Jazzitalia - News: A Bari, in esclusiva per il Sud Italia, Free The Opera, il progetto italo-americano, già candidato ai Grammy Award di Fabrizio Mocata, Gianmarco Scaglia e Paul Wertico.
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Ventisettesima Edizione per l'EFG London Jazz Festival, unanimemente riconosciuto come uno degli eventi più sfavillanti all'interno dell'offerta culturale della capitale inglese.

Sessantesimo anniversario del Bologna Jazz Festival, sui palchi e nei club anche di Modena e Ferrara, con un ricco programma e molti eventi didattici, culturali .

Chick Corea, John Scofield, Joe Lovano, Enrico Rava, Pat Martino tra i nomi di spicco del Padova Jazz Festival che si terrà dal 13 ottobre al 24 novembre.

Esce il 19 ottobre "La Fenice", registrazione del concerto che Keith Jarrett ha tenuto a Venezia nel luglio 2006.

Robert Vignola da Trivigno a Hollywood e ritorno con la musica di Zerorchestra: l'anteprima mondiale di "Beauty's Worth" è stato un autentico trionfo..

Brda Contemporary Music Festival: festival dedicato alla musica creativa e d'improvvisazione vede la sua ottava edizione tornare a Smartno, con la dir. artistica di Zlatko Kaučič.

Seconda edizione del Premio Internazionale "Pino Massara" per giovani compositori di musica pop e jazz. Premi per un totale di 25.000 euro.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            COLI Alessio (sax)
            D'AVERSA Vanessa (arpa)
            DI VEROLI Angelo (batteria)
            FABBRINI Franco (contrabbasso)
            FUMO Marco (piano)
            GALATRO Francesco (contrabbasso)
            LI VOTI Dario (batteria)
            MENEGOTTO Mauro (batteria)
            MUZZU Manuel (basso elettrico)
            NASONE Antonio (chitarra)
            PANTALEO Gianluca (basso e contrabbasso)
            PANTIERI Filippo (piano)
            PILATO Frank (chitarra)
            PISANELLO Donatello (chitarra)
            RAVERA Leo (piano)
            SPARTà Gaetano (pianoforte)
            VIGNALI Michele (sax)
News n. 24388 del 25/03/2018 >> tutte le news...


Mast e Anche Cinema
presentano
Free The Opera
Paul Wertico, batteria
Fabrizio Mocata, pianoforte
Gianmarco Scaglia, contrabbasso

Venerdì 13 aprile – ore 21
Anche Cinema, corso Italia 112
Bari

Mast – Music Academy e il teatro polifunzionale Anche Cinema suggellano la sinergia artistica con l'organizzazione e promozione dell'esclusivo concerto del Paul Wertico Trio che si terrà venerdì 13 aprile (apertura sipario ore 21), con la direzione artistica di Antonello Boezio e Alceste Ayroldi.

Il celebre e pluripremiato batterista di Chicago (già storico componente del Pat Metheny Group e vincitore di ben sette Grammy Award) e i suoi sodali Fabrizio Mocata (pianoforte) e Gianmarco Scaglia (contrabbasso), porteranno in scena – in esclusiva per il Sud Italia - Free The Opera, il progetto italo-americano, già candidato ai Grammy Award.

Il trampolino di lancio sono alcune tra le più famose arie d'opera come: Nei cieli bigi, Il coro degli zingari, La donna è mobile, Va' pensiero, utili per costruire un'improvvisazione rimarchevole in ogni suo aspetto. E non solo, perché a far da corollario vi sono una serie di brani originali firmati da tutti e tre i componenti del combo.

