Comunicato del 12/12/2006
 
 

Casa del Jazz

giovedì 14 dicemrbe ore 21 - sala concerti

Ari Hoenig Trio
Ari Hoening,batteria
Jean Michel Pilc,pianoforte
Johannes Widenmueller,contrabbasso

Ari Hoenig è uno dei batteristi più innovativi e completi apparsi sulla scena musicale jazzistica negli ultimi anni. Nativo di Philadelphia, si è affermato nella scena di New York grazie alle sue eccezionali doti tecniche le quali, abbinate ad una concezione profonda e innovativa del ruolo del proprio strumento e una visione musicale onnicomprensiva e futuribile, lo hanno portato a suonare con musicisti del valore di Kenny Werner, del cui trio è da anni elemento imprescindibile insieme a Johannes Weidenmueller, Chris Potter, Joe Lovano, Gerry Mulligan, Pat Metheny, Dave Holland, Wynton Marsalis, Joshua Redman. Con la sua ricerca Hoenig sta contribuendo a ridefinire il ruolo della batteria nel jazz, portandola su un piano assolutamente paritario con gli altri strumenti senza tuttavia snaturarne la propria natura essenziale di supporto ritmico, costruendo la propria individualità a partire dall'incredibile varietà di suoni che compongono il suo spettro sonoro, messi al servizio di un orecchio e di una sensibilità musicale superiori che gli consentono di mescolarsi in maniera inscindibile con tutti gli elementi melodici, ritmici e timbrici che costituiscono la tessitura di un brano e il suo svolgimento narrativo. Questo trio lo vede insieme e due eccellenti musicisti quali il pianista Jean-Michel Pilc, francese ma residente da diversi anni a New York, dove si è affermato sulla scena musicale collaborando tra gli altri con Roy Haynes, Michael Brecker, Dave Liebman, Kenny Garrett, Lenny White, Chris Potter e John Abercrombie e il contrabbassista Johannes Weidenmueller, come già ricordato compagno di Hoenig in lunghi anni di militanza nel trio di Kenny Werner, che ha inoltre collaborato tra gli altri con Joe Chambers, Jeff Hirshfield, Rick Margitza e Dré Pallemaerts.

Ari Hoenig
Nato nel 1973 a Filadelfia in una famiglia di musicisti, Ari si accosta alla musica col violino e il piano, per passare alla batteria all'età di 12 anni. Durante il liceo si esibisce nei jazz clubs di Filadelfia, successivamente frequenta per 3 anni la University of North Texas, dove studia con Ed Soph e registra con la "One O'Clock" jazz band. Il desiderio di avvicinarsi a New York lo spinge a trasferirsi al William Patterson College nel New Jersey, ove ha modo di suonare con l'organista Shirley Scott, e inizia a lavorare a New York. Da sei anni Ari fa parte stabilmente del trio di Jean-Michel Pilc e del trio di Kenny Werner. Ha inoltre suonato con Joe Lovano, Gerry Mulligan, Dave Holland e ha collaborato coi gruppi di Pat Martino, Joshua Redman, Wayne Krantz, Richard Bona, Seamus Blake, Mike Stern, The Jazz Mandolin Project, Dave Kikoski e Sam Yahel. Ari Hoenig è anche compositore, arrangiatore e pianista, e le sue composizioni fanno parte del repertorio di Werner, Pilc, The Jazz Mandolin Project e Julien Lourau, nonché del proprio quartetto, che vede Jacques Schwartz-Bart al sax tenore, Jean Michel Pilc al piano e Matt Penman al basso, tutti e tre leader di propri gruppi e coi quali Ari condivide da lungo tempo amicizia e collaborazione musicale. Il 2004 vede l'uscita del primo disco del suo quartetto, "The Painter", per l'etichetta "Smalls". Oltre ad esibirsi regulararmente a New York al Fat Cat e al 55 Bar, Ari è stato col suo quartetto a Chicago, Washington DC, Filadelfia e Parigi, ottenendo ovunque consensi di pubblico e critica. Ari Hoenig ha preso parte a oltre 50 incisioni, e a numerose trasmissioni in radio e televisione. Insegna alla New School e alla Manhattan School of Music, entrambe a New York, ed effettua seminari in tutto il mondo. Ha scritto un libro sulle modulazioni metriche insieme al bassista Johannes Weidenmueller, insieme col quale presenta dei laboratori sull'argomento.

Jean-Michel Pilc
Nato a Parigi nel 1960 Jean-Michel Pilc ha collaborato in Europa e negli USA con molti importanti musicisti, tra cui Roy Haynes, Michael Brecker, Dave Liebman, Jean Toussaint, Rick Margitza, Martial Solal, Michel Portal, Daniel Humair, Marcus Miller, Kenny Garrett, Lenny White, Chris Potter, John Abercrombie e Richard Bona. Trasferitosi a New York nel 1995, Pilc forma un trio con Francois Moutin al basso e Ari Hoenig alla batteria. Con questo gruppo inizia a esibirsi in molti importanti jazz club e incide per la A-Records "Together - Live at Sweet Basil, NYC – Volumes 1 & 2", frutto di una settimana di registrazioni durante la scrittura in quel locale, ottenendo entusiastiche recensioni in Europa e negli USA. Nel 2002 Pilc firma un contratto con la Dreyfus Jazz. Il primo album per quell'etichetta, "Welcome Home", ottiene un vivo successo di critica e di vendite, cui segue un'intensa attità concertistica in tutto il mondo che consolida la brillante reputazione della band sulla scena internazionale. Il disco successivo "Cardinal Points", uscito nel 2003, ottiene recensioni straordinarie tra cui spiccano quella su JazzTimes, che nomina anche il disco tra le 50 migliori uscite dell'anno e quella su Down Beat, in cui all'album vengono assegnate quattro stelle. Ultimamante Jean-Michel Pilc ha inoltre suonato e inciso con Ari Hoenig, Elisabeth Kontomanou, J-D Walter, Sam Newsome.

