto dedicati al rapporto tra musica classica e jazz. (15/11/2006)
Per Jammin' The Book / Libri di Jazz, "Fuck Fiction" presentato dall'autore Franco Mondini (13/11/2006)
Franco Cerri alla Casa del Jazz in "ottant'anni suonati!" (06/11/2006)
Jammin' The Book / Libri di Jazz: "Lennie Tristano. Un Mito, un Maestro, quasi un Santone" a cura di Luigi Onori (05/11/2006)
Musica Classica e Jazz – un Matrimonio Difficile: Ciclo di ascolti guidati a cura di Gerlando Gatto con Luigi Onori (25/10/2006)
Il Jazz nel Cinema Italiano con Luca Ruggero Jacovella & Felice Reggio Quintet alla Casa del Jazz (21/10/2006)
Omaggio a Piero Piccioni con il Valentina Piccioni & Quintet alla Casa del Jazz (20/10/2006)
Serata Trovajoli con la Dino e Franco Piana Jazz Orchestra alla Casa del Jazz (14/10/2006)
Mostra di Immacolata Datti alla Casa del Jazz fino al 28 ottobre (la prima mostra alla Casa del Jazz) (12/10/2006)
Cinema – Festa Internazionale di Roma alla Casa del Jazz (10/10/2006)
Michele Polga Quartet + Marco Tamburini special guest per la rassegna Giovani Leoni alla Casa del Jazz (27/09/2006)
Rimusicando, commento sonoro al documentario "L'ultimo pugno di terra" di Fiorenzo Serra alla Casa del Jazz (22/09/2006)
Angelo Schiavi Settetto alla Casa del Jazz (22/09/2006)
Enrico Bracco Quintet per la rassegna Giovani Leoni alla Casa del Jazz (20/09/2006)
L'Angelo Schiavi Settetto alla Casa del Jazz (17/09/2006)
In 4000 per un'indimenticabile Notte Bianca alla Casa del Jazz (12/09/2006)
Andrea Ayassot in "Quilibrì" alla Casa del Jazz (12/09/2006)
La Massimo Nunzi Jazz Orchestra con ospite Franco Ambrosetti in: A Typical Day In… Lugano (07/09/2006)
"Miles Ahead", tributo a Miles Davis. Una grande kermesse dedicata a Miles nella notte bianca della Casa del Jazz (06/09/2006)

 
 
Comunicato visualizzato 479 volte

[Chiudi] [Stampa]