Jazzitalia - News: Diwine Jazz: Notti Magiche a Montreal e New York
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Edizione Speciale, il nuovo album di Enrico Rava.

Si è spento all'età di 95 anni la grande icona della chitarra jazz Franco Cerri..

Annunciato il San Severo Winter Jazz Festival 2021, 7 concerti internazionali dal 29 ottobre al 1 aprile 2022..

Pubblicato "The Rising Sun" il nuovo e quarto album del chitarrista modern jazz Fabrizio Savino.

ECM: le novità in uscita della prestigiosa casa discografica tedesca. .

Open Day del Saint Louis Music School dedicato al Master in I livello in Music Business & Management. .

Al via il Premio Rota 2021. Un'edizione dove accanto alla consegna dei riconoscimenti vi sarà tanta musica dal vivo. .

Morto Don Marquis (4 maggio 1933 - 29 luglio 2021) indimenticabile storico del jazz e autore del volume “In search of Buddy Bolden: first man of jazz".

Ciao Paolo, musica e Jazzitalia in lutto per la scomparsa del sassofonista Pietro Paolo Mannelli. Aveva 84 anni..

Disponibile dal 2 dicembre per Adda Editore il libro "Paolo Lepore e la Jazz Studio Orchestra" curato da Alceste Ayroldi.

Pubblicato "Bass Way", il nuovo Metodo Didattico per contrabbasso classico e jazz di Marcello Sebastiani..

Esce Pentatonic Pyromania di Mimmo Langella, un manuale per arricchire tecniche e fraseggio per chitarra in ambito Pop, Rock, Jazz e Fusion.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            ADJÀ QUINTET (gruppo)
            BELLADELLI Antonio (voce e contrabbasso)
            BLASIOLI Simone (sax)
            CAGNETTA Mariangela (voce)
            CAPPI Andrea (piano, tastiere)
            CAPRARESE Cristian (pianoforte)
            CASSARA' Elio (chitarra)
            CRISPINO Luca (chitarra)
            CRISTOFARO Gaetano (sax e clarinetto)
            CUOCO Ramon (tromba)
            GADDI Piero (pianoforte)
            GHIDONI Davide (tromba)
            INDRA (gruppo)
            LEPORE Fabio (voce)
            MAZZA Cristina (sax)
            ROSSINI Giorgio (voce)
            TATONE Angelo (chitarra)
            VARAVALLO Luca (contrabbasso)
News n. 18042 del 30/09/2011 >> tutte le news...



Diwine Jazz: Notti Magiche a Montreal e New York

Alla doppia degustazione multisensoriale hanno preso parte 160 persone, che hanno degustato 9 vini Chiusa Grande, lasciandosi incantare da musica, poesia e "vinosofia"