Johannes Weidenmueller
Johannes Weidenmueller è uno dei più richiesti contrabbassisti della nuova scena USA. Da diversi anni è componente stabile del trio di Kenny Werner insieme al batterista Ari Hoenig, insieme al quale ha messo a punto una concezione innovativa della funzione della sezione ritmica, basata sull'uso in contemporanea di differenti poliritmi e metriche da parte di ognuno dei musicisti. Oltre a questa collaborazione ormai storica Johannes Weidenmueller ha inoltre collaborato con numerosi jazzisti statunitensi e europei tra cui si segnalano: Franck Amsallem, John Bailey, Ray Barretto, Gary Bartz, Stéphane Belmondo, John Betsch, Joe Chambers, Vince Cherico, Claudine François, Ian Froman, John Hart, Jeff Hirshfield, Ari Hoenig, Mike Holober, Adam Kolker, Jonathan Kreisberg, Sébastien De Krom, Julien Lourau, Rick Margitza, John Di Martino, Pete McGuinness, Marc Miralta, John O'Gallagher, Dré Pallemaerts, Luis Perdomo, Dave Pietro, Jean-Michel Pilc, Anthony Pinciotti, Tim Ries, Jacques Schwartz-Bart, Brad Shepik, Judi Silvano, Satoshi Takeishi, François Theberge, Myron Walden.

Ingresso: 10 euro
Casa del Jazz: viale di Porta Ardeatina, 55
Info: 06/704731
Relazioni con la stampa: Maurizio Quattrini







Comunicati correlati:

"Tributo ad Oscar Valdambrini" alla Casa del Jazz (16/12/2006)
Kristin Asbjørnsen "Spirituals" per la rassegna "Altre Facce, altri Suoni" alla Casa del Jazz (16/12/2006)
"Five Nights, Five Flavours", cinque serate in compagnia dei Doctor 3 alla Casa del Jazz (16/12/2006)
Giorgio Gaslini alla Casa del Jazz (07/12/2006)
Apertura sala multimediale Fastweb alla Casa del Jazz (29/11/2006)
Mp3, 3 Volte Maria Pia De Vito e 3 Volte Rosario Giuliani le anticipazioni 2007 della Casa del Jazz (29/11/2006)
Nuovo appuntamento per Giovani Leoni alla Casa del Jazz con il polistrumentista Luca Chiaraluce in "Itinerario" (25/11/2006)
Marcello Rosa, "Le Avventure di un Trombonista Errante" alla Casa del Jazz (18/11/2006)
Adam Kolker / John Abercrombie Quartet alla Casa del Jazz (18/11/2006)
Riprende alla Casa del Jazz la rassegna "Altre facce, altri suoni" con un insolito duo composto da due pianisti, Larry Willis e Tony Pancella. (16/11/2006)
Casa del Jazz: Quarto appuntamento per il ciclo di ascolti guidati a cura di Gerlando Gatto dedicati al rapporto tra musica classica e jazz. (15/11/2006)
Per Jammin' The Book / Libri di Jazz, "Fuck Fiction" presentato dall'autore Franco Mondini (13/11/2006)
Franco Cerri alla Casa del Jazz in "ottant'anni suonati!" (06/11/2006)
Jammin' The Book / Libri di Jazz: "Lennie Tristano. Un Mito, un Maestro, quasi un Santone" a cura di Luigi Onori (05/11/2006)
Musica Classica e Jazz – un Matrimonio Difficile: Ciclo di ascolti guidati a cura di Gerlando Gatto con Luigi Onori (25/10/2006)
Il Jazz nel Cinema Italiano con Luca Ruggero Jacovella & Felice Reggio Quintet alla Casa del Jazz (21/10/2006)
Omaggio a Piero Piccioni con il Valentina Piccioni & Quintet alla Casa del Jazz (20/10/2006)
Serata Trovajoli con la Dino e Franco Piana Jazz Orchestra alla Casa del Jazz (14/10/2006)
Eddie Gomez Trio alla Casa del Jazz (14/10/2006)
Mostra di Immacolata Datti alla Casa del Jazz fino al 28 ottobre (la prima mostra alla Casa del Jazz) (12/10/2006)
Cinema – Festa Internazionale di Roma alla Casa del Jazz (10/10/2006)
Michele Polga Quartet + Marco Tamburini special guest per la rassegna Giovani Leoni alla Casa del Jazz (27/09/2006)
Rimusicando, commento sonoro al documentario "L'ultimo pugno di terra" di Fiorenzo Serra alla Casa del Jazz (22/09/2006)
Angelo Schiavi Settetto alla Casa del Jazz (22/09/2006)
Enrico Bracco Quintet per la rassegna Giovani Leoni alla Casa del Jazz (20/09/2006)
L'Angelo Schiavi Settetto alla Casa del Jazz (17/09/2006)
In 4000 per un'indimenticabile Notte Bianca alla Casa del Jazz (12/09/2006)
Andrea Ayassot in "Quilibrì" alla Casa del Jazz (12/09/2006)
La Massimo Nunzi Jazz Orchestra con ospite Franco Ambrosetti in: A Typical Day In… Lugano (07/09/2006)
"Miles Ahead", tributo a Miles Davis. Una grande kermesse dedicata a Miles nella notte bianca della Casa del Jazz (06/09/2006)

 
 
Comunicato visualizzato 481 volte

[Chiudi] [Stampa]