Jazzitalia - News: Curva Minore - Con tre giorni di Folk’n’ Blues si conclude Contemporary Sounds 2011
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

ECM: le novità in uscita della prestigiosa casa discografica tedesca. .

Open Day del Saint Louis Music School dedicato al Master in I livello in Music Business & Management. .

Al via il Premio Rota 2021. Un'edizione dove accanto alla consegna dei riconoscimenti vi sarà tanta musica dal vivo. .

Morto Don Marquis (4 maggio 1933 - 29 luglio 2021) indimenticabile storico del jazz e autore del volume “In search of Buddy Bolden: first man of jazz".

Ciao Paolo, musica e Jazzitalia in lutto per la scomparsa del sassofonista Pietro Paolo Mannelli. Aveva 84 anni..

Disponibile dal 2 dicembre per Adda Editore il libro "Paolo Lepore e la Jazz Studio Orchestra" curato da Alceste Ayroldi.

Pubblicato "Bass Way", il nuovo Metodo Didattico per contrabbasso classico e jazz di Marcello Sebastiani..

Esce Pentatonic Pyromania di Mimmo Langella, un manuale per arricchire tecniche e fraseggio per chitarra in ambito Pop, Rock, Jazz e Fusion.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            ADJÀ QUINTET (gruppo)
            BELLADELLI Antonio (voce e contrabbasso)
            BLASIOLI Simone (sax)
            CAGNETTA Mariangela (voce)
            CAPRARESE Cristian (pianoforte)
            CASSARA' Elio (chitarra)
            CRISPINO Luca (chitarra)
            CRISTOFARO Gaetano (sax e clarinetto)
            CUOCO Ramon (tromba)
            GADDI Piero (pianoforte)
            GHIDONI Davide (tromba)
            INDRA (gruppo)
            LAVIANO Alfredo (batteria e percussioni)
            LEPORE Fabio (voce)
            MAZZA Cristina (sax)
            ROSSINI Giorgio (voce)
            TATONE Angelo (chitarra)
            VARAVALLO Luca (contrabbasso)
News n. 17494 del 30/05/2011 >> tutte le news...


Curva Minore - Con tre giorni di Folk’n’ Blues si conclude Contemporary Sounds 2011

Comunicato stampa
Con tre giorni di Folk’n’ Blues si conclude Contemporary Sounds 2011


Con tre serate dedicate alla musica jazz, riunite sotto il titolo FOLK’N’BLUES/contemporary roots, si concluderà a giugno Contemporary Sounds 2011, rassegna promossa da Curva minore – Associazione per la musica contemporanea, che si terrà presso il Museo internazionale delle marionette “Antonio Pasqualino”.
Come suggerito dallo stesso gioco di parole del titolo, suoni di oggi ma ben radicati nel terreno fertile del folk americano e del blues rurale, sono quelli che le storiche e orignalissime figure dei chitarristi Eugene Chadbourne e Mike Cooper ci regaleranno durante questa prima edizione di FOLK’N’BLUES.
Così lontani, così vicini, i due chitarristi si troveranno finalmente insieme per la prima volta in assoluto a Palermo proprio in occasione di questi concerti.
Chadbourne (alias Doc Chad) e Cooper appartengono a quella schiera di musicisti che – pur avendo una marcata matrice legata al folk americano, hawaiano, degli aborigeni australiani come anche al blues elettrico o rurale della generazione di Son House – non ripropongono cover ma lavorano duramente per far fiorire i germogli musicali del contesto attuale. Ognuno con le proprie originali caratteristiche, reinterpretano non più le strutture dei brani, ma il respiro del tempo com’è naturale e proprio dei fenomeni folklorici e non folkloristici, non escludendo una evidente propensione al cosiddetto “folklore immaginario”.
Inoltre, alcuni musicisti italiani e siciliani avranno ancora una volta opportunità di affiancare questi storici “giardinieri” dei suoni. Chadbourne condurrà infatti un workshop che si concluderà con il concerto della serata conclusiva mentre Cooper presenterà, insieme ai due musicisti italiani di rilievo internazionale Roberto Bellatalla e Fabrizio Spera, il CD intitolato Truth in the abstract blues che evoca meravigliosamente un blues astratto, figlio del nostro tempo e in linea – se vogliamo contestualizzare processi storici apparentemente distanti per funzione spazio-temporale – con il divenire naturale di Eraclito quando afferma che «Non si può discendere due volte nel medesimo fiume».