Le vibranti melodie del jazz, interpretate da sei tra i migliori musicisti della scena internazionale; la  "lucida follia" del "vinosofo" Franco D'Eusanio, produttore e ideatore del progetto DiWine Jazz; le  suggestive letture di testi poetici, proposte dell'attrice e doppiatrice Gio Gio Rapattoni. E ultimi, ma  non per ultimi, i veri protagonisti della serata: i nove vini della tenuta Chiusa Grande di Nocciano,  in provincia di Pescara. E' stata un successo la doppia degustazione multisensoriale che pochi giorni  addietro è andata in scena in due dei club più esclusivi del Quebec e della Grande Mela. Nelle  raffinate location del Mount Stephen Club, a Montreal, e della Trattoria Cinque, a New York, i  prodotti della nota cantina abruzzese, specializzata nel campo del biologico, hanno suscitato forti  emozioni e riscosso grandi consensi nell'ambito di un evento senza precedenti. Oltre 160 persone  hanno preso parte alle due serate, organizzate in collaborazione con le Camere di Commercio  italiane dei Paesi ospitanti. Nella regione francofona del Canada la brillante Sophie Durocher, volto  noto della televisione canadese, ha improvvisato dei simpatici sketch con l'istrionico patron di  Chiusa Grande, donando ritmo e brio alla serata. D'Eusanio, con la consueta passione, ha presentato  una ad una le nove gemme provenienti dalla cantina aziendale, e ha illustrato nei dettagli la  "vinosofia" alla base delle sue creazioni. "I miei vini rispecchiano la mia visione della vita, pongono  al centro di tutto l'emozione e prestano grande attenzione al patrimonio che ci è stato tramandato  dalla civiltà contadina - ha detto il produttore abruzzese, catalizzando l'attenzione dei presenti -, non  amo le mode e i formalismi montati di recente attorno ai vini da degustare, ma credo in un vino che  si faccia bere e che invogli a bere, che appassioni e che renda schiavi, quasi fino  all'autodistruzione". A Montreal, come a New York, tra paradossi, riflessioni filosofiche e battute  argute, D'Eusanio ha proposto alla platea tre bianchi, un rosato e cinque rossi. Ad aprire le danze è  stato il Vinofollia Chardonnay del 2010, mentre il pluri-premiato Perla Nera Montepulciano del  2006 si è fatto attendere fino alla chiusura. Oltre a deliziare l'olfatto ed il gusto dei presenti, ogni  vino si è lasciato ascoltare: nove brani musicali, ognuno dei quali ispirato ad un gioiello della tenuta  Chiusa Grande, sono stati magistralmente eseguiti dal pianista abruzzese Tony Pancella,  accompagnato da alcuni dei jazzisti più famosi del panorama statunitense. Musicisti del calibro di  David Pleasant, alla batteria, Wendholt Scott, alla tromba, Mayhew Virginia, al sax, Bless Noah al  trombone e Brown Cameron al contrabbasso. La doppia performance ha entusiasmato gli spettatori,  sublimando la percezione dei sapori e dando vita ad un vertiginoso crescendo di emozioni. Ogni  calice è stato accompagnato da un piatto di alta cucina e tra una portata e l'altra Gio Gio Rapattoni,  attrice e voce di molte star di Hollywood, ha interpretato i testi evocativi che Franco D'Eusanio ha  composto per descrivere le caratteristiche organolettiche dei suoi vini. Le retro-etichette delle  bottiglie, infatti, sono il prodotto della fusione tra la competenza tecnica del produttore e la sua  anima più poetica e creativa. Sollecitato dalle domande dei presenti, incuriositi e piacevolmente  sorpresi dalla qualità dei vini Chiusa Grande, D'Eusanio ha chiuso la serata affermando: "Non  pretendo che il mio vino piaccia a tutti, penso solo a non deludere le persone che hanno la mia  stessa visione del mondo e la mia stessa filosofia della vita". Alle due serate hanno partecipato il  Console Generale d'Italia a Montreal, Giulio Picheca, il Vice Console a New York, Lucia  Pasqualini, e i presidenti delle due Camere di Commercio, oltre ai giornalisti dei principali media  nazionali e agli esponenti più rappresentativi del mondo degli affari e del commercio internazionale.



Montreal: Franco D'Eusanio, intervistato dalla giornalista canadese Sophie Durocher


Montreal: i vini Chiusa Grande pronti ad essere serviti


Montreal: Franco D'Eusanio e la giornalista canadese Sophie Durocher


Montreal: il sestetto jazz che ha eseguito i nove brani musicali


Montreal: panoramica della sala


New York: Franco D'Eusanio in compagnia del Vice Console Lucia Pasqualini


New York: panoramica della sala


New York: il menu della degustazione


New York: panoramica della sala


 New York: l'attrice e doppiatrice Gio Gio Rapattoni e, sullo sfondo, il sestetto jazz


New York: la band che ha interpretato i nove brani musicali


New York: Gio Gio Rapattoni




News correlate:

Diwine Jazz - Vinosophy Collection, Vino in Musica e Parole. Dall'Abruzzo alla conquista di Montreal e New York (07/09/2011)


Eventi correlati:
19/09/11 Diwine Jazz - Vinosophy Collection - New York











Bookmark and Share
News visualizzata 832 volte