Jazzitalia - News: Marco Di Battista: Le 101 strade del jazz
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Nominations dei 63° Grammy Awards. Gerald Clayton, Joshua Redman, Regina Carter, Maria Schneider, Goznalo Rubalcaba, Kurt Elling, il "solito" Chick Corea, e poi Carmen Lundy, Ambrose Akinmusire, Kenny Washington.....

La Musica Italiana a sostegno del Rosetta Jazz Club di Matera.

Pubblicato "Bass Way", il nuovo Metodo Didattico per contrabbasso classico e jazz di Marcello Sebastiani..

Riparte il San Severo Winter Jazz Festival. Annunciata la XI^ Edizione 2020/21 a cura del direttore artistico Antonio Tarantino.

Il Saint Louis College Of Music presenta Master di I Livello in Music Business & Management (60 CFA).

Arduino Jazz 2020. Al Parco Archeologico dell'Appia Antica il grande jazz tra nomi internazionali e sperimentazione con la rassegna ‘Dal Tramonto all'Appia: Around Jazz'.

Corso in Rebranding e Self-Promotion nel Music Business. A cura di Fiorenza Gherardi De Candei e Alceste Ayroldi.

Solo un arrivederci per Umbria Jazz. Costretti ad annullare l'edizione del 2020, sono già riprogrammati alcuni concerti esclusivi per l'edizione 2021!.

Saint Louis Club House, il nuovo salotto musicale ideato dal Saint Louis per ascoltare, vedere e degustare la musica comodamente dal divano di casa, in tempi di emergenza Covid-19. .

McCoy Tyner, icona del pianismo e del jazz, se ne è andato. Aveva 81 anni. .

Esce Pentatonic Pyromania di Mimmo Langella, un manuale per arricchire tecniche e fraseggio per chitarra in ambito Pop, Rock, Jazz e Fusion.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            ADJÀ QUINTET (gruppo)
            ALESSI Piero (batteria)
            BELLADELLI Antonio (voce e contrabbasso)
            CAGNETTA Mariangela (voce)
            CAPRARESE Cristian (pianoforte)
            CASSARA' Elio (chitarra)
            CRISTOFARO Gaetano (sax e clarinetto)
            GADDI Piero (pianoforte)
            INDRA (gruppo)
            LAVIANO Alfredo (batteria e percussioni)
            LEPORE Fabio (voce)
            MECENERO Maurizio (chitarra)
            RICCIU Daniele (sax)
            RIVA Marco (polistrumentista)
            ROBERTO Davide (percussioni)
            ROSSINI Giorgio (voce)
            TATONE Angelo (chitarra)
            VARAVALLO Luca (contrabbasso)
News n. 23336 del 20/06/2016 >> tutte le news...


Marco Di Battista: Le 101 strade del jazz

Università Gabriele D'Annunzio
Aula Magna del polo di Pescara

Pescara, viale Pindaro
Giovedì 23 giugno 2016, ore 11

Giovedì 23 giugno 2016, alle ore 11, Marco Di Battista conduce Le 101 strade del jazz, un master teorico e pratico sulle interazioni tra la musica jazz e le altre forme di espressione artistica. Il seminario è inserito all'interno del Master Ud'A in Teoria e Pratica di Teatro e Musica e si svolgerà nell'Aula Magna del polo di Pescara dell'Università Gabriele D'Annunzio in viale Pindaro. Il seminario è aperto tanto agli studenti dei corsi universitari quanto al pubblico, con ingresso libero, fino ad esaurimento dei posti disponibili.

La ricerca delle origini del jazz è una vera e propria esplorazione. Un'esplorazione culturale, umana, artistica, sociale. Si può pensare al jazz come un albero dalle radici profonde, numerose e dirette in mille direzioni. Nel seminario, Marco Di Battista legge le interazioni tra i diversi popoli convenuti nel continente americano e le loro tradizioni musicali, l'importanza degli usi e dei costumi popolari e dei loro riflessi nelle forme d'arte, la combinazione di elementi colti, popolari ed ancestrali scaturita dalla coesistenza. La storia del jazz e, in particolare, le vicende che hanno dato origine al genere rappresentano perciò un esempio essenziale del panorama creativo e artistico del novecento, in special modo se si pensa alle forme d'arte più vitali, capaci di unire livelli di lettura solitamente distanti tra loro.

