Jazzitalia - News: Addio a Marco Tamburini, uno schianto con la moto e il mondo del jazz perde una delle sue migliori eccellenze.
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Ravenna Jazz 2019. Il festival ravennate raggiunge la 46ma edizione, caratterizzata da una programmazione ad ampio raggio: ben dieci giorni di musica con concerti diffusi su tutto il territorio cittadino..

Il compositore e arrangiatore Luigi Giannatempo, invitato al Birdland di New York per collaborare ad un Tributo a Clark Terry..

I 50 anni di Woodstock: fu vera gloria? Incontro gratuito col giornalista e critico musicale Alceste Ayroldi per un'analisi dei momenti chiave che ne hanno fatto un evento simbolo di una generazione..

JAZZ e Cinema: la storia della musica jazz nel cinema attraverso aneddoti, proiezioni a cura di Alceste Ayroldi con la band di Mike Zonno.

Bargajazz Festival 2019 - Pubblicati i bandi per partecipare alla XXXI edizione del concorso internazionale per orchestra jazz dedicato alla musica del trombettista Dave Douglas..

Premiato a livello internazionale il film Claudio Fasoli's Innersounds, un viaggio nei processi creativi del jazzista Claudio Fasoli.

Rosario Giuliani Hammond Trio per il prosieguo della rassegna Boogie Jazz Season a Roma, curata da Gabriele Buonasorte.

Lorenzo Vitolo, pianista jazz, vince il prestigioso concorso per solisti Leiden Jazz Award 2019.

"La batteria jazz, strumento per...tamburi e griot", libro a cura di Enzo Lanzo con 21 assoli di batteristi jazz che hanno rivoluzionato il jazz drumming.

Concorso il Jazz ed i Colori della Musica: Concorso di composizione e arrangiamento riservato a giovani musicisti residenti nella Regione Campania, scadenza 31 marzo 2019.

Al via la prima edizione di Boogie Jazz Season, rassegna curata da Gabriele Buonasorte, che ospita il grande Jazz italiano e internazionale sul palco del BOOGIE CLUB..

Quest'anno la ECM compie 50 anni, mentre la Ducale, distributrice in Italia, ben 60! Ancora oggi il catalogo si arricchisce con una costanza unica.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            CALIGIURI Francesco (sax)
            COLI Alessio (sax)
            D'AVERSA Vanessa (arpa)
            DILIBERTO Silvana (voce)
            FABBRINI Franco (contrabbasso)
            GAETA Walter (pianoforte)
            INTUITION QUARTET (gruppo)
            LEOFREDDI Antonio (viola)
            LI VOTI Dario (batteria)
            MAZZA Giovambattista (chitarra)
            MILONE Federico (sax)
            MUZZU Manuel (basso elettrico)
            PANTALEO Gianluca (basso e contrabbasso)
            PILATO Frank (chitarra)
            RAVERA Leo (piano)
            SIRAGUSA Nino (chitarra)
            SPARTà Gaetano (pianoforte)
            VISCARDI Paolo (chitarra)
News n. 22717 del 31/05/2015 >> tutte le news...


Addio a Marco Tamburini, uno schianto con la moto e il mondo del jazz perde una delle sue migliori eccellenze

Marco Tamburini, a solo 56 anni e beffardamente proprio il giorno del suo compleanno, muore nella notte tra il 29 e il 30 maggio 2015 a causa delle ferite riportate in un incidente tra la sua moto e due scooter in via Zanardi a Bologna. Lo sgomento e la disperazione per una perdita così grande travolgono tutta la comunità jazz e musicale in genere poichè Tamburini, oltre ad essere un raffinatissimo jazzista è stato anche un attento accompagnatore, arrangiatore, di vari musicisti di area pop sia dal vivo che in studio come Geroge Michael, Grace Jones, Irene Grandi, Luciano Pavarotti, Cesare Cremonini, Laura Pausini, Fabio Concato, Raf, Vinicio Capossela e Jovanotti per cui ha scritto gli impressionanti arrangiamenti di fiati del famoso "Penso positivo".