Per anni i musicisti jazz hanno interpretato temi presi a prestito dal repertorio della musica popolare contemporanea. I brani celebri vengono chiamati "standard" e la pratica del "tema con variazione" di antica memoria, in buona sostanza si rivela intramontabile. In questo progetto, Fabrizio Mocata ha pensato di andare a ritroso nel tempo prendendo alcune famose "arie" d'Opera che, per lo meno in Italia, possono essere considerate "canzoni popolari contemporanee del XIX secolo" e questo conferisce ai brani più valore intrinseco e una qualità che consente più profonde esplorazioni nel tempo, struttura ed elaborazione armonica.
Le composizioni del trio rappresentano due diverse ma connesse aree del jazz. Da una parte abbiamo l'autentica interpretazione delle "canzoni popolari contemporanee del XIX secolo" e dall'altro abbiamo i brani che derivano direttamente dall'incontro della creatività e dell'interplay dei musicisti.

Prezzi: 15 platea; 12 secondo settore; 10 galleria.
Info sms/Whatsapp: 329 611 22 91
Biglietteria online: http://bit.ly/2Do40lF
Informazioni: 3296112291 – 0805240464

Paul Wertico, sabato 14 aprile terrà anche una clinic (con Fabrizio Mocata e Gianmarco Scaglia) presso la sede di Mast-Music Academy (Bari, via Edmondo De Amicis, 31).

Brevi biografie dei musicisti
Paul Wertico nel 1983 entra a far parte del Pat Metheny Group (con il quale vincerà sette Grammy Award) e vi rimane fino al 2001. Negli ultimi anni ha creato il Paul Wertico Trio e ha collaborato con musicisti come: Larry Coryell, Kurt Elling e Jeff Berlin. Dal 2000 al 2007 è stato membro di un gruppo di rock progressivo polacco gli SBB. Fabrizio Mocata, pianista e compositore siciliano dal 2000 al 2007 fa parte del quintetto Rojo Porteño. Nel 2009 il suo progetto da leader "Puccini Moods", in trio con Ettore Fioravanti e Gianmarco Scaglia. Sempre nel 2009, con il quartetto milanese Mala Hierba pubblica l'album "Impollinazioni", disco che riceve il premio Toast al MEI di Faenza. Nel 2011 intraprende la collaborazione con il cantante uruguaiano Ricardo Olivera e nel 2012 si affaccia sulla scena internazionale registrando il suo nuovo progetto a New York con Marco Panascia, Ferenc Nemeth e George Garzone. Gianmarco Scaglia, contrabbassista e compositore nel 1986 ha fondato con Raimondo Meli Lupi l' Open Frontiers Trio, tutt'ora in attività. Nel 1994, parallelamente, forma un trio come leader con Claudio Fasoli ai sassofoni ed Ettore Fioravanti alla batteria e, su proprie composizioni, realizza il suo primo disco " Moods". Ha all'attivo circa venti incisioni discografiche. Ha collaborato con Joe Diorio, Skip Hadden, John Helliwell, Danilo Rea, Paolo Fresu, Franco Cerri e si è esibito con l' Orchestra Nazionale di Sofia, Jazz Art Orchestra, e l'Arturo Toscanini Orchestra Ritmica.