Protagonista assoluto della serata del 10 giugno sarà Eugene Chadbourne (chitarra elettrica, 12 corde, banjo, altro…). Nato a Mount Vernon (New York) nel 1954 è improvvisatore, chitarrista e banjoista estremamente eclettico, irriverente, fortemente ironico e non convenzionale, inventore di strumenti (electric rake). Nei suoi quasi quaranta anni di attività ha composto musica classica, registrato dischi solisti, formato una serie di importanti ensemble pseudo-rock (Camper Van Beethoven, Shockabilly, Chadbournes) e suonato con grandissime personalità musicali dei generi fra loro più lontani: Carla Bley, Turbonegro, John Zorn, Violent Femmes, Zu, Paul Lovens, Han Bennink, They might be giants... Il chitarrista newyorkese è stato fortemente influenzato dai miraggi e dagli incubi propri della civiltà psichedelica e per questo motivo logico erede delle musiche di Hendrix, Zappa e Captain Beefheart. Sempre all'insegna del buon umore e dello scherzo goliardico, navigando gloriosamente fra riff e melodie propri del country e del rock and roll, del blues e del jazz, ha profondamente ridisegnato l'universo musicale dei solisti d'avanguardia.
Da solo è un terremoto armonico, un parco di divertimenti per avanguardisti, che ha ridisegnato da capo l’universo musicale dei solisti d’avanguardia. Chadbourne è il più eccentrico ed eterodosso dei solisti creativi: contaminato dai miraggi e dagli incubi

L’ 11 giugno alle sonorità del folk, ancora una volta rappresentato da Eugene Chadbourne, si affiancheranno le suggestioni del blues di Mike Cooper, figura di culto del blues britannico. Tra i pochi europei ad aver incontrato e suonato con leggende del blues del Delta come Son House e Fred Mc Dowell, ma soprattutto uno dei pochi capaci di sviluppare il linguaggio del blues arcaico attraverso approcci non convenzionali come l'improvvisazione, il free jazz, e le tecniche estese della musica elettroacustica. Le musiche di Truth in the abstract blues, in programma per questa serata, originariamente eseguiite in duo con le percussioni di Fabrizio Spera, si arricchiscono oggi del contributo del contrabbassista Roberto Bellatalla, un altro pilastro della musica creativa italiana di rilievo internazionale.

L’evento conclusivo, in calendario per il 12 giugno, vedrà ancora sul palco i quattro artisti a cui si affiancherà la Curva Minore Workshop Band, selezionata nel corso del workshop che Eugene Chadbourne terrà dal 6 al 12 giugno e dedicato all’improvvisazione e alle possibili reciproche contaminazioni tra le culture musicali blues, folk e rock. Chadbourne svilupperà insieme ai partecipanti del laboratorio un percorso di conoscenza trasversale dei processi improvvisativi, partendo dalle origini del blues, passando per il folk ed il rock, fino alle manifestazioni radicali e contemporanee che lo stesso chitarrista rappresenta con un’esperienza e una direzionalità estetica a dir poco originale, a stretto confine con la genialità dell’estro e delle idee.

Tutti gli eventi si terranno presso il Museo Internazionale delle Marionette “Antonio Pasqualino” a partire dalle ore 21:15
Ingresso € 8 intero € 5 ridotto (studenti e amici del Goethe-Institut)
Workshop 6 – 12 giugno € 100 (€ 50 soci di Curva Minore)
Info – 329-3152030 - curvaminore@tiscali.it













Bookmark and Share
News visualizzata 596 volte