Chiunque abbia avuto l'opportunità di incontrare Marco non può non avere un ricordo di estrema cordialità, simpatia, disponibilità, educazione, pazienza, sensibilità oltre a quell'atteggiamento da tenero ragazzino capace di trasmettere grande dolcezza. Tutte qualità che riversava nella sua musica e nel suo modo di essere sul palco dando sempre il meglio di se e per i suoi compagni. Mancherà, eccome se mancherà e non potrà adesso che rimanere la consolazione della sua musica e il patrimonio di tutti i valori che ha saputo donare.

I nomi con i quali Tamburini ha suonato in ambito jazzistico trasferiscono l'elevato livello in cui si poneva come Billy Hart, Ray Drummond, George Cables, Gary Bartz, Cameron Brown, Rachel Gould, Gianni Basso, Franco Ambrosetti, Maurizio Caldura, Pietro Tonolo, Giovanni Tommaso, Christian Escoudè, Paolo Fresu, Franco Cerri, Enrico Rava, Gianluigi Trovesi, Dado Moroni, Giorgio Gaslini, Slide Hampton, Eddie Henderson, Curtis Fuller, Sal Nistico, Steve Coleman, Ray Mantilla, Joe Lovano, Steve Lacy, Louis Heyes, Ben Sidran, la Natalie Cole Big Band e la Mingus Big Band.

Incide dieci cd in veste di leader, tra cui "Thinking of You", "Trip of Emotion" con Slide Hampton, "Feather Touch", "Amigavel" in duo con Marcello Tonolo e "The Trumpet in the XX Century", raccolta di brani di musica classica per tromba e pianoforte, accompagnato da Stefano Bollani. All'inizio del 2004 esce "Two days in New York" registrato a New York con Billy Hart, Ray Drummond, George Cables, Gary Bartz, Paul Jeffrey e Marcello Tonolo. Nel 2006 esce "Frenico", registrato in quintetto con Billy Hart, Cameron Brown, Stefano Bedetti e Marcello Tonolo. Con questa rodata formazione realizza nel 2007 un nuovo lavoro discografico: "Isole", per la storica etichetta Emarcy – Universal, in distribuzione internazionale. Nel 2009 esce "Childreams" in trio con Christian Escoudé e Darryl Hall.

Dopo essere stato titolare della cattedra di musica jazz al Conservatorio Morlacchi di Perugia e dei corsi sperimentali di jazz presso il conservatorio G.B. Martini di Bologna, svolge attualmente la sua attività didattica presso i seminari di Siena Jazz nonché, in qualità di titolare della cattedra di musica jazz e capo dipartimento, al Conservatorio di Rovigo, dove organizza e cura la direzione artistica del Venezze Jazz Festival, arrivato alla sua quarta edizione. Numerosi i seminari nel quale ha sempre dispensato consigli per chiunque con una propensione alla didattica innata tanto quanto quella del musicista.