Fabrizio Mocata, pianista e compositore siciliano, passa la sua infanzia a Mazara del Vallo, dove intraprende privatamente lo studio del pianoforte. Nel 1995 si trasferisce a Firenze dove completa la sua formazione artistica con il diploma in pianoforte classico e la laurea specialistica in jazz e quella culturale con la laurea in giurisprudenza. Dal 2000 al 2007, fa parte del quintetto Rojo Porteño con cui suona in importantissime rassegne musicali e con cui vince concorsi di musica da Camera nazionali e internazionali. Dopo diverse collaborazioni live e in studio, pubblica nel 2009 il suo progetto da leader "Puccini Moods", in trio con E. Fioravanti e G. Scaglia. Il lavoro gli procura un'intensa attività live che gli permette di coinvolgere nel progetto musicisti del calibro di J. Helliwell (sax dei Supertramp), N. Gori, A. Marcelli, R. Meli Lupi, S. Ravasini, D. Malvisi e E. Zirilli. Il progetto è stato di recente presentato con gran successo a Berlino. Sempre nel 2009, con il quartetto milanese Mala Hierba pubblica l'album "Impollinazioni", disco che riceve il premio "Toast" al MEI di Faenza. Nel 2010 pubblica il CD live "Concerto della beata Cristiana", in cui rielabora pagine di musica sacra in chiave jazzistica con un ensemble misto formato da un quartetto jazz e un quartetto classico d'archi. A ottobre 2010 ha compiuto con A. Marcelli, G. Scaglia, M. De Aloe, C. Marrali, L. Petrocca e P. Crinelli un tour in South Africa, Mozambico and Zimbawe Nell'autunno 2010 ha presentato il progetto "Puccini Moods" al Bologna jazz festival e al 1st italian jazz festival a Berlino. Nel 2011 prende parte come musicista e compositore al progetto "Originals" di G. Scaglia insieme a P. Dabiré e G. P. Liguori, presentato con P. Crinelli all'interno del Valdarno jazz 2011 e di prossima registrazione. Nel luglio 2011 collabora con M. Panascia in "Jazz conversation". Nel 2011 intraprende la collaborazione con il cantante uruguaiano Ricardo Olivera suonando in diverse manifestazioni. Nel 2012 si affaccia sulla scena internazionale registrando il suo nuovo progetto a New York con M. Panascia, F. Nemeth e G. Garzone. A inizio Luglio, insieme a Gianmarco Scaglia, ospita nuovamente il batterista P. Wertico, con cui, oltre a una serie di concerti, registra il nuovo album "Free the opera!"

Gianmarco Scaglia, contrabbassista, compositore, inizia a suonare il basso elettrico all' età di 15 anni e successivamente è passato al contrabbasso iniziando gli studi presso la scuola di Jazz di Lorenzo Cuneo a Parma. Ha poi continuato, come autodidatta, frequentando periodicamente (1985/1990) i Seminari Senesi di Musica Jazz, studiando con Bruno Tommaso e Furio Di Castri. Nel 1986 ha frequentati il Berklee College of Music di Boston studiando con John Repucci. Ha partecipato a vari seminari di strumento con alcuni tra i più affermati contrabbassisti del mondo (D. Holland, M. Vitous). Sempre nel 1986 ha fondato con Raimondo Meli Lupi l' Open Frontiers Trio, che si esibisce tutt'ora. Nel 1994 ha formato un Trio a suo nome con Claudio Fasoli ai sassofoni ed Ettore Fioravanti alla batteria lavorando su proprie composizioni e realizzando il suo primo CD " Moods" con l'etichetta MM Records (MM43024). Ha all'attivo circa 20 incisioni discografiche, di cui 4 a suo nome. Presente sulla scena jazzistica nazionale dal 1984 esibendosi in clubs, teatri, rassegne dove ha collaborato con alcuni tra i più prestigiosi musicisti italiani e americani fra i quali Joe Diorio, Skip Hadden, Paul Wertico, John Helliwell, Danilo Rea, Paolo Fresu, Franco Cerri, Max De Aloe, Marco Tamburini, Massimo Manzi, Claudio Fasoli, Ettore Fioravanti, Giulio Stracciati, Daniele Malvisi, Mauro Beggio,, Stefania Rava, Piero Odorici, Nico Gori, Andrea Marcelli ed altri. Ha avuto modo di esibirsi anche con l' Orchestra Nazionale di Sofia, Jazz Art Orchestra, Arturo Toscanini Orchestra Ritmica. Nel 2003 i suoi CD "Blue in Green" e "Jazz City" sono stati recensiti dalla più importante e prestigiosa rivista specializzata "Double Bassist".

Alceste Ayroldi
339.2986949 (solo per contatti stampa)




News correlate:

Mast Bari organizza un workshop di Legislazione musicale e dello spettacolo con Alceste Ayroldi (05/06/2018)











Bookmark and Share
News visualizzata 427 volte