Jazzitalia - News: Lettera del Presidente Stefano Zenni per la chiusura definitiva della SidMA
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Roccella Jazz Festival 2017 - Rumori Mediterranei. Dedicato a Rino Gaetano, la XXXVII edizione del noto festival calabrese.

Brda Contemporary, festival dedicato alla musica creativa e d'improvvisazione vede la sua settima edizione tornare a Smartno, nel cuore della Brda, il meraviglioso collio sloveno. .

Joe Lovano Plays John Coltrane. A Palermo il sassofonista americano, accompagnato dal trio di Salvatore Bonafede, eseguirà alcune delle composizioni più memorabili di Coltrane..

Todd Barkan, Pat Metheny, Diane Reeves e Joanne Brackeen riceveranno il prestigioso National Endowment For The Arts 2018 Jazz Masters.

Il Saint Louis, Istituzione di Alta Formazione Artistica Musicale autorizzata dal Miur a rilasciare titoli accademici di I e II livello, apre le iscrizioni al prossimo anno accademico 2016/2017.

Click QUI per fare pubblicita' su Jazzitalia
Jazzitalia sbarca in Russia! Tradotti in cirillico alcuni articoli esclusivi.
Ultimi aggiunti:

            AMELIA SMOOTH JAZZ (gruppo)
            BOTTALICO Roberto (sax)
            CHIOZZI Alberto (batteria)
            DESIDERI Fabrizio (sax e clarinetto)
            DI IENNO Gianluca (piano)
            ESPOSITO Sergio (chitarra)
            GIOLLI Marco (batteria)
            MINI Elisa (voce)
            MOON WALKER JAZZ BAND (gruppo)
            PAVIGNANO Daniele (batteria e percussioni)
            PELLITTERI Marcello (batteria)
            PIRAINO Alessandro (chitarra)
            SALVADORI Mattia (tromba)
            SILVESTRI Vittorio (chitarra)
            VENTUROLI Danilo R. (piano)
            ZORZI Riccardo (batteria)
News n. 23727 del 29/01/2017 >> tutte le news...



Presidenza e segreteria: Via G. Deledda, 54 - 59100 Prato - Tel. & fax: 0574.470719
Sito Web: www.sidma.it E-mail: info@sidma.it

Prato, mercoledì 18 gennaio 2017

Care amiche e cari amici,
dopo anni di attività ridotta o inesistente, il 31 dicembre 2016 la SIdMA ha chiuso i battenti. E' una decisione presa dal consiglio direttivo fondata su varie ragioni. La prima è che rispetto a quando nacque nel 2001, il panorama dell'attività e delle associazioni musicali in Italia è profondamente cambiato. Molti dei compiti che la SIdMA si prefiggeva, come quelli informativi, sono ora assolti dai social network o altre realtà della rete. Il jazz nei conservatori e i corsi di analisi e storia tenuti da molti di noi stanno diffondendo la cultura jazzistica in modo capillare ed efficace.

La pubblicazione di riviste cartacee è diventata talmente onerosa da non essere più sostenibile. La gestione stessa dell'associazione era diventata sempre più problematica, a fronte degli impegni professionali sempre più onerosi di ciascuno, e della difficoltà a corrispondere compensi a chi vi lavorava.

Un'altra ragione è legata all'affermarsi di realtà associative nazionali, come i-Jazz (l'associazione dei festival) e Midj (l'associazione dei musicisti) che hanno stabilito importanti ruoli rapporti con le massime istituzioni del paese e sono in grado di condurre con più efficacia le battaglie per la nostra cultura musicale.

Negli ultimi anni la SIdMA aveva lavorato alacremente soprattutto per realizzare il seminario di Chieti in Jazz, che è per nove anni è stato il nostro fiore all'occhiello, sul piano della formazione dei compositori, dei musicologi e giornalisti e della orchestra. Ma poi le difficoltà della Fondazione Carichieti hanno messo bruscamente fine a quell'esperienza.

La difficoltà di onorare gli impegni con i soci, il conseguente crollo delle iscrizioni, la ridotta attività dell'associazione, il mutato quadro culturale del jazz in Italia ci hanno spinto, per evitare una costosa ed inutile sopravvivenza, a chiudere la SIdMA.

Ma se le cose sono cambiate, anche in meglio, negli ultimi 15 anni, lo si deve anche al nostro lavoro, all'impegno dei soci, alle produzioni artistiche e scientifiche che abbiamo promosso, in definitiva alla volontà di chi ha creduto e partecipato a questa impresa. E' a tutti voi quindi che va un grande ringraziamento.

Il presidente
Stefano Zenni















Bookmark and Share
News visualizzata 470 volte