Nel 2000, al Pavarotti International, accompagna George Michael con la sua sezione fiati; nel 2002 Grace Jones e Irene Grandi, nonché lo stesso Luciano Pavarotti col quale registrerà successivamente il brano Io ti adoro, che darà il titolo all'omonimo cd. Nel 2002 esce Why Not, per la Dreyfus Jazz, un cd inciso come direttore musicale del gruppo Massive Groove. Nel 2004 registra Uragano Elis con Barbara Casini e appare come ospite nell'ultimo lavoro discografico di Jimmy Cobb, Taking a chance on love. Collabora con la cantante Rachel Gould alla realizzazione del cd No more fire, che esce nel 2005. Nel 2005 si esibisce inoltre al Blue Note di Milano, a Perugia nel contesto di Umbria Jazz 2005 e in Austria, e al Wisen Jazz Festival con Eumir Deodato; partecipa col suo quintetto alla manifestazione La dolce vita - Italian Jazz Festival a Earl's Court di Londra; parte in tour col trombettista Eddie Henderson e conclude l'anno con un concerto all' Habana Jazz Plaza Festival (Cuba). Nel 2006, è in tour col suo quintetto per la presentazione del cd Frenico e suona con i gruppi Trumpet Exchange, Trans Europe Trio, insieme a Christian Escouè alla chitarra e Darryl Hall al contrabbasso, con il gruppo di Claudio Fasoli, con il Trumpet Summit italiano assieme a Paolo Fresu, Flavio Boltro, Franco Ambrosetti, Fabrizio Bosso. Tra il 2006 e il 2007, è in tour con Eumir Deodato, in Giappone e poi in Italia. Nel 2007, si esibisce inoltre nell'ambito di Vicenza Jazz con Ronnie Cuber e Ray Mantilla, al Festival Jazz di Berchidda con il Trumpet Summit e alla manifestazione Musiche all'alba a Cesenatico in duo con Danilo Rea. Nel 2008 è in tour europeo con Eumir Deodato e partecipa, assieme a Danilo Rea e Gino Paoli, al progetto Cinema Songs. Suona in Germania con Cameron Brown, Steve Davis e Wolfgang Lackerschmid. Partecipa al tributo a Pavarotti svoltosi a Petra in Giordania il 12 ott 2008 come arrangiatore, conduttore ed esecutore. In novembre, debutta al Porche Jazz Festival di Padova col progetto Aria - Un soffio di musica per trio elettrico e orchestra d'archi (musiche e arrangiamenti originali). Nel febbraio 2009 è chiamato a far parte del quintetto Remembering Shelley Manne ideato da Roberto Gatto col quale registra un cd live all'Alexander Platz di Roma.In novembre è in tour in Messico assieme a Furio Di Castri e Achille Succi. A dicembre realizza in Italia cinque concerti di composizioni e arrangiamenti originali per quartetto e small band insieme a Billy Hart e Cameron Brown e Marcello Tonolo. Nella primavera del 2010 realizza col suo trio Three Lower Colours le musiche per la pellicola originale del film muto Sangue e arena, uscito in allegato al settimanale L'Espresso, con la collaborazione di Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti. In novembre 2010 suona con Lew Tabackin, Roberto Gatto e Giuseppe Bassi al the Kitano di New York, concludendo il tour di una settimana a Roma. Nel 2010 partecipa a Iseo Jazz, Roccella Jonica e Umbria Jazz Winter.

"First Take" (Caligola Records 2011), raccolta di brani realizzati in trio con Three Lower Colours per la colonna sonora del film muto di Fred Niblo Sangue e Arena è stato presentato a Bologna Cantina Bentivoglio e al Teatro Candiani di Mestre, Il suo nuovo progetto discografico Contemporaneo Immaginario, che vede la compartecipazione del trio elettro-acustico Three Lower Colors e del Vertere String quartet sarà pubblicato da Note Sonanti (distribuzione Egea) e presentato a Umbria Jazz il 13 luglio 2011.




News correlate:

E' morta Natalie Cole, l'unforgettable Jazz Singer aveva solo 65 anni (02/01/2016)
Muore improvvisamente Luciano Milanese. Tutta la comunità jazzistica perde un grande musicista ed una straordinaria persona. (19/10/2015)
Ci ha lasciato Phil Woods, The New Bird, aveva 83 anni (04/10/2015)
Addio a Nino Di Leone. Padre del chitarrista Guido, si spegne ad 87 anni uno dei capostipiti (e signori) del jazz barese (29/08/2015)
Travis 'Trumpet Black' Hill, stella nascente della tromba di New Orleans, muore durante un viaggio in Giappone a soli 28 anni. (21/05/2015)
Lew Soloff, un altro grande del mondo del jazz scompare improvvisamente. Aveva 71 anni. (11/03/2015)
E anche il grande Clark Terry, una delle ultime leggende del Jazz , ci ha lasciato (22/02/2015)
Scompare prematuramente il batterista Alberto D'Anna. Aveva 52 anni. (10/01/2015)
E' morto Pino Daniele. Un arresto cardiaco si porta via uno degli artisti più autorevoli del panorama musicale italiano. (05/01/2015)











Bookmark and Share
News visualizzata 526 volte