Marco Di Battista propone perciò una lettura allo stesso tempo inclusiva e ben delineata dei fatti, una investigazione con tanto di prove, una spiegazione ben circostanziata della "scena del crimine". Il blues, le reminiscenze dei linguaggi di matrice africana, le sintesi avvenute nei secoli e nel contatto tra le persone e i contesti in cui venivano portati a forza, i canti di lavoro e le vicende di una industrializzazione sempre più forzata nel primo novecento, l'aspirazione verso la musica classica europea e la capacità della musica di superare con estrema facilità ogni barriera immaginabile. E, non ultime, le grandi figure di Broadway - vale a dire i tanto celebrati parolieri e compositori di Tin Pan Alley, la strada dove si ritrovava la maggior parte delle case di edizione musicale - capaci di mettere su partitura e dare "classicità" e riscontro a quanto vedevano succedere intorno a loro.

L'esposizione si ferma, perciò, alla soglia delle prime esperienze riconosciute come jazz: la narrazione di Di Battista si rivolge, piuttosto, all'importanza avuta dai vari elementi costitutivi nel dare forza e spessore espressivo al jazz, una musica forzatamente ricca di sfaccettature proprio per la quantità innumerevole delle radici alla sua base.

Marco Di Battista è laureato in jazz e popular music e, dal 1996, insegna piano jazz, musica d’insieme e armonia jazz. È docente di "Storia del Jazz" e "Analisi delle forme jazz" presso il Conservatorio "Luisa D'Annunzio" di Pescara e insegna "Tecniche di Improvvisazione" presso il conservatorio "Nino Rota" di Monopoli, inoltre presso questa stessa istituzione, nel 2012, è stato contitolare della cattedra di "Storia del Jazz". Marco Di Battista svolge regolare attività concertistica suonando in Italia e all’estero e ha collaborato con i migliori musicisti della scena italiana ed internazionale. Ha registrato numerosi dischi a suo nome ed è presente come “sideman” in molti lavori. Nel 2000 ha fondato il web-magazine Jazz Convention, che dirige tuttora, e, per la tv, ha curato diversi programmi riguardanti il jazz come autore e come conduttore. Ha scritto testi e musica per spettacoli teatrali di jazz. Nel 2012 ha pubblicato Lennie Tristano, C-Minor Complex, volume dedicato al celebre brano del pianista statunitense con la trascrizione completa e un ritratto artistico e biografico di Tristano. Infine, nel biennio 2014/15, ha dato alle stampe l’opera didattica “Improvvisazione jazz consapevole”, volumi 1 e 2.


News correlate:

"The War of the Worlds". Soundscape's Activity pubblica il suo terzo lavoro, un disco ispirato alla storica performance di Orson Welles (21/04/2020)
Marco Di Battista presenta il terzo volume di Improvvisazione jazz consapevole (29/06/2018)
Due concerti in Turchia per Sonic Latitudes Four Elements, la formazione guidata da Marco Di Battista e Franco Finucci (09/03/2017)
Sonic Latitudes Nordic Experience feat. Arild Andersen e Paolo Vinaccia (25/07/2016)
Soundscape's Activity special guest Roberto Zechini @ Ristorante Bellavista, Spoltore (06/06/2016)
Marco Di Battista pubblica il secondo volume di Improvvisazione Jazz Consapevole, un sistema inedito per studiare i linguaggi del jazz. (23/10/2015)
Marco Di Battista è il relatore del secondo appuntamento de Le arti si incontrano (22/10/2015)
Marco Di Battista “Sonic Latitudes Four Elements” in concerto al Jazz and Wine 2015 di Penne (09/07/2015)
Ezio Budini e Marco Di Battista ne Il Bello e il Brutto, domenica 26 ottobre a Pescara. (23/10/2014)
Marco Di Battista pubblica il primo volume di Improvvisazione Jazz Consapevole, un nuovo metodo per studiare i linguaggi del jazz. (03/03/2014)
Tracce di cera, la storia del disco nel jazz @ ResNudaTeatro, Pescara (03/03/2014)











Bookmark and Share
News visualizzata 509